donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Zancan: “Giusto cambiare”

di Giorgio Capodaglio

Il passaggio di consegne

Il passaggio di consegne tra Dalglish e Rodgers

 

A Liverpool è iniziata l’avventura di Brendan Rodgers, il tecnico nordirlandese che ha sostituito Kenny Dalglish sulla panchina dei Reds. Per presentare al meglio il nuovo allenatore abbiamo deciso di contattare uno dei principali cronisti di Sky Sport Italia sulla Premier League, Federico Zancan, che ci ha gentilmente rilasciato una breve intervista.

Ciao Federico, partiamo subito dalla novità in casa Liverpool, l’arrivo di Brendan Rodgers. Lo ritieni l’uomo giusto?

“Non lo so. Sono curioso di vederlo all’opera ad Anfield. Mi è piaciuto il suo lavoro allo Swansea, dove ha raggiunto dei risultati impressionanti. La società ha voluto cambiare e ha fatto una scelta coraggiosa e azzeccata, investendo su un allenatore giovane dopo aver puntato in passato su tecnici che avevano – per cultura – meno capacità di sperimentare. I miei dubbi però sono alimentati dalla rosa attuale del Liverpool, perché non sono così certo che questi giocatori possano adattarsi al suo sistema di gioco. Sarà fondamentale il mercato”.

Puoi descriverci Rodgers dal punto di vista tattico?

“È un allenatore molto preparato tatticamente, tanto che Mancini sperava di averlo come secondo, tempo fa, al Manchester City. Per il fatto di essere uno studioso di tattica in modo quasi maniacale – ma solo per quello – può essere paragonato a Benitez. Gioca con un sistema spagnolo, con cui ama fare un possesso palla totale, a partire dal regista davanti alla difesa, figura centrale nel suo gioco e che nel Liverpool attuale non avrebbe. In avanti gli esterni dovrebbero giocare molto larghi intorno a una punta centrale. Non so quanto il Downing deludente dello scorso anno e un Suarez che sarebbe molto sacrificato possano adattarsi a fare questo gioco”.

Pensi che il tecnico potrebbe rinunciare a Suarez?

“Difficile, perché parliamo del calciatore più talentuoso della squadra. Se l’uruguaiano dovesse essere ceduto sarebbe con altre motivazioni e non certo per volere del tecnico. Lo scorso anno si diceva che la società americana non avesse gradito le ripercussioni del caso Evra e fosse disposta a mandar via Suarez. Ma sicuramente Rodgers non chiederà la sua cessione”.

Non potrebbe farlo giocare centrale?

“Se ripete il gioco fatto allo Swansea, quel ruolo spetta a un attaccante con le caratteristiche di Andy Carroll. Però devo aggiungere che Rodgers con Reading e Watford giocava in un modo diverso, mentre allo Swansea ha ripreso il modello dell’allenatore precedente. Quindi potrebbe anche adattarsi ai giocatori che ha in rosa, almeno in attacco”.

Nelle prime interviste Rodgers è sembrato molto sicuro di se.

“Durante la stagione appena conclusa era stato accostato al Chelsea per sostituire Villas Boas, ma rifiutò perché voleva far decollare la sua carriera, senza rischiare di bruciarla con una società che aveva idee non vicine alle sue. Ha visto nel Liverpool il club giusto per raggiungere il suo obiettivo”.

Un’altra incognita è la reazione del pubblico del Liverpool, che per esempio due anni fa non fece lavorare tranquillamente Hodgson chiedendo a gran voce Dalglish.

“Per come la conosco io, la gente di Liverpool vuole fare sempre il bene della squadra. Dopo una stagione deludente come l’ultima la società doveva cambiare guida tecnica. Kenny Dalglish è stato bravissimo nella sua opera di riportare entusiasmo e caricare caratterialmente la squadra, ma dopo un grande passato non era più competitivo tatticamente per un calcio che è cambiato moltissimo negli undici anni in cui è rimasto fermo. La squadra ha mostrato più volte grossi limiti e la società doveva cambiare. La Kop dovrebbe averlo capito e sicuramente sosterrà il nuovo tecnico”.

La rosa dello scorso anno era secondo te da -37 dalla vetta e -17 dalla Champions?

“No, per questo il bilancio è stato negativo e la società ha fatto bene a cambiare”.

Una nota positiva nel finale di stagione è stata la coppia Suarez-Carroll.

“Vero, la loro intesa è cresciuta moltissimo. È proprio questa coppia la grande scommessa di Rodgers, se dovesse riuscire a farla funzionare allora si ritroverebbe un attacco super e in grado di segnare moltissime reti. Suarez è un grandissimo giocatore e questo lo abbiamo visto tutti, sappiamo cosa può fare, nonostante i suoi limiti caratteriali e quelli calcistici sotto porta. Carroll invece è ancora tutto da scoprire”.

Nella passata stagione sono tanti i giocatori che hanno deluso rispetto alle aspettative. Oltre a Carroll anche Downing, Henderson e Adam.

“Mi aspettavo di più da Carroll e Downing. Purtroppo quelli presi dal Liverpool sono tutti dei buoni giocatori pagati come dei top player, ma se vuoi comprare in Inghilterra il mercato e questo. Anche una squadra come l’Aston Villa ormai non svende nessuno. Henderson è giovane, è stato pagato tanto e secondo me ha sofferto la pressione data dalla cifra alta spesa dal Liverpool per averlo. Sicuramente crescerà moltissimo. Adam invece è stato altalenante. La speranza per i Reds è che il sistema Rodgers possa resuscitare Downing, che è un giocatore certamente migliore rispetto a quello che abbiamo visto lo scorso anno”.

Un’ultima domanda. Il Chelsea ha già preso Hazard e Marin, il Man United ha ufficializzato l’acquisto di Kagawa, mentre il Man City farà i soliti grandi acquisti. I tifosi del Liverpool dovranno riguardare ancora tanto le immagini dell’ultimo campionato vinto nel 1990?

“Il Manchester City adesso investirà anche di più. Competere economicamente in Inghilterra è diventato davvero difficile, il livello è altissimo. L’Arsenal, che oltre ad avere dei grandi giocatori ha anche un fantastico impianto di gioco, fatica ogni anno per raggiungere la Champions. Certo il Newcastle dell’ultimo anno dimostra che si può competere ad alti livelli – magari non per il titolo immediato – anche spendendo meno. Secondo me il Liverpool dello scorso anno è un ottima squadra e va solo ritoccato. Credo che stando fuori dalla Champions la società non spenderà moltissimo, farà solo un paio di acquisti importanti da integrare al gruppo attuale e disegnare una squadra più adatta a Rodgers. Poi starà a lui farla girare nel modo migliore”.

Comments

comments

28 risposte a Zancan: “Giusto cambiare”

  • Come sempre Zancan non ha peli sulla lingua e non le manda a dire.

    Sicuramente molti di noi, io compreso, son stati talmente legati alla figura di Dalglish da perdonargli tutto e di più. Visto con gli occhi di un osservatore esterno le considerazioni fatte da Zancan non fanno una grinza e sono condivisibili.

    Il Liverpool la prossima stagione dovrà lottare di più, questo è poco ma sicuro.

    Passiamo da un allenatore di provata esperienza e dai modi fraterni, per non dire paterni, ad un allenatore sanguigno che si stà facendo strada in modo impeccabile anche se poco tempo.

    E’ una scommessa lo sappiamo tutti ed a maggior dovremo pazientare sopratutto all’inizio.

    Io sposo a pieno questa scommessa e vi confesso che sono moderatamente ottimista.

  • Dimenticavo ….. ottimo lavoro Gio !!

  • bell’articolo,bravo !

    C’MON RODGERS !!! YNWA

  • Primo colpo di mercato della redazione??? Fede Zancan??? 😉 Non credo che ce lo possiamo permettere… 😉 Scherzi a parte un sentito ringraziamento a Federico Zancan per la sua disponibilità,con la speranza che questa sua intervista sia bene augurante per le sorti di BR!!! Grande Gio come sempre 😉 YNWA

  • Forse sulla storia di Kenny Zancan da esterno potrebbe non avere torto, certo però io altro tempo glielo avrei dato comunque, ma ormai mi sono rassegnato, le cose sono andate diversamente..Importanti secondo me 3 cose perchè l’avventura di Rodgers prenda bene piede:
    1. I tifosi devono avere pazienza e non devono rompere. e si risparmino i vari “We want RB”, perchè nella loro immensa ignoranza non sanno che Gerro era pronto ad andarsene se fosse rimasto.
    2. I senatori a vita del ‘pool devono cercare di sostenerlo. Mi riferisco agli ex giocatori che orbitano nella dirigenza o bazzicano spesso Anfield. C’era un articolo stamattina che parlava del potere di questi senatori, che secondo me è un potere grandissimo, sono una specie di Eminenze Oscure..Lawrenson, Rush, lo stesso Kenny, Barnes, Neal..e moltissimi altri..il loro sostegno srà fondamentale..
    3. Iniziare con il piede giusto. Una prestazione convincente in EL ai preliminari e un filotto di 2-3 partite all’inizio con vittorie o prove convincenti secondo me ci darà uno slancio inimmaginato..speriamo anche il calendario ci arrida..
    E questo, secondo me, al netto del mercato. Come dice Zancan (e sono d’accordo, non perchè è Zancan ma perchè è vero quello che dice) la squadra ha solo bisogno di ritocchini..un buon regista, un’ala. 2 o 3 giocatori. Un centrale difensivo di riserva volendo, per me i nomi papabili e che spero possano arrivare vanno scelti tra Dempsey, Johnson, Allen, Sigurdsson, Vertonghen. Aquilani per favore NO, e Cole personalmente non lo rivorrei (stipendio onerosissimo e resa dubbia). Il portiere rassegnatevi che rimane quello.

  • Ottima intervista, la mia stima verso Zancan continua a crescere!!

    Effettivamente se si dovesse valutare quanto fatto da KD mettendo da parte l’affetto e tutto ciò che un tifoso reds prova il giudizio un po’ cambia.. Brividi ogni volta che esulta ma vabbè!

    Ho molta stima verso Brendan e penso possa fare bene! ora sotto con il mercato: con testa!
    Leggevo di Fellaini, sarei molto contento è un grande giocatore!
    Eh si Reina ormai resterà sicuramente! ma vabbè ha dimostrato di essere un gran portiere speriamo torni ad essere quello!!

  • Non sapevo che nel nostro bellissimo branch ci fosse anche un grande giornalista come te 🙂 ti faccio tantissimi complimenti per la bellissima intervista.. mille e una di queste interviste 😉

  • Bè Matt se si riuscisse a prendere i giocatori che hai nominato saremmo indubbiamente in corsa per il 4 posto e per l’eurolega.
    Certo con 60 mln forse ce la fai a prenderli tutti dato che sono valutaticirca:

    Vertoghen 12-15 mln
    Allen 11-12 mln
    Sigurdsson 8 mln
    A. Johnson 16 mln
    Dempsey 10-11 mln

  • No no ma non dico tutti, io mi accontenterei i 2-3 tra quelli.. Sigurdsson pare a buon punto ormai, un virgolettato riporta che abbia espresso il desiderio di restare in Inghilterra ma non allo Swansea perchè scosso dalla partenza di Rodgers e sta considerando seriamente il Liverpool. Dempsey è in scadenza il prossimo anno, 4 milioni massimo si mormora..

  • bè sarebbero 2 ottimi colpi, ti dico: se vogliamo fare un mercato perfetto aggiungerei johnson e allen ma anche con il solo johnson saremmo ben messi

  • Si alla fine il centrale difensivo, riadattando Kelly, con Coady in rampa di lancio, Coates pronto a subentrare e Carra da utilizzare con criterio non è così urgente..solo che ecco, prendendo Allen e Sigurdsson, che sono 2 elementi che a me piacciono moltissimo eh, la domanda è: come ti schieri poi? ponendo che lo schema sia il 4-2-3-1 e che Gerro e Suarez siano 2 dei 3 dietro Carroll, imprescindibili (ciò al netto del fatto che abbiamo 4 competizioni eh, mi riferisco alla formazione tipo), resterebbe 1 posto per Sigurdsson, Allen, Johnson e Downing..credo che dei primi 3 anche se ne arrivassero 2 sarei contentissimo..e più o meno mi stanno bene tutte le combinazioni perchè secondo me sono grandi nomi. L’unica cosa che al momento non vedo è chi affiancare a Lucas. Fellaini a me piace ma è un mediano, sì non c’è paragone con Spearing perchè è 22 cm più alto ovviamente, però sempre mediano è..l’azione da dietro in qualche modo la dovrai far partire, se no rischi di spezzare lo schieramento in due tronconi, era un pò quello che succedeva l’ultimo anno con Benitez quando c’erano Lucas e Mascherano come doppio mediano (ancora ho gli incubi)…

  • Questo posto che Adam non mi sembra abbia fatto benissimo quest’anno quelle volte che è stato messo in quella posizione, lo vedo più da 4-4-2, comunque è uno che ama inserirsi..almeno da quello che si è visto quest’anno, forse dovrebbe cercare di assomigliare di più a quello che era a Blackpool..

  • Matt Allen penso giocherebbe nei 2 mediani…e oltretutto non darei Downing per finito perché secondo me può dare molto di più e magari averci anche meno sfiga

  • Ma infatti lungi da me darlo per finito, non ho mai detto questo..anzi secondo me, prendetemi per scemo ma non ha fatto una brutta stagione..

  • Anche per me, se avesse trovato per tutto l’anno il Carrol di fine stagione avrebbe sicuramente inciso di più, oltre al fatto che se invece di prendere 7 pali faceva 7 goal…

  • sono d’accordo con alcune cose dette da Zancan (Es: tatticamente Rodgers dovrebbe felice di avere Carroll in squadra, non il contrario come insinuano i giornali), e non sono d’accordo con altre. Soprattutto questa storia di Kenny “matusa” non sta in piedi affatto, primo perchè va dimostrata in qualche modo con argomenti altrimenti finisce per essere una leggenda metropolitana fine a sè stessa. Per stabilire che Kenny è un superato bisogna proporre esempi di partite in cui il Liverpool ha perso perchè surclassato sul campo, ed invece mi pare che nel 90% dei casi ci troviamo di fronte a partite con avversari stradominati e piene di rimpianti e recriminazioni, in cui bastava buttare dentro un rigore oppure segnare un goal a porta vuota (oppure non fare una papera in porta goffa e clamorosa), partite perse sempre con l’amaro in bocca, con la sensazione di aver perso “da soli” e non di esser stati battuti. Per sostenere la tesi che Kenny è un allenatore degli anni ’90 la sua squadra doveva essere surclassata in termini tattici, mentre a me pare che le partite le abbia quasi sempre dominate (dominando gli avversari) e perse per ingenuità dei suoi giocatori. Non ho visto quasi nessuno dominare il Liverpool tatticamente. Perchè per dire che un allenatore tatticamente è un “retrogrado” deve essere dominato sotto quel punto di vista. Se Andy a Newcastle non scivolava a porta vuota o se Suarez la buttava dentro al centro in maniera decente ed accettabile Pardew, già salito al “rango di genio” assoluto per la stampa inglese dopo una prima stagione “della vita” azzecata a culo dopo anni di esoneri e fallimenti (ha rischiato di sfasciare il Charlton Athletic non dimentichiamocelo mai), il Liverpool vinceva in parata a newcastle non scordiamocelo mai. Se vogliamo sostenere la tesi che uno è superato tatticamente bisogna riportare tanti esempi concreti che un allenatore è dominato tatticamente, ed io ne vedo pochi nel caso di Kenny, mentre sotto questo profilo ho visto un arrembante bel giovane genio assoluto della tattica, Vilas Boas, surclassato tatticamente ad ogni livello, dallo stesso Kenny, da Lambert, da O’Neill, da Wenger ecc ecc, e ci sono le partite a documentarlo e le “voragini” di campo lasciate agli avversari a dimostrarlo concretamente. Se sostieni giornalisticamente che Kenny è un superato, devi portare argomenti a sostegno della tesi e secondo me quegli argomenti mancano questo è il discorso. Perchè Kenny con tutti i suoi errori di gestione degli uomini (andy sì Andy no, Suarez difeso sempre lealmente forse in maniera cieca alle volte ma di “principi e valori Liverpool” un buon manager del Liverpool deve “morirci”, Glen Johnson per Martin, Hendo spesso “out wide”) ha proposto gran calcio, passando con disinvoltura da 4-2-3-1 a 4-4-2, e quante volte nell’anno il Liverpool è stato surclassato tatticamente? Non più di 3, 4. Io ricordo il Tottenham al WHL (e ci sta via, con un Modric in giornata ci sta), e proprio lo Swansea di Brendan ad Anfield che riuscì ad imbrigliarci (e nonostante tutto l’olandesone in porta “man of the match”), e quante altre volte davvero hai perso dopo essere stato outclassed? Perchè una tesi, che Kenny è superato, nel giornalismo va supportata con gli argomenti, con i “perchè”, altrimenti senza argomenti è una tesi vuota, e cala al rango di uno slogan pubblicitario. Allenava negli anni 90′, ah ok, è superato. Io se fossi un presidente del Blackburn, del Reading, in questo momento per quello che ho visto in termini calcistici Kenny sarebbe il n.1 sulla mia lista. E’ un enorme peccato che un manager tanto enorme vada sprecato.

  • parole sante Rick…con qualche situazione diversa, un portiere diverso e meno sfiga ora saremmo a preparare i preliminari di champions

  • Intanto anche Steve Clark va via…

  • Neanche io ho peli sulla lingua…….
    Il post di Riccardo è l’unica nota lieta letta ultimamente……Mi hai anticipato……stavo per dire anch’io le stesse cose…..
    Voglio solo rafforzare il tuo concetto.
    Se volevamo sbalordire gli utenti internet, soci, e simpatizzanti che ci leggono, facendo questa intervista, credo che siamo stati molto bravi nel farci un clamoroso autogol……
    Premessa. Giorgio nulla di personale, le domande erano pertinenti…..interessanti…… ma a mio modo di vedere, ritengo siano state fatte alla persona meno indicata. Ho letto delle vere e proprie fesserie nei giudizi tratti sull’allenatore Kenny Dalglish, dal momento che, le sue conoscenze in materia calcistica, sono maturate quando i reds avevano già concluso (e da tanto) il ciclo di innumerevoli vittorie avvenuta negli anni 70-80, ed ignaro dunque, di quello che ha rappresentato e rapprsenta tutt’ora la figura di KKD per Anfield, ha provato a tirar fuori discorsi dettati non da ragionamenti ma solo dalle regole che il giornalismo sportivo di oggi impone quando ci si trova di fronte a personaggi poco televisivi…..
    Francamente non capisco con quale barbaro coraggio ci si interstardisce nel giudicarlo “fuori dal tempo” mentre un Fabio Capello o un Marcello Lippi o meglio ancora, il nostro acerrimo rivale Alex Ferguson, continuano ad essere intoccabili……… E non mi si vengano a dire cavolate tipo: “Kenny era fuori dal giro da parecchio” perchè a questo punto chiederei ai tanti luminari del pallone quali innovazioni tecniche ci sono state quest’anno in particolare?
    No, ve lo chiedo perchè vi risulta che il grande Chelsea, guidato dal giovane promettente Di Matteo abbia vinto due trofei giocando un calcio di ultima generazione?……sì quella italiana anni 60………TUTTI DIETRO LA PALLA!!!!!
    A questo aggiungo la dimenticanza anche dei tanti soci (bravi a “girare la frittata” appoggiando le strampalate conclusioni del nostro amico Zancan solo per il fatto di essere un giornalista SKY) del dopo Arsenal in casa, dove molti giocatori, HANNO SMESSO DI GIOCARE!!!
    E dimenticate che la società aveva tutti gli obblighi di far lavorare la gente serenamente senza pretendere al primo anno di piazzare il colpo perchè lottare contro le big è impresa ardua da sostenere e per il tipo di club che siamo (provinciale?) dovevamo solo insistere con il progetto ambizioso proposto da KKD……. quello dei giovani……….Ma invece in due anni i proprietari americani sono già al secondo esonero in perfetta media Zamparini……… e sinceramente non so con che spirito affronterà l’impresa l’irlandese…….speriamo bene.
    Per la prossima intervista e relativi commenti, dunque, si prega cortesemente di evitare di ritornare ai soliti attacchi legati al nome di un eroe, il calciatore più forte che Anfield abbia mai conosciuto e che è stato comunque, l’ultimo allenatore a far vincere il campionato, anche per il solo rispetto che noi gli dobbiamo, soffermandosi magari a parlare dei vari grandi del calcio di oggi, che è materia più competente dei giornalisti come il nostro amico….forse è meglio per tutti.

  • Secondo me è molto interessante sentire cosa pensano dei Reds persone non emotivamente coinvolte e hanno quindi un modo diverso di giudicare la stagione del Liverpool rispetto a noi. Penso che su molto cose Federico nell’intervista aveva ragione, poi su Kenny ha la sua idea, che comunque è anche quella di una parte di tifosi del Liverpool, sempre nel rispetto di Dalglish, a cui è stato comunque riconosciuto un grande lavoro. Non so perchè, ma la scelta di Rodgers mi ha confortato molto, avrei vissuto diversamente l’addio di Kenny se fosse arrivato Martinez.

  • http://www.tribalfootball.com/articles/downing-im-better-player-tough-liverpool-season-3225631?utm_source=main_feed

    Articolo da condividere in pieno con il povero, sfigatissimo Stewart…se tutto fosse iniziato con quella stupenda cavalcata contro il Sunderland e un goal da cineteca e si fosse chiuso con un goal su calcio di rigore contro il Chelsea avremmo parlato di un’altra stagione….
    tutti a dire brutta stagione, giocatore non all’altezza…mi viene da ridere; stewart è l’esempio di come questa non doveva essere la nostra stagione e nonostante questo ” we came away with a medal”…ad oggi farei lo stesso mercato di una stagione fa perchè io ci credo, in ognuno di quei giocatori nuovi tanto criticati e se davvero non avessimo avuto tutto contro a quest’ora staremmo parlando di un altra stagione con un King Kenny in più

    ma non può sempre girare male…YNWA

  • Se se se, Downing ha fatto cagare!!! Se poi quest’anno non vogliamo ammettere neanche questo. Anzi è proprio questa la mia speranza per il futuro, il fatto che questo non sia nemmeno lontanamente il vero Downing.

  • se ha fatto cagare Downing, ha fatto cagare mezza squadra, se non tutta come il nostro intoccabile capitano, sfortunatamente quest’anno dobbiamo attaccarci sui se e sui ma altrimenti non vedo come si possa difendere King Kenny come tra l’altro anche io faccio…
    è molto soggettivo il nostro comportamento, siamo bravi subito a criticare senza mezzi termi molti giocatori mentre altri hanno fatto benino quello, benino quest’altro oppure più di metà branch è subito pronto a difendere Kenny perchè la squadra comunque giocava, abbiamo avuto sfortuna….questi discorsi si fanno però solo con chi ci pare mentre altri sono immediatamente da crocifiggere…
    allora secondo il tuo discorso giorgio hanno fatto cagare tutti compreso il manager

  • L’annata di Downing non è stata positiva più che per demeriti suoi, per una sfiga incredibile che raramente ho visto accanirsi così con un giocatore. Sembrava fosse seguito dalla nuvola dell’impiegato di fantozziana memoria.

    Per me i veri fiaschi sono stati altri.

  • Quoto Daniele, i veri fiaschi sono stati altri.

    Downing poveraccio, non tiriamolo in mezzo. Ha sbagliato alcune partite(come tutti i giocatori del mondo), ma ha avuto una sfiga allucinante.

    Tutto ciò che gli poteva andare storto gli è andato storto.

    Ed è stato anche un signore, perchè a metà stagione, se fossi stato in lui, avrei bestemmiato pubblicamente in TV tutti i santi del calendario. Invece non ha mai detto una parola fuori posto, ne ha mai tentato di usare la sua sfiga, come scusa per alcune prestazioni scadenti(nonostante ne avesse tutti i diritti).

  • ma in uscita non c’è nessuno? a me pare che tirare su due soldini non sarebbe male…e mi pare anche che qualcuno da vendere ci possa essere…clamorosamente deprezzato,ovvio

  • JACOPO, infatti anche il nostro capitano ha fatto schifo quest’anno. Quindi se uno deve dire che Downing è stato solo sfortunato perchè ha preso qualche legno, mi dispiace ma non sono d’accordo. Ha fatto schifo, più di Adam e Henderson. Sicuramente non è quello che abbiamo visto quest’anno, il che mi dà ottime speranze per il futuro, perchè se pensassi che Downing fosse quello visto quest’anno, allora sarei davvero preoccupato.

  • Ho troppa stima nei confronti di Downing per non dire che quest’anno ha fatto cagare. Questo voglio dire…