donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

TRE SQUILLI E ANCHE IL PALACE È ABBATTUTO

 

Manè sblocca una partita insidiosa

 

Dopo l’emozionante rimonta in Champions contro il Milan, il Liverpool torna in campo di nuovo ad Anfield per ospitare il Crystal Palace di Patrick Vieira. Massiccio turnover da parte di Klopp che cambia tutta la difesa, composta oggi da Tsimikas, van Dijk, Konatè – al suo esordio da titolare – e Milner terzino destro per l’assenza dell’ultim’ora di Alexander-Arnold, rimasto a casa per malattia. Tornano dall’inizio anche Manè e Thiago, al posto di Origi e Keita. Nel Palace a guidare l’attacco è l’ex Benteke, fiancheggiato da Ayew e ovviamente Wilfried Zaha. A centrocampo occhio al nuovo acquisto Gallagher, che ha iniziato la stagione alla grande.

Partono forte gli ospiti che dopo un minuto creano già il primo pericolo sugli sviluppi di un lancio di Gallagher che pesca Zaha in area, l’ivoriano scavalca Alisson con un pallonetto ma il portiere brasiliano rincorre il pallone e riesce a smanacciarlo sul palo. Sul susseguente calcio d’angolo, è Benteke ad avere la chance del vantaggio, ma il suo colpo di testa colpisce, di nuovo, il palo esterno. Dopo un inizio balbettante, anche il Liverpool comincia a macinare gioco e al 9′ va vicino al gol con Jota, che però non centra il bersaglio da posizione defilata. Al quarto d’ora grande occasione per Henderson che arriva bene al volo su cross di Manè, ma Guaita è attento e respinge in angolo. Il Palace rimane presente e si fa vedere in un altro paio di occasioni con Benteke – su una in particolare bravo Konate a recuperare in velocità – ma il Liverpool continua a pressare. Al 37′ occasione colossale sprecata da Jota: cross di Henderson dalla destra, colpo di testa di Thiago respinto da Guaita, e il portoghese da due passi spara clamorosamente fuori dallo stadio, dove tutti hanno le mani tra i capelli. Nel finale però arriva finalmente il gol che sblocca il risultato: angolo di Tsimikas, colpo di testa di Salah parato da Guaita, ma Manè pimoba sul pallone e fa 1-0 con il suo gol numero 100 in maglia rossa.

Il solito Salah mette al sicuro i tre punti

Il secondo tempo è sempre combattuto ma più avaro di emozioni. Il Palace è costretto ovviamente a cercare il pareggio, mentre il Liverpool vuole il gol della sicurezza. All’ora di gioco Thiago deve lasciare spazio a Keita per infortunio. Un paio di occasioni per i padroni di casa, prima con van Dijk di testa, poi un doppio tentativo Keita-Salah cui si oppone Guaita. A 20 dalla fine grande occasione per le Eagles con il nuovo entrato Edouard che viene pescato alla perfezione da solo in area, ma il francese sbaglia clamorosamente lo stop e permette ad Alisson di sventare la minaccia. Al 78′ il gol che chiude i giochi: di nuovo calcio d’angolo, van Dijk spizza di testa, e Salah spara in rete una botta su cui Guaita non può nulla, 2-0 e via la maglia davanti alla Kop per il suo gol numero 100 in Premier League. Nel finale c’è gloria anche per Keita che segna il gol di giornata con un tiro al volo da fuori area eccezionale che fulmina il portiere spagnolo.

Keita mette la ciliegina sulla torta

Finisce 3-0 una partita che col passare dei minuti si stava facendo sempre più ostica, ma che alla fine si chiude con una larga vittoria. Altra vittoria, altri tre punti per i Reds che salgono a quota 13 e momentaneamente in testa alla classifica. Adesso trasferta di coppa contro il Norwich, prima di tornare in campionato sempre in trasferta contro il Brentford.

di Walter Randazzo

 

Comments

comments