donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

TESTA ALTA E TANTO RAMMARICO

Alla fine è mancata solo la rete…

La travagliata stagione dei Reds giunge ad un momento particolarmente importante, in cui s’incrociano obbiettivi nazionali ed internazionali in una girandola concitata e ricca di possibili risvolti. Dopo aver ripreso una discreta serenità nei confini inglesi, la squadra di Klopp si appresta ad affrontare il ritorno dei quarti di Champions League, contro un Real Madrid nel suo miglior momento stagionale. I “blàncos” si sono imposti all’andata per 3-1, mettendo in scena una prestazione maiuscola, degna del grande prestigio del club castigliano. I Reds sono quindi chiamati a reagire con orgoglio ed ambizione, in quanto servirà una grande prestazione per strappare una qualificazione decisamente complicata. Lo schieramento è quello classico, gli interpreti pure, ma salta all’occhio la presenza di Milner a centrocampo, con Fabinho in regia e Wijnaldum a completare la linea mediana. In difesa confermato il duo Kabak-Philipps, quasi obbligato viste le pesanti e perenni assenze in quella zona di campo.

Ghiotta l’occasione mancata da Salah nei primi minuti

Il Liverpool parte molto bene, con il giusto piglio e forte della voglia di andare a recuperare il risultato, mentre il Real appare decisamente più sornione e rilassato, ma sempre pronto ad affondare i colpi al momento giusto. La splendida conclusione di Milner all’11’ trova la grande risposta di Courtois, ma le occasioni più grosse arrivano nei minuti finali, con Salah e Wijnaldum che sprecano malamente due ghiottissime chances per passare in vantaggio. Il primo tempo si conclude con i Reds in avanti ma colmi di rammarico, e la sensazione è che il passaggio del turno possa ancora tingersi di rosso scarlatto. Il sipario della ripresa si apre con un’importante occasione sprecata da Firmino, a conferma del momento positivo di un Liverpool deciso e volenteroso. Il copione del match è praticamente lo stesso della prima frazione, ed i Reds vanno più volte vicini alla rete del vantaggio senza mai trovarla, mostrando ancora grande imprecisione e poca lucidità sotto porta. Il Real cerca di rispondere nel finale con Benzema e Vinicius, abili a sfruttare le ripartenze con movimenti efficaci e grande qualità, ma anche in questo caso i tentativi si traducono in un nulla di fatto. Finisce 0-0 ad Anfield, con i ragazzi di Klopp autori di una prestazione incoraggiante, che di certo allontana ulteriormente le pesanti nubi di questa difficilissima stagione.

Partita di tanto cuore del giovane TAA

I Reds ora devono concludere al meglio l’annata, cercando di conquistare il posto più alto possibile in ottica Europa, per dare un senso ed un minimo di prestigio ad un percorso sfortunato e pieno di tanti problemi.

di Francesco Lionetti

Comments

comments