donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Waiting for Wembley

 

Questa sera ad Anfield andava in scena una classicissima: Liverpool-Leeds. Senza dubbio una partita storica che evoca tanti ricordi per gli amanti del calcio britannico, per i veri appassionati, per coloro che sanno che il famoso “maledetto United” non era il Manchester, ma il Leeds!!! A causa dei numerosi acciacchi rimediati nell’ultima settimana, Klopp ha schierato la seguente formazione: Mignolet, Arnold, Klavan, Lucas, Moreno, Stewart, Can, Ejaria, Manè, Origi e Wijnaldum. Una formazione piena di riserve, ma che sembrava comunque più che idonea per domare il Leeds, invece assistiamo ad un primo tempo più difficile del previsto. Non corriamo grossi pericoli, tranne il tiro di Phillips al 41 e tranne qualche brivido (i soliti!!) causati da Mignolet in uscita alta, ma non riusciamo a sfondare. L’unica bella occasione creata nel primo tempo è al minuto 11, quando Ejaria pesca splendidamente in area Wijnaldun il cui tiro di prima intenzione viene respinto dall’ottimo intervento di Silvestri. Il primo tempo passa velocemente nonostante sia noiosissimo e alla fine andiamo negli spogliatoi a reti bianche e con la sensazione che sia necessaria qualche mossa dalla panchina per sbloccare il match. Inizia la ripresa ed i primi 10 minuti sono da incubo: al minuto 53 Roofe manda sul palo il pallone del possibile 0-1 che avrebbe cambiato le sorti della gara e forse della qualificazione. Passa un minuto e Roofe ci riprova, stavolta di testa, palla fuori. Fa fatica il Liverpool, sembra una serata davvero negativa. Al minuto 67 Stewart deve lasciare il campo ed entra il baby Woodburn, classe 99.

Woodburn diventa il più giovane marcatore nella storia dei Reds

Woodburn diventa il più giovane marcatore nella storia dei Reds

I Reds sembrano cominciare a svegliarsi dal letargo e dopo 5 minuti Wijnaldum pareggia il conto dei pali. Passano tre minuti ed arriva il tanto sospirato gol: buona apertura di Can per Arnold, che pennella al centro per Origi che, letale come sempre, insacca. Il gol è una vera liberazione per gli uomini di Klopp che già vedevano lo spettro dei supplementari. Ormai la gara si mette in discesa e al minuto 81 i Reds la chiudono con una gran bella azione che termina con l’assist dell’ottimo Wijnaldum per Woodburn, che si fa trovare puntuale ed insacca. Una grande soddisfazione per quello che sembra essere un “bimbo d’oro” alla corte di Klopp. Nei minuti finali ci provano gli ospiti prima con Sacko e poi con Phillips che non trovano il bersaglio. Non accade più nulla fino al fischio finale: Liverpool in semifinale per il terzo anno di fila, speriamo che questa sia la volta giusta. La sete di trofei è enorme, la fortuna non ci ha mai assistito in questi anni, attendiamo con fiducia.

di Armando Todino

Comments

comments