donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

U21, M’brough-Liverpool 0-1

di Giorgio Capodaglio

Partita importante per il Liverpool nel campionato Under 21. Ultima gara del girone d’andata del Gruppo 3, che vede i Reds in testa alla classifica. Borrell per la trasferta sul campo del Middlesbrough si affida al solito 4-2-3-1. Ecco i giocatori che scendono in campo: Gulacsi; Smith, Sama, Sokolik, Wilson; Coady, Roddan; Morgan, Adorjan, Pacheco; Ngoo.

Si gioca nella splendida cornice del Riverside Stadium. Borrell deve fare a meno del tedesco Yesil. L’inizio del match vede il Boro all’attacco, ma l’unico pericolo arriva su un calcio di punizione tranquillamente controllato da Gulacsi. Si fa vedere anche il Liverpool con Pacheco che serve un ottimo pallone a Ngoo, ma l’attaccante dopo aver fatto un bel movimento viene contrastato ottimamente da un avversario. Ci prova anche Morgan con un potente tiro da fuori, che quasi coglie impreparato il portiere avversario. Il pallone termina in angolo. L’occasione più pericolosa fin qui se la procura Adorjan con un dribbling stretto in area di rigore e tiro sul primo palo, che il portiere riesce a respingere per un soffio. Il Liverpool continua a premere e questa volta è Coady a liberarsi al tiro, ma il pallone viene bloccato dal portiere. Dopo tanti attacchi arriva il vantaggio della squadra di Borrell proprio al 45’. Splendida l’azione che sblocca il risultato. Adorjan serve Pacheco con un passaggio filtrante, lo spagnolo supera un avversario ma viene fermato da un secondo, la palla termina a Morgan, che chiede il triangolo a Pacheco, che di tacco lo mette a tu per tu col portiere e l’attaccante lo supera in dribbling per poi segnare a porta vuota. È il meritatissimo 0-1, arrivato con un’azione che ha messo in mostra tutta la classe dei giocatori del Liverpool.

A inizio ripresa è proprio l’autore del gol, Morgan, a lasciare il posto a McLaughlin. La partita cambia completamente. Sama commette un errore sulla fascia destra, l’esterno avversario se ne va via sulla fascia e mette in mezzo per Fowler che con un rasoterra perfetto batte Gulacsi, ma lo stesso Sama salva sulla linea. In questa fase la difesa del Liverpool è sotto l’assedio del Boro, che arriva facilmente al tiro da fuori con la palla che sfiora il palo. I Reds corrono un grandissimo rischio quando un angolo dalla sinistra del Middlesbrough trova la goffa respinta di Smith che colpisce il proprio palo. Il Liverpool soffre anche nei quattro minuti di recupero, con Gulacsi che blocca in due tempi un tiro da fuori e successivamente è bravo a intervenire su una punizione da fuori, al termine della quale l’arbitro fischia la fine del match. Il Liverpool vince ancora e se ne va in fuga, nonostante un secondo tempo piuttosto difficile.

 

Comments

comments

8 risposte a U21, M’brough-Liverpool 0-1

  • Eccomi qui.Sono tornata da poche ore da Liverpool e so che mi crederete,ho già un’immensa nostalgia di una città che amo e dove sto veramente bene.Ho trascorso un fantastico week-end sotto tutti i punti di vista.Ero con persone appena conosciute ma con cui mi sono immediatamente trovata più che bene.Grazie a Stefano ho trascorso piacevolissime giornate con degli autentici scouser di una cordialità disarmante e infine ,mio figlio Alessandro ed io,abbiamo realizzato un sogno che sino a 3 giorni fa,era per l’appunto quello:assistere ad una partita nella KOP.Quando ci raggiunse l’amico di Stefano fuori Anfield e ci mostrò QUELLE tessere,restai senza parole.Tredicesima fila della KOP.Come dicevo un sogno diventato realtà,un brivido che ti attraversa tutto il corpo.Un YOU’LL NEVER WALK ALONE cantato lì è un’emozione indescrivibile.La mia sciarpa in mezzo a tante altre e l’orgoglio di cantare con tutti i tifosi reds:coraggio ragazzi siamo con voi,non camminerete mai soli.BRIVIDI.YNWA

  • Cris:
    Eccomi qui.Sono tornata da poche ore da Liverpool e so che mi crederete,ho già un’immensa nostalgia di una città che amo e dove sto veramente bene.Ho trascorso un fantastico week-end sotto tutti i punti di vista.Ero con persone appena conosciute ma con cui mi sono immediatamente trovata più che bene.Grazie a Stefano ho trascorso piacevolissime giornate con degli autentici scouser di una cordialità disarmante e infine ,mio figlio Alessandro ed io,abbiamo realizzato un sogno che sino a 3 giorni fa,era per l’appunto quello:assistere ad una partita nella KOP.Quando ci raggiunse l’amico di Stefano fuori Anfield e ci mostrò QUELLE tessere,restai senza parole.Tredicesima fila della KOP.Come dicevo un sogno diventato realtà,un brivido che ti attraversa tutto il corpo.Un YOU’LL NEVER WALK ALONE cantato lì è un’emozione indescrivibile.La mia sciarpa in mezzo a tante altre e l’orgoglio di cantare con tutti i tifosi reds:coraggio ragazzi siamo con voi,non camminerete mai soli.BRIVIDI.YNWA

    Cris carissima Cristina!! Già fatto come ben tu sai ma come giusto che sia mi ripeto pubblicamente su questo sito. Come appunto ti ho già detto face to face è stato davvero un piacere fare la tua conoscenza tua di Alessandro e tutto il resto della famiglia per non parlare del tuo cane 😉 …!! Immenso ringraziamento per la tua ospitalità nella tua locanda la notte prima della nostra partenza che come ben tu sai mi ha evitato un viaggio dalla mezzanotte del giovedi sera per essere a Bergamo (Orio al Serio) intorno la mattina alle 5,30 anche se la partenza alle 10.40. Subito è nato un gran bel feeling tra me, te e tuo figlio e a parte, un piccolo rosicamento/invidia come tu sai per quelle tessere nella KOP sai quella invidia era esclusivamente benevola, ho (ma gli amici di Liverpool soprattutto) hanno esaudito un tuo/vostro desiderio e di questo ne sono STRAcontento. Credo davvero di poter dire che in quella TERRA, stiamo veramente creando qualcosa di buono, qualcosa di importante e questo (il loro aiuto) ne è la dimostrazione lampante, tangibile del tipo di rapporto che si è creato tra me ed altri con degli Scousers Veri!! YNWA Cris!!

  • Altro ringraziamento dovuto dopo aver letto i post precedenti del dopo partita lo faccio a Daniele: troppo buono caro Daniele per avermi definito il Boss della Merseyside. Non mi sento assolutamente tale, cerco di fare solo quello che sento dentro, nel miglior modo possibile e sono sempre stato convinto e lo sono sempre di più che qualsiasi sia il risultato del match ho ed abbiamo sempre molto in cambio. Non sò quanto riesco a dare io personalmente, non sò valutarlo e non voglio valutarlo ma vedo che il loro trattamento per noi è sempre il massimo e di questo ne vado sempre più fiero ed onorato e ti dirò, anche meravigliato…non poco alle volte!!

  • NUNZIO: Boss, purtroppo nonostante sono andato ad Anfield pensando di fare magari due o tre foto con il nostro banner, non ci è stato possibile farle all’interno dello stadio appunto perchè causa ordine tassativo mi è stato chiesto/vietato di aprirlo anche solo per delle foto … un gran peccato!! Per motivi di tempo poi e tante distrazioni non abbiamo pensato di farle all’esterno ma Liverpool sà che noi c’eravamo!! YNWA

  • Ha ragione Daniele è il Boss della Merseyside. Stefano è di casa ad Anfield. Anche gli scousers chiedono informazioni e favori a lui!!! YNWA

  • Gennaro Ricciardi:
    Ha ragione Daniele è ilBoss della Merseyside. Stefano è di casa ad Anfield. Anche gli scousers chiedono informazioni e favori a lui!!! YNWA

    Grazie Gennaro!! 😉

  • Vedo che l’entusiasmo dopo questa vitoria è pari a zero, come sempre del resto … mi posso immaginare cosa potrebbe succedere se dovessimo retrocedere …. mah vabbè!!

  • Stefano: l’amore, la fede, la passione vanno al di là della serie in cui si milita e dei momenti negativi che si vivono. Altrimenti si potrebbe cambiare squadra ogni anno. Sarebbe più semplice vincere. Faremmo come quella pubblicità: Ti piace vincere facile?……popopopopopo YNWA