donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Un Liverpool a due facce per i prime tre punti di Champions

Doppietta per Momo alla prima di Champions ad Anfield

Secondo atto di questa Champions League edizione 2019/2020, ad Anfield Road si gioca Liverpool vs Salisburgo, partita che vede i padroni di casa costretti a vincere, dopo la sconfitta in trasferta al San Paolo e gli Austriaci trionfanti con un roboante 6-2 ai danni del malcapitato Genk.

Klopp opta per il suo solito 4-3-3, schierando Adrian tra i pali, Arnold, Gomez, Van Dijk e Robertson a difesa, il centrocampo sostenuto da Fabinho, Wijnaldum ed il capitano Henderson ed il solito trio offensivo composto da Salah, Firmino e Manè. 

Gli ospiti invece si schierano con un 4-4-2 che vede mancare il suo pupillo Haland, in dubbio già da qualche giorno: Stankovic, Ulmer, Wober, Onguene, Kristensen, Szoboszlai, Junuzovic, Mwepu, Minamino, Hwang e Daka.

Comincia il match e subito partono forte i Reds, arrembanti come sempre, Manè si mette in propria sulla sinistra, e dopo aver dribblato il povero Kristensen cerca un magnifico uno-due con Bobby che fa quello che meglio sa fare, mettere davanti la porta i propri compagni; 10 minuti di gioco ed il Liverpool conduce 1-0 con il 15″ gol in 26 partite per l’attaccante senegalese. Passano i minuti ma il motivo conduttore non cambia, infatti al 25″ i Reds si impossessano del centrocampo ospite, e, dopo aver creato una manovra avvolgente, Trent serve al centro dell’area di rigore Robertson che con un movimento da vero e proprio numero 9 trova il suo primo gol in Champions League ed il doppio parziale per la squadra di casa.

Andy Robbo primo gol in Champions League

Non sazi i ragazzi di Jurgen Klopp continua ad effettuare il pressing asfissiante che li caratterizza e 11 minuti dopo trova il 3-0 proprio con il numero 11: cross dalla trequarti, colpo di testa di Firmino che impiega Stankovic in una respinta non del tutto ‘perfetta’ e Salah facile facile trova il gol che sembrerebbe chiudere i conti già nel primo tempo. I Reds però hanno un ovvio calo fisiologico ed un mai vinto Salisburgo trova il gol che riapre la partita con Hwang che mette a sedere Van Dijk e trafigge Adrian a giro sul secondo palo; termina il primo tempo e sono ottime le impressioni per quanto riguarda la squadra di Klopp che sembra poter portare agevolmente i 3 punti a casa.

Ricomincia il secondo tempo ed il Liverpool nel primo quarto d’ora incredibilmente vanifica tutto ciò che aveva compiuto nella prima fazione di gioco, infatti al 56″ Minamino con uno splendido diagonale al volo incrocia e trova il 3-2 e appena 4 minuti più tardi al 60″ con il giovane Haland (entrato appena da due minuti) trova il momentaneo pareggio con una difesa immobile.

Ricomincia allora l’arrembaggio del Liverpool che è costretto a ri-vincere la partita, e che non può permettersi di lasciarsi sfuggire questa occasione, neanche dieci minuti che Bobby Firmino trova un altro tocco magico per l’Egyptian King che colpisce per la seconda volta e trova il 4-3 del Liverpool che però non sembra mai esser sicuro, soprattutto difensivamente visto l’ottima propensione offensiva della squadra ospite.

Il trio delle meraviglie

Nei restanti 20 minuti contrariamente a quanto successo prima non ci sono da segnalare altre grandi occasioni, se non per Manè che con un guizzo da calcio d’angolo sfiora l’impatto col pallone ad un metro dalla porta.

Dopo i 3 minuti di recupero l’arbitro fischia tre volte ed i Campioni d’Europa trovano la loro prima vittoria stagionale in Champions League, importantissima in vista dei prossimi impegni e di come si era messo il match per i nostri ragazzi.

di Nicola Avolio

Comments

comments