donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

UNA VITTORIA A META’

Impressionante l’apporto a livello di mentalità che ci infonde Thiago Alcantara

Al Villa Park di Birmingham va in scena il terzo turno di FA CUP tra Aston Villa e Liverpool, dopo un lungo tira e molla per decidere se il match fosse effettivamente giocabile o meno, dato il focolaio Covid-19 presente all’interno della squadra dei padroni di casa. I Reds di Jurgen Klopp vedono un terrificante parziale di 12 a 2 nelle ultime due sfide contro i Villans, causa delle due macrosconfitte per 5-0 l’anno scorso in EFL Cup e il (purtroppo) indimenticabile 7-2 dello scorso ottobre. Questa sfida però potrebbe concedere l’occasione di rifarsi al Liverpool dato che per i padroni di casa scende in campo l’under23, con più precisione una squadra di ragazzini con poco meno di 19 anni di media.

Ogni calciatore si vede guidare con il giusto piglio all’obiettivo comune

Comincia la partita al Villa Park e sembra da subito che i campioni di Inghilterra possano rispedire al mittente i 12 gol subiti nelle ultime due apparizioni, infatti dopo soli 4 minuti Manè di testa insacca il pallone in porta su un buon cross di Curtis Jones. A questo punto tutti si aspettano un continuo raccogliere il pallone dal fondo della rete da parte del giovane Akos Onodi ma così non è, infatti nonostante Klopp abbia schierato una formazione per 7/11 titolare, il Liverpool fa fatica e si limita ad un possesso piuttosto sterile e soporifero che conferma le impressioni delle ultime uscite, mancanza di fantasia e creatività, che negli anni di Klopp non erano mai mancate anche quando la sua squadra non era una corazzata apparentemente perfetta come lo è adesso. Trascorrono i minuti e al 41′ la serata dei tifosi Reds peggiora dopo il pareggio di Barry che brucia (letteralmente) Rhys Williams in velocità e trova la rete del pareggio segnando all’esordio contro i campioni in carica. Si chiude la prima frazione di gioco con tante facce amare e cariche di tensione per un risultato che non sarebbe stato neanche pensabile data la differenza tra i due 11 titolari. 

Anche Shaqiri con due assist ha dato il suo fondamentale contributo alla vittoria

Comincia il secondo tempo e Klopp mette dentro Thiago che come sempre dimostra a tutti il perchè sia considerato da molti il miglior centrocampista in circolazione e dopo poco difatti il Liverpool trova il sorpasso con il gol di Georginio Wijnaldum su assist di un Minamino nuovamente parso assente come praticamente sempre da quando è in maglia rossa. Entrano anche Shaqiri e Firmino ed è il primo a dare una ventata d’aria fresca all’attacco di Klopp, lo svizzero infatti con il suo primo pallone provvede all’assist per l’1-3 di Manè e poi due minuti più tardi serve anche Momo Salah per il definitivo 1-4. Nei restanti 25 minuti il Liverpool fa entrare anche Oxlade Chamberlain e Origi e la squadra si limita a tenere il controllo della gara. Termina così 1-4 la partita con un secondo tempo che fa prendere un sospiro di sollievo a tutti quei supporters che si erano visti avviliti dopo i primi 45 minuti di gioco che confermavano un trend non proprio positivo per i ragazzi di Klopp. Il Liverpool accede per il secondo anno di fila agli ottavi di FA Cup, i cui sorteggi si sapranno domenica sera.

di Nicola Avolio

Comments

comments