donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

WonderBobby!

Ancora un grande Jordan.

Dopo la sempre piacevole vittoria contro lo United, il Liverpool non ha avuto il tempo di rilassarsi, perchè atteso da due difficili trasferte, una contro il West Ham in disperata lotta-salvezza e l’altra contro l’ostico e pericoloso Wolverhampton che, con una vittoria contro i Reds, potrebbe prendere due piccioni con una fava: una vittoria di prestigio e un meno 3 dal quarto posto. La gara di stasera si presentava sicuramente difficile, perché i Wolves sono un’ottima squadra, vengono da due rimonte importanti contro City e Southampton (entrambe da 0-2 a 3-2) e già ad Anfield ci hanno fatto soffrire non poco. I Reds lanciatissimi non sembrano però voler fare sconti a nessuno e scendono in campo con la seguente formazione: Alisson, Gomez, Virgil, Robertson, Arnold, Wijnaldum, Hendo e Ox a centrocampo, Salah, Manè, Firmino in attacco. Inizia la gara ed alla prima occasione troviamo il vantaggio. Una punizione al limite per fallo di Coady su Salah viene deviata dalla barriera in corner: batte Arnold ed Henderson salta in mischia e con un mix di testa e spalla insacca. Passano 3 minuti e rischiamo di subire il pareggio: su un cross dalla sinistra, ci dimentichiamo di Doherty, che colpisce di testa a colpo sicuro, ma manda fuori. La gara è molto combattuta, soprattutto a centrocampo, ma di vere occasioni non se ne registrano e i due portieri restano disoccupati. Al minuto 32 purtroppo Manè sente qualcosa che non va e chiede il cambio, al suo posto Minamino, pessimo purtroppo stasera. Negli ultimissimi minuti arrivano due fiammate improvvise: la prima di Jimenez, che si libera bene dal limite, ma viene stoppato da un sontuoso Van Dijk, la seconda di Salah, che da metà campo parte come un razzo verso l’area avversaria, ma il tiro viene stoppato dall’ottimo recupero di Doherty. Si chiude il primo tempo con i Reds in vantaggio, ma la gara è apertissima. Rientrano le squadre in campo e subito due occasioni, una per parte: Salah soffia palla a Traorè e con un tiro secco impegna Rui Patricio, un minuto dopo Gomez stoppa una conclusione potenzialmente pericolosa di Neto. Al minuto 50 i Wolves confezionano una bella azione che porta al gol del pareggio: Traorè scappa sulla destra e pennella un bel cross in area per la testa di Jimenez che insacca. Il gol mette le ali ai Wolves che prendono il sopravvento. Al minuto 64 rischiamo di capitolare: l’incontenibile Traorè con un gran destro costringe Alisson ad una grande parata. Passano 3 minuti e l’asse Traorè-Jimenez confeziona un’altra occasione, ma Alisson chiude lo specchio ancora una volta.

Bobby insacca il due a uno per altri tre punti d’oro

Risponde subito dopo il Liverpool con Hendo, che ruba palla e serve Salah, che dal limite non trova una porta che stasera sembra davvero stregata per lui. Passano i minuti e la gara è di sofferenza, ma al minuto 81 Firmino in area manca il gol vittoria sparando sul portiere. Passano 2 minuti e Bobby si fa perdonare: Salah al limite dell’area dimentica per la prima volta l’egoismo e passa ad Hendo, palla per Bobby che in area spara un gran tiro sotto la traversa. Esplode la Travelling Kop e anche tutti noi che mai pensavamo di portare a casa l’ennesima vittoria, la quattordicesima, come il City lo scorso anno. I Wolves però lottano fino alla fine e al minuto 92 creano una grande occasione per il pareggio che, ad onor del vero, avrebbero meritato: il solito incubo Traorè mette al centro per Jimenez, che si sbilancia e non riesce a spingerla in rete, è però abbastanza lesto da servire Jota che da due passi si ritrova la palla più dietro rispetto al corpo e mette fuori. Il risultato è salvo, le coronarie meno, ma si conquista la vittoria più pesante dell’anno. Don’t try to stop us!!!!

di Armando Todino

Comments

comments