donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

The LiverMonth Review: Agosto 2012

di Matteo Paradiso

Ci piace ricordarlo così.

Agosto è stato un mese intenso per i Reds, da molti punti di vista. Infatti questo mese ha visto l’inizio della Premier League, oltre alle prime uscite ufficiali del nuovo Liverpool targato Rodgers, oltre a notevoli stravolgimenti di mercato e al definitivo in alcuni casi, provvisorio a quanto pare in talaltri, passaggio in prima squadra di alcuni giovani emergenti. Ma andiamo per ordine.

MERCATO. Il mese di Agosto era iniziato piuttosto bene, con l’acquisto di quello che sicuramente diventerà un grandissimo giocatore: Joe Allen, acquistato dallo Swansea, ha infatti dimostrato nelle partite fin qui disputate di saper unire doti tecniche assolute e inconfutabili a buone capacità di pressing e di interdizione. Insomma, un giocatore completo che sicuramente diverrà il perno del centrocampo ad Anfield si spera per molti anni. Altro rinforzo arrivato a centrocampo è Nuri Sahin, talentino turco scuola Borussia Dortmund parcheggiato momentaneamente ad Anfield da Josè Mourinho, in quanto chiuso da Xabi Alonso al Real Madrid. Le doti tecniche del giocatore sono indiscusse, nonostante la sua pessima prima apparizione in maglia Rossa contro l’Arsenal, ma dobbiamo comunque considerare che il giocatore è fermo da un anno e che la sconfitta contro i Gunners purtroppo ha fatto riportare numerose insufficienze tra le fila del Liverpool. Altro tassello del nostro mercato è stato Assaidi, arrivato dall’Herenveen (redivivo, ancora mai aggregato alla prima squadra a causa dei postumi di un infortunio), ala rapida e moderna e, a quanto pare da Youtube (quindi decisamente una fonte poco attendibile), anche dotato di una discreta tecnica. Certo, la Eredivisie non è molto dissimile dalla Premier e solitamente i giocatori provenienti dalla prima serie Olandese si adattano discretamente alla Premier. Staremo a vedere. Completa il quadro l’acquisto del giovanissimo Samed Yesil, Tedesco di origini turche, per un milione di Euro. La giovanissima punta dell’Under 21 germanica ha numeri impressionanti, e a quanto pare un fiuto del gol che pochi alla sua età annoverano. Rodaggio nelle giovanili per lui, che potrebbe comunque esordire presto in prima squadra.

Purtroppo gli acquisti terminano qui. Dico purtroppo perché il fronte delle cessioni ha visto perdite importanti e niente affatto vicariate dalle entrate. Se a centrocampo sono infatti partiti Spearing (in prestito al Bolton) e Adam (a titolo definitivo allo Stoke), fa specie soprattutto la cessione di Andy Carroll in prestito al West Ham (di 1,5 milioni con obbligo di riscatto a 18 in caso di salvezza degli Hammers). Nelle ultime, febbrili ore di calcio mercato la ricerca spasmodica di un sostituto non ha prodotto alcunchè. Dempsey, in lizza fino all’ultimo, ha preso la strada del White Hart Lane (guarda caso), e le ipotesi Huntelaar, Llorente, Damiao non erano affatto percorribili. Persino i last minute senza contratto Del Piero e Owen (per i quali a quanto pare c’è stato un effettivo interessamento) e lo scontento Drogba hanno declinato le attenzioni dei Reds, lasciandoci così a secco di attaccanti. Oltre al lato tecnico, preoccupa non poco un dato: cioè che per Dempsey non c’è stata la volontà di alzare di soli 2 milioni di Euro l’offerta fatta al Fulham, e che voci abbastanza attendibili riportano che l’Internacional abbia offerto Damiao ai Reds in prestito a 1,8 milioni con opzione per il riscatto a 18, offerta declinata dalla dirigenza di Anfield. Il fatto che ci sia questa parsimonia non è foriero di buoni auspici, soprattutto per il futuro. Ora, per intanto, rimaniamo con i centrocampisti piuttosto contati dopo l’infortunio di Lucas e senza una vera, autentica prima punta.

LATO TECNICO. Se le partite casalinghe di Europa League contro, è pur vero, modestissime formazioni quali il Gomel e gli Hearts hanno palesato un interessante sviluppo del gioco di Rodgers, o almeno l’embrione di quest’ultimo, attenendoci al mese di Agosto la partita contro il WBA ha subito ridimensionato le aspettative dei Reds. La sconfitta per 3-0 arriva infatti come il classico pizzicotto che risveglia dal sogno, riportandoci con i piedi per terra a fare i conti con la realtà. Le partite di Europa League e il match interno contro il faraonico City da un lato ci dicono che il Liverpool è una squadra che produce gioco, che può giocarsela anche con avversari sulla carta molto più forti a viso aperto e che è ancora una compagine temibile. D’altro canto però, le stesse partite unite alla disfatta di Birmingham ci confermano 2 cose: la sterilità in fase offensiva e la debolezza del reparto arretrato. Là davanti infatti, Borini assicura tanta corsa, ma poca concretezza in fase realizzativa; su Suarez sono stati sprecati fiumi di inchiostro circa la sua classe immensa e il suo enorme talento, secondo solo alla sua totale inconcludenza che viene spesso palesata. Downing purtroppo è ancora morso dal torpore che lo caratterizza ormai da qualche anno, su Cole preferisco non pronunciarmi e Sterling, benchè molto positivo  nelle uscite finora disputate, è ancora tremendamente giovane per accollarsi il peso dell’attacco nientemeno che del Liverpool. Morgan, pure talentuoso, è ancora acerbo e ha bisogno di tempo. In questo quadro era necessaria una punta di peso, o perlomeno con un buon fiuto del gol, invece non solo essa non è arrivata ma è addirittura partito Carroll. Insomma, un disastro.

Se Atene piange, Sparta non ride. Nella ellenica metafora, Sparta è il reparto difensivo. A parte il solito bastione Agger, come sempre unico barlume nelle tenebre che stanno avvolgendo il reparto arretrato di Anfield, e Kelly che a sprazzi ci ricorda perché molti di noi lo considerano molto più che un rimpiazzo, il resto è di una pochezza imbarazzante. Skrtel, senza il danese, sembra un bambino perso al supermercato (e sì che non è che poi ne abbia molto le fattezze anatomiche), come dimostrano gli svarioni commessi contro il City, ma anche con Agger vicino contro il WBA, cosa che tra l’altro è costata il rosso al danese. Johnson è sempre piuttosto inconcludente, Enrique è l’ombra di sé stesso, Carra purtroppo ha l’età che ha, Coates per motivi oscuri non gode di molto credito. Ma il problema più grande è tra i pali: quello che purtroppo molti di noi vanno dicendo da molti mesi si è concretizzato agli occhi di tutti in maniera tragica e drammatica, oserei dire quasi ridicola, in queste prime apparizioni del 2012/2013. Reina, infatti, non è più all’altezza della situazione. Ormai ogni tiro in porta (e spesso anche cross) equivale a una rete per il pinco pallino di turno. Paradossale l’escalation di svarioni, via via sempre più gravi, di cui si è reso colpevole il “portiere” iberico, che sono costati un’enormità in termini di punti e soprattutto di morale della truppa di Rodgers. Lloris era a portata di mano: ma per un qualche oscuro motivo, Reina è visto come l’anziano del villaggio, intoccabile e indiscutibile, dalle parti di Anfield. E purtroppo la sensazione è che dovremo sopportarlo ancora a lungo. Con questi problemi, e soprattutto con il problema notevole di giocare praticamente senza portiere, difficile ambire a piazzamenti di onore purtroppo.

Le buone notizie, o meglio discrete arrivano dal centrocampo: a parte Gerrard, autore di un inizio di stagione piuttosto opaco, e Sahin (comunque alla sua prima apparizione e ancora sofferente per l’anno passato ai box), Agosto ci ha consegnato un Allen che già sta studiando da leader del centrocampo e uno Shelvey in forma smagliante, pronto a mio avviso a poter lottare per un posto fisso tra l’11 titolare. Impressionante infatti la progressione di Jonjo, che si è confermato anche ieri in amichevole con l’under-21 inglese. Tempi duri quindi per Henderson, a quanto pare. La cattiva notizia è lo stop che imporrà a Lucas di rimanere fermo ai box almeno fino a Novembre: un’autentica tegola.

Altra nota positiva sono i giovani: lanciati Sterling (autore finora di buonissime prestazioni) e Shelvey, in rampa vi sono Morgan (quanto avremmo bisogno di tirare ora fuori dal cilindro dell’Accademy un giovane bomber come fu con Owen!) e Suso (al quale, notizia di oggi, Rodgers darà presto una possibilità). Il puntare sul nostro settore giovanile di qualità eccelsa è l’unica arma che abbiamo per sopperire alla mancanza fisica di elementi per sostenere 4 competizioni.

Insomma: Agosto ha fatto addensare notevoli nubi sull’orizzonte della Mersey rossa e di sicuro ci ha enormemente ridimensionato: tuttavia non me la sento di sparare giudizi, non ancora almeno, dopo sole 7 partite ufficiali. La sensazione è che la squadra debba ritrovarsi, e soprattutto che il suo Capitano debba alzare la voce e ricominciare ad appendere al muro dello spogliatoio tutti coloro che o remano contro o sono affetti da narcolessia cronica (vero Pepe?). Perché l’11 non ha nulla da invidiare ad altre squadre che sono accreditate di un piazzamento in zona Champions. Basta solo trovare la quadratura del cerchio, un po’ di fiducia e per carità di Dio tirare fuori gli attributi una volta per tutte!

YNWA

Comments

comments

44 risposte a The LiverMonth Review: Agosto 2012

  • P.s scusate tutti per il piccolo ritardo 😉

  • L’articolo di fine mese richiede il suo tempo in quanto necessità di una disamina approfondita, molto di più rispetto a quella fatte a caldo nei vari post partita.

    Direi che nel complesso il pezzo è decisamente centrato nei contenuti così come nella freddezza dell’analisi.

  • …io direi pure che e’proprio scritto bene….

  • Grazie ragazzi sempre troppo gentili 😉
    http://www.mirror.co.uk/sport/football/transfer-news/liverpool-ready-to-swoop-for-young-german-1314423
    ter Stegen? Dove bisogna firmare???

  • Che si siano accorti che lo spagnolo oltre ad essere una calamita’ , un boicottatore, leggasi giocare contro Kenny, ora ripeta la stessa manfrina con Brendan?

    Che vada dove meglio creda il nemico pubblico n. 1 della Merseyside. Valore di mercato 16 mil.

  • Non ce li danno secondo me Pà..se ne alziamo 10 è già tanto..e dobbiamo interamente investirli per il sostituto..ter Stegen te lo danno a 10, anche Butland (il Birmingham ne chiedeva 9 mi pare), ma Butland anche se ha solo un anno di meno di ter Stegen secondo me è ancora molto più immaturo del suo collega, anche se il talento non si discute..se no c’è Ruddy che non è malaccio..Krul, si potrebbe provare Zieler, Vorm..insomma qualcosina c’è ancora..certo a mio avviso il top sarebbe ter Stegen e, ripeto, a 10 milioni di pounds te lo “tirano”..magari..

  • Ottimo articolo. Analisi giusta e precisa.

    Non cè altro da aggiungere, adesso tocca alla squadra e a BR svegliarsi.

  • 16 x reina paolo seportiamo a casa 5 6 milioni e gia un affare almeno anche x il discorso dell ingaggio annuale che c e ne liberiamo ciao butterflyreina

  • Forse ce la facciamo veramente a liberarci di lui: http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=383419

  • Io mi preoccuperei più delle sue dichiarazioni (visto che è ancora dei nostri)……ammesso che siano vere……

    Liverpool, Reina: “Io e alcuni compagni volevamo Benitez”
    http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=356661

  • Grazie Ale!
    @Renny: no cioè se è vero che ha detto cose del genere, in un momento così, è davvero da appendere al muro..mi chiedo solo come si possa permettere di dire queste cose, cioè come siamo arrivati a questo punto? Brendan cerchi di prendere provvedimenti. Via questo bamboccio a gennaio e prendiamo ter Stegen, Vorm o Butland..

  • Infatti si dovrebbe appenderlo “on The Wall” e cantargli “Goodbye blue sky!” 😀
    Da quelle parti Matt, evidentemente, non sanno cosa significa un………PALIATONE!!!!!!!!……Mamma mia che squallido personaggio!!!!!

  • hahahahahahah apprezzo molto la citazione Renny 😀

  • ..caduti veramente in basso oltre ogni limite se e’vero…mai vista o letta una cosa del genere…e’inaudito e fuori da ogni logica di spogliatoio,di club, di morale che riguardi almeno il salvaguardare lo spirito del tifo…sono basito,sono assai disgustato…e’un atteggiamento che nasconde un profondo cambiamento,una virata verso sud,di un club nel quale MAI una simile manifestazione di insofferenza si era verificata…va punita e va stigmatizzata con tutte le forze…in una interessante conversazione con il nostro boss,al secolo koprule,questi mi spiegava come reina fosse praticamente intoccabile a liverpool,grazie alla sua continua presenza nel sociale e nel tessuto piu’bisognoso di aiuto della citta’..questo spiegherebbe moltissime cose,ma anche se l’uomo fosse assolutamente irreprensibile dal punto di vista della capacita’di farsi amare,resta che,un simile modo di manifestare un pensiero di insubordinazione e lacerazione di un ambiente, gia’in questo momento simile ad un cappotto bucherellato esposto al vento gelido dell’inverno di una crisi irreversibile,non e’accettabile………

  • …Tanto a gennaio torna Benitez. A meno di clamorose inversioni di rotta, a meno che Rodgers non inizi a macinare tre punti ad ogni match, il percorso è segnato.

  • Dichiarazioni di questo tipo, altamente destabilizzanti, fatte inoltre da un ritiro che non ha niente a che fare con il Liverpool vanno condannate e la società dovrebbe prendere immediatamente provvedimenti come spero venga fatto oltre a mettere il giocatore sul mercato. Facile girare il dito nella piaga in un momento del genere, che brutto personaggio davvero.

  • Leggo solo ora la vostra sorpresa riguardante le dichiarazione di Reina.

    Sono veramente contento di constatare che quando scrivo non viene mai letto, o quasi, da alcunchè. Ottimo direi.

    In tempi non sospetti, verso la fine del campionato, scrissi che Reina aveva remato contro, che c’era una cosca all’interno dello spogliatoio non amava i metodi di Kenny.

    Nessuno mai si sbilanciò oltre.

    IL GIORNO DOPO L’ANNUCIO DI RODGERS al Liverpool Reina fù il primo ad esternare il suo disappunto in un’intervista ammettendo pubblicamente sull’ECHO “Peccato, ho sperato che tornasse Rafa Benitez, sono deluso come molti di noi”

    Da quel giorno ho più volte sottolineato “l’anomalia Reina” e non a caso alcuni giocatori vicini a Tudor I° (così definito da Stefano Iaconis in un suo bellissimo editoriale di alcuni anni fa) hanno preso casualmente la via d’uscita da Anfield.

    Ho sperato sino all’ultimo che anche questo “figlio del padrino” cogliesse l’occasione e se ne andasse ma purtroppo, e non so il perchè, è rimasto ad Anfield perpetrando l’opera di sabotaggio el manager di turno.

    Ora se questo bamboccio spera che Henry lo faccia ritornare per soddisfare questo capriccio voglio sperare debba attendere la pensione.

    Forse il madridista sta cercando di riportare a casa il re nudo. Povero Rafa detto “il GENIO” da quando ha lasciato Liverpool per Milano sponda Inter per un breve quando ridicolo periodo, pur vincendo la Coppa Intercontinentale (con la squadra creata da Mourinho).

    Ma a Milano sono meno stupidi a quanto pare.

    Ora finalmente (anche se non ne sono ancora convinto) prenderanno una decisione. Cosa faranno, non lo so, personalmente lo metterei in tribuna, immediatamente!

  • @Stefano: ma guarda un pò …… il reietto “figlio del padrino” ha adottato lo stesso sistema del suo “pappone”, la cosa non mi sorprende, chissà perchè …..

    Benitez fa la carità a JFT96 con 1.000 pound a famiglia solo dopo aver percepito 8,5 mil. di buona uscita per non creare ulteriori danni. Povero becero essere, poi fa anche le lacrime di coccodrillo al testimonial.

    Reina !!! Rafa !!!! I tempi del caudillo sono finiti …… per fortuna

  • Tribuna, e poi a Gennaio, regalato.

    Questo oltre ad essere un portiere scarsissimo, auspica il ritorno di COLUI CHE NON DEVE ESSERE NOMINATO(aka Benitez).

  • Antiprofessionale…il problema che questo a sunderland occuperà come sempre i pali della nostra porta…

  • Matteo: Se torna Rafa Benitez smetto di tifare Liverpool sino a quando se ne andrà, e questa è una promessa !!!

  • Pà, pensavo più o meno la stessa cosa 😀

  • ahahahahahahah Rafa Benitez sorpreso per non essere stato richiamato al Liverpool!!! ahahahahahahahahah

    Non lo vuole più nessuno il panzovilla! Crede veramente che anche questi americani vogliano farsi rovinare da lui???

  • Luca …. quando uno si crede un dio, vede solo se stesso. “specchio specchio delle mie brame ……. ”

    Comunque Reina, Johnson ed un paio d’altri ci hanno sicuramente provato, lo dimostrano le rispettive prestazioni dopo l’esonero del re nudo.

  • Ragazzi questo spettro aleggerà sempre secondo me..se non ci è riuscito Kenny a scacciarlo, qui ci vuole o uno con le p***e quadrate veramente, e spero Brendan lo sia e credo che con tutti i difetti che gli si possano imputare se non altro gli si debba accreditare questo pregio, o uno che comincia a vincere zittendo tutti. Dal momento che però senza portiere non si vince, spero che seguirà a breve l’accantonamento di Papereina. Della serie o inizi a smettere di sbagliare e di fare boiate oppure la tua carriera stavolta è finita. Il credito che vanta verso Anfield da quanto leggo in giro sta finendo e la gente inizia a spazientirsi. Buon per noi.

  • Di una cosa siamo certi……..della mancata presenza di una società seria………Dalle nostre parti si chiama cospirazione. E’ vero, c’è una differenza………non è segreta, ma questo trama alle spalle del club e sicuramente, con altri balordi del suo livello….. E’ grave un atteggiamento così e dice bene Jacopo sul fatto che è pericoloso che parli (e male) della problematica situazione al Liverpool in un ambiente così lontano da Anfield. Paolo, a dire il vero Reina non mi è mai piaciuto, fin dal suo arrivo, anche perchè spagnolo, quindi, per quanto mi riguarda, ho provato piacere tante volte ad attaccarlo, in più mi accorgo che non è certo ben voluto nel branch. Sul discorso di remare contro in favore di Sancho Panza, io addirittura ci inserii pure Kuyt, quando Kenny lo teneva fuori, oltre al resto della “prole” panzovilliana, …….
    E mi viene da ridere nel leggere che, Sancho ha scritto un libro dal titolo ‘Champions League Dreams’……No dai….ragà non ditemi che ha pubblicato una roba del genere!…….. Ma si rende conto di cosa abbiamo visto in quegli anni?……La serie TV “I racconti di Edgar Allan Poe!”. No no……non ci sto al genere thriller-horror………non erano vittorie quelle……..erano prenotazioni all’U.T.I.C.!!!!!

  • vado un attino OT, ma spero di portare una nota gioiosa in questo periodo un po così: Samed Yesil ha fatto 3 gol nelle 2 partite con l’ U21 tedesca; chissà che magari abbiamo fatto un colpo una volta tanto…

  • Speriamo perchè davanti siamo a dir poco spuntati…

  • Le voci sulla sostituzione di Reina, si fanno ancora più insistenti. Dei giornalisti non mi fiderei neppure se mi dicessero che l’acqua è bagnata, però cè da dire che è da una settimana, che girano decine di voci sul “sostituto”. Quindi qualcosa di vero cè.

    IO CI CREDO.

    Levarsi dalle palle un personaggio come Reina non è facile. Misteriosamente osannato dalla tifoseria ad Anfield, e “senatore” dello spogliatoio. Io penso che la società abbia capito subito che questo era un bastardo che remava contro, ma non poteva arrivare, e mandarlo subito via. La tifoseria sarebbe insorta.

    Ma ormai le sue prestazioni ridicole, e le sue “remate contro” sono cosi palesi e catastrofiche, che niente più può trattenerlo.

  • Curioso tweet di Borini nel quale chiede in modo deciso alle tre bandiere dei Reds, Reina, Gerrard e Suarez di prendere in mano la squadra. Mah …. secondo me ha sbagliato i destinatari.

  • under 19 ronny comunque speriamo bene

  • ronny cosa aspetti a fare un maschietto magari fra 20 anni sara il nuovo fowler

  • Nel tweet magari Borini poteva infilarci Agger e Carra al posto di Reina e Suarez…

    Continua l’opera di destabilizzazione di RB che adesso dichiara che il Liverpool avrebbe vinto la premier se non fosse stato per H e G….cosi spera di ricucire i rapporti e farsi nuove simpatie proponendosi come Salvatore della baracca….infido fino in fondo

  • DI GIOVANNI GIANLUCA(ENGLAND71): ronny cosa aspetti a fare un maschietto magari fra 20 anni sara il nuovo fowler

    spero non prenda dal papà però, perchè di gol ne faceva pochi 🙂 io ero un 10 classico! comunque ora lo dico alla mamma, vediamo cosa ne dice, è per una buona causa in fondo!

  • “Il Padrino” ormai rasenta il ridicolo, per non dire peggio.

    Credo sia convinto di avere un qualche diritto divino sulla società perchè ha fatto due finali di Champions.

    Peccato si scordi il fatto che per lui la Premier era già finita agli inizi di ottobre.

    Consiglio: cambia pusher o mettiti a fare il predicatore su qualche fiume in Siberia, là saranno costretti dal freddo a stare immobili ad ascoltare le tue eresie.

  • Meglio la Siberia!!!……….Ma perchè non prende esempio da Lippi e sparisce una volta per tutte?…..

  • http://www.dailymotion.com/video/xtgacf_itv1-london-hillsborough-the-search-for-truth_news?search_algo=2

    QUALCUNO SAREBBE COSì GENTILE SE NE HA LA POSSIBILITA’ DI SCARICARE QUESTO VIDEO DA DAILYMOTION ED INVIARMELO A CASA SU UN DVD!?!? Questo è il documentario sui fatti di Hillsborough andato in onda ieri sera in tarda serata sulla BBC.

  • QUALCUNO DEVE SCARICARE IL DOCUMENTARIO CHE HO POSTATO SOPRA ….. RAGAZZI C’è IL NOSTRO BANNER …. ANCORA NON CI CREDO!!!!! Lo vedo solo ora perchè mi appariva della pubblicità sullo streaming di ieri sera ma rivedendolo ora nella parte finale del documentario c’è una inquadratura della KOP che canta YNWA ….. beh era questo 15 Aprile quando eravamo al Memorial e si vede anche il nostro banner …. non ci credo ancora nel bene e male ci siamo anche noi ;))

  • premessa: non sto difendendo benitez.
    cerchiamo di prendere le sue ultime dichiarazioni riguardo il liverpool=business, spogliandole del fatto che è benitez a dirle e che si riferisce con precisione al liverpool.ok. prendiamo la sostanza del discorso: “…mi ero trasformato in un direttore di banca. Le scelte della società erano fatte per placare le banche e non per i tifosi. Questa era la situazione…” si possono mettere in bocca a tutti gli allenatori che non abbiano come presidente uno sceicco. e chi non lo dice, non è del tutto onesto.
    con tutti i suoi miliardi di difetti e riferimenti vergognosi, secondo me,ha cmq detto la varità (almeno in quella parte di discorso che,ripeto,è universale,al di là della società liverpool.
    spero non sia anche il caso di questa proprietà.

  • Perdonami ma non riesco a capire il succo del tuo discorso. E’ comunque normale che chi acquista una società di calcio un attimo di speculazione la faccia sempre, anche se poi, a fine stagione, venga dichiarata la solita “perdita” secca contabile.

    Lui ha sempre dichiarato, piangendo, che avrebbe voluto a disposizione i milioni messi in mano a Mou, Mancini, Ferguson ecc. ecc.

    Ma sappiamo bene tutti che solamente negli ultimi due anni aveva un badget limitato, e sappiamo benissimo il perchè.

    Lo sperpero di denaro in bidoni suoi “amici” o l’acquisto di campioni per lasciarli in tribuna prima, rivenderli a metà prezzo poi, la dice lunga sul soggetto.

    La cosa che non capisco è perchè insiste ad accostarsi al Liverpool. Possibile che in Spagna non trovi una cippa di squadra che lo voglia?

    Del resto ha fatto due finali di Champions, qualcosa di buono lo avrà anche fatto. Forse il soggetto è bloccato dal fatto che ha un harem tecnico di ben 25 elementi che impone come vincolo alla sua firma su ogni contratto.

    Manco fosse Gesù Cristo ……

  • Paolo Cerioli (K.K.K.):
    Matteo: Se torna Rafa Benitez smetto di tifare Liverpool sino a quando se ne andrà, e questa è una promessa !!!

    Mamma mia… Io non mi sbilancerei così tanto… E in questo calcio poi? Un suo ritorno ci può stare e al di là di tutto potrebbe aver fatto tesoro dei suoi errori non credi? 😉 Io sinceramente le emozioni che ho vissuto in tante notti europee a volte mi facevano dimenticare i tristi pomeriggi inglesi… 😉 Poi rimane il fatto che Rafa ha toppato in alcune scelte, ma se le paragoniamo al genio che ha acquistato BAC per quella cifra (non oso nemmeno ricordarla) tutto il resto puff scompare… Almeno i campioni che ha portato RB ad Anfield per un po’ di anni credo che ce ne vorrà per rivederli, compresi tanti giovani promettenti. Inoltre è un dato di fatto che sotto il suo mandato il Pool aveva una sua dimensione europea, oggi? Se Rafa oggi sta fermo e non allena non credo che noi ce la passiamo meglio… Fermo restando che la società ha gestito malissimo anche la situazione The King. Ma questa è un altra storia…

  • immagino che starete preparando un aricolo per i fatti di oggi… Intanto mi porto avanti 🙂 JUSTICE FOR THE 96

  • La verità era ed è solo una… Ed è un peccato che anche nella nostra cara amata Inghilterra ci siano voluti tanti, troppi anni per venire a galla. A parte le vittime quante altre persone sono morte quel giorno? Anzi direi per quelli che sono rimasti la vita è diventata un inferno ed ho avuto modo di parlare con qualche famigliare. E quanti sono morti dopo? Parenti, amici… Gente andata via con la rabbia di non aver visto la giustizia emergere, trionfare. Gli Scousers ne hanno fatto una ragione di vita e non hanno mollato MAI di un centimetro!!! Anzi ogni anno erano sempre più arrabbiati e determinati nel portare avanti la loro lotta per una giusta causa, noi come Italian Branch quest’anno siamo stati presenti al memorial con il nostro banner, e il 22 Aprile ci siamo recati alla Hillsborough Justice Campaign per donare un nostro modesto contributo, la cosa mi anzi ci ha riempito di orgoglio e quel giorno, quel momento rimarrà per sempre come un’istantanea indelebile nel mio cuore. Italian Branch WANT JFT96!!!

    P.S. A breve (si spera) pubblicheremo qualcosa e vi prego di ricordarvi che purtroppo ( 😉 )tutti abbiamo una vita (con tutto quello che implica) e un lavoro… Per fortuna direi,di questi tempi…