donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Proud of you … Redmen

di Armando Todino

Grande prestazione di Luis Suarez

Anfield Road, ore 10.50, cala il sipario sull’Europa League del Liverpool, come era prevedibile dopo la sfortunata gara di San Pietroburgo, dove si poteva segnare almeno un goal, quel goal che avrebbe cambiato tutto.

Sapevamo che stasera ci sarebbe voluta un’impresa per ribaltare lo 0-2 dell’andata, sia perché il Liverpool, orfano di Sturridge, doveva segnare tre gol con una sola punta, sia perchè occorreva una partita praticamente perfetta in difesa, cosa che quest’anno è capitata di rado e che purtroppo è stata confermata puntualmente.

I ragazzi tuttavia ci hanno provato ed hanno fatto in pieno il loro dovere sfiorando l’impresa che sembrava improbabile. Rodgers ha schierato la seguente formazione: Reina tra i pali, Johnson ed Enrique laterali e coppia centrale Carragher-Agger, a centrocampo il trio Gerrard, Lucas, Allen e in attacco Henderson e Downing a sostegno dell’unica punta Suarez.

Inizia la gara con il Liverpool che al minuto 7 va al tiro con Henderson, ma la conclusione è debole e non impensierisce Malafeev. Passano tre minuti e un cross di Downing mette in crisi la difesa russa che libera. Sembra che i reds siano in palla, ma al minuto 19 arriva il disastro: il grande James Carragher, l’idolo di Anfield, commette un grave errore con un corto e goffo retropassaggio che spalanca un’autostrada ad Hulk che ringrazia e mette in rete il gol del vantaggio.

Purtroppo accade quello che mai sarebbe dovuto accadere, cioè regalare un gol agli avversari un una gara dove era proibito sbagliare. I ragazzi però non si perdono d’animo: Agger dopo pochi minuti si guadagna un calcio di punizione e Luis Suarez non perdona, complice la barriera russa che si apre. Ci rimettiamo in carreggiata, ma continuiamo a tremare, perché al minuto 31 Reina per poco non combina una frittata delle sue con un intervento di piede sbilenco, ma Hulk, forse commosso da tanta generosità, non ne approfitta.

I reds ci credono e ricominciano a giocare. Al minuto 43 arriva il gol del vantaggio che ridà speranza ai nostri: bella giocata di Enrique che chiede l’uno-due ad Hendo e poi crossa sotto misura per Allen, il cui primo tentativo di testa è respinto d’istinto dal portiere, che non può nulla sulla ribattuta di Joe che insacca il gol del sorpasso. La gara si riapre, Anfield si infiamma e il Liverpool chiude la prima frazione in vantaggio  mantenendo in vita le speranze di qualificazione.

Il secondo tempo inizia con i reds all’assalto e l’arbitro che al minuto 50 non ha il coraggio di fischiare il rigore su un evidente fallo di mano in area russa. Continua la “ritrosia” degli arbitri a fischiarci i calci di rigore, ma a Luis Suarez bastano anche i calci di punizione!! Al minuto 58 il suo free kick è un autentico capolavoro: l’uruguagio fa partire una parabola liftata che aggira la barriera e si infila divinamente alla sinistra dell’incolpevole Malafeev.

Nulla da dire, manuale del calcio!!! Lo Zenit inizia a tremare, Anfield diventa una bolgia e si comincia a sentire l’odore dell’impresa. Al minuto 66 ci pensa ancora Hulk a mettere i brividi ai reds con una punizione bomba che termina di poco alta.  E’solo un episodio, perché il gioco è in mano al Liverpool che al minuto 72 sfiora il gol con il capitano che in mezza rovesciata impegna severamente Malafeev dopo una bella iniziativa di Enrique, autore di un’ottima prova. Questa è forse l’ultima grande occasione del match, perché nei restanti minuti i reds ci provano con grande generosità, ma poca lucidità dopo aver speso tanto.

Si arriva così al minuto 93 con l’arbitro che fischia la fine ed i nostri che escono meritatamente tra gli applausi. Cosa dire? Senza quell’errore di Carragher probabilmente avremmo ribaltato il risultato dell’andata e vissuto l’ennesima magica serata di coppa, una di quelle serate che i reds ci hanno spesso regalato nel corso della loro storia, ma purtroppo doveva andare così. Sicuramente è mancata la buona sorte in entrambe le gare, ma possiamo essere orgogliosi dei ragazzi che stasera ci hanno fatto essere fieri di loro. Andiamo avanti in campionato e cerchiamo di finire nel miglior modo possibile per dimostrare che le basi del nostro futuro sono solide e che possiamo guardare alla prossima stagione con ottimismo, come on reds, always by your side.

 

Comments

comments

24 risposte a Proud of you … Redmen

  • A volte basta un errore …… miseria ladra !!!

    Grande match, grande cuore, bravi tutti !! Come cita Armando …. orgogliosi di voi !!!
    Ynwa

  • sempre orgoglioso del mio liverpool

  • mio e vostro

  • Jamie con il cuore è arrivato dove tanti pieni di talento non ci arrivano nemmeno con lo sguardo… Pure Legend…
    E diciamoci la verità i ragazzi ad un certo punto ci hanno fatto sobbalzare dal torpore dei divani quando hanno iniziato a macinare gioco, hanno raggiunto vette impensabili di intensità e coralità. E’ per questo solo per questo non ci resta che applaudirli per la serata emozionante che ci hanno regalato… Sarò folle ma io questo Pool mi diverto a vederlo e lo amo in tutte le sue sfaccettature, difetti compresi. IRBWT

  • giusto presidente

  • grandi tutti stasera da i giocatori a i magazzinieri ai tifosi
    parcheggiatori baristi bigliettai tutto il popolo reds

  • Anfield fantastico, squadra favolosa, gioco, carattere, orgoglio.
    Mi mangio le mani a pensare che Sturridge non poteva essere utilizzato, sarebbe finita stile Swansea perché questi russi non hanno certo fatto meglio dei cigni la scorsa settimana ma hanno avuto soltanto tanta tanta fortuna.
    Peccato perché paghiamo tantissimo gli errori della difesa, stavolta un vero e proprio regalo e qualche altro mezzo regalo del solito pepe. Giusto provare a giocare sempre però a volte va bene anche spazzare.
    Una mezza provocazione la devo fare: perché questi arbitri non si fanno mai rispettare? Il portiere è stato dal 1′ al 90′ a perdere tempo e il direttore di gara lo ha lasciato fare. Vanno subito ammoniti, alla prima perdita di tempo sennò è una presa in giro.
    Un appunto a BR: squadra messa benissimo in campo e i risultati si sono visti, dato che comunque peso davanti non se ne poteva mettere allora continua con l’11 che stava ribaltando la partita, i tre cambi non mi sono piaciuti affatto

  • peccato che l’ultima partita di Jamie in Europa sia macchiata da un suo errore,che non intacca per nulla la sua gloria come giocatore,come uomo e come Redman.
    Ce l’avevamo quasi fatta.
    Ma come tutti hanno visto e scritto : ORGOGLIOSO DI FAR PARTE DI QUESTO POPOLO,DI QUESTA FAMIGLIA.
    RED AND PROUD FOREVER !

  • mi associo al tuo pensiero Claudio…totalmente!

  • Partita perfetta. Stasera abbiamo fatto quello che facemmo a Istambul, ne più ne meno. Pure il telecronista l’ha notato.

    Anfield ovviamente ha risposto benissimo, distruggendo fin da subito il morale dei russi.

    Suarez… sulla sua seconda punizione(il 3° goal) mi sono commosso, cosi come ci si commuove di fronte ad un quadro di Van Gogh, o ascoltanto la 5° sinfonia di Beethoven. E’ perfezione pura. E’ arte.

    Purtroppo commentando questa partita, non si può fare a meno di sottolineare l’errore clamoroso che ci ha mandati a casa. E dico “purtroppo” perchè a commettere tale errore è stato l’unico giocatore che non doveva commetterlo. Un errore clamoroso, forse il più grave degli ultimi 2 anni… Perchè non è stato commesso da Reina, o da Henderson, giocatori che avrei offeso senza problemi… Perchè proprio Carragher?

  • Alessandro T9:
    Partita perfetta. Stasera abbiamo fatto quello che facemmo a Istambul, ne più ne meno. Pure il telecronista l’ha notato.

    Anfield ovviamente ha risposto benissimo, distruggendo fin da subito il morale dei russi.

    Suarez… sulla sua seconda punizione(il 3° goal) mi sono commosso, cosi come ci si commuove di fronte ad un quadro di Van Gogh, o ascoltanto la 5° sinfonia di Beethoven. E’ perfezione pura. E’ arte.

    Purtroppo commentando questa partita, non si può fare a meno di sottolineare l’errore clamoroso che ci ha mandati a casa. E dico “purtroppo” perchè a commettere tale errore è stato l’unico giocatore che non doveva commetterlo. Un errore clamoroso, forse il più grave degli ultimi 2 anni… Perchè non è stato commesso da Reina, o da Henderson, giocatori che avrei offeso senza problemi… Perchè proprio Carragher?

    in inglese si dice “shit happens”..

  • carragher da qua alla fine della stagione puo fare altri errori simili ma il ricordo del grande carra in me non cambiera mai 23 anni a sputare sangue x questa maglia grazie jamie

  • adesso mancono 11 partite voglio la stessa grinta e determinazione di ieri sera ynwa

  • Che peccato ragazzi, sono però contento di aver vista una squadra così coraggiosa e determinata. Adesso nelle restanti gare di campionato dobbiamo dare il massimo e finire in crescendo. Anche se non abbiamo più traguardi da raggiungere (non ho ancora ben capito in che posizione dobbiamo arrivare per andare in Europa league), dobbiamo fare più punti possibile e chiudere bene, perchè anche questo è importante. Chiudere come si chiuse lo scorso anno sarebbe deleterio per il morale e significherebbe demolire il buon edificio costruito da Rodgers in questi mesi, quindi diamoci dentro, come on reds.

  • “aver visto” sorry.

  • BR sta facendo un ottimo lavoro ed essere a Marzo a non giocarsi più niente potrebbe essere deleterio come ha ben detto Armando. Si deve lavorare ancora di più perché nonostante i progressi sul piano del gioco ci sono delle lacune evidenti, degli sbagli ripetuti che vanno migliorati.
    Il gioco è fluido fino all’area avversaria, poi rimaniamo spesso senza idee e in alcuni casi siamo scoperti e lasciamo troppo campo al contropiede avversario.
    È giusto secondo me cercare i non buttare mai via il pallone, davanti alla nostra area è un bel rischio ma così facendo attiriamo in avanti l’avversario e se ne usciamo bene abbiamo grandi spazi da sfruttare. Certo ci vuole un attimo di criterio e si deve capire quando è imprescindibile rinviare in avanti.

    A giugno sarà fondamentale se non vitale fare un ottimo mercato e trattenere Suarez perché non ci sono dubbi e anche ieri ne è stata la dimostrazione, su di lui va costruito il nostro futuro.

  • Alessandro hai ragione solo che secondo me la nona rimane comunque superiore … ieri mi sono commosso e sono stato con il cuore in gola, quello che mi rimane, per tutta la partita. Jacopo hai ragione nel dire che intorno a Suarez va costruito il futuro, la mia paura è proprio questa, rimarrà? E poi la dirigenza terrà l’allenatore? Scusate il pessimismo, dopo Torres e Kenny mi aspetto di tutto anche alla luce dei risultati che purtroppo sono peggiori dello scorso anno nonostante il gioco sia molto, molto migliorato.
    Un saluto e una pacca sulle spalle di Nunzio che non deve aver vissuto una settimana buona perchè oltre i Reds ci si mette anche il Napoli

  • A questo punto la partita più importante che deve giocare il Liverpool nei prossimi mesi, è quella per trattenere Suarez.

    Non prendiamoci per il cul0, con lui si vince, senza di lui non siamo manco ai livelli del Gubbio.

  • dopo il gol di hulk ho pensato fosse ormai finita; dovevamo fare 4 goal….
    e sappiamo tutti benissimo che era impossibile al 99,9% data la nostra stitichezza in avanti, data la partita di andata, dato il modulo senza sturridge.
    invece una reazione inaspettata ci ha fatto credere che fosse possibile.

    Certo che dopo il 3-1 al 60′ pensavo che in 30 minuti ancora un goal fosse possibile, invece niente, peccato :sob:

    almeno abbiamo vinto perchè anfield quest’anno è stato stuprato troppe volte.

  • orgoglio puro. liverpool. e visto che non c’è più aqlcun trofeo in palio, ogni domenica dovrà essere così, come fosse un dentro fuori,sotto di due goal..tanto vale provarlo sto miracolo del quarto posto

  • Raramente ho avuto le lacrime agli occhi per una partita di calcio ed erano lacrime non di delusione per la mancata qualificazione, ma di commozione per quello che ho visto durante i 90 minuti. Avevo il solo audio ambientale e, ascoltato con il 5.1, era come essere lì, ho cantato ed esultato anche io e a fine partita ho applaudito in piedi giocatori e mister senza cercare inutili e pregiudiziali capri espiatori per la mancata qualificazione, senza dire che eravamo già in ferie, ma ho detto solo: “Thanks lads, I’m proud to be a Liverpool supporter!” YNWA

  • Un grosso dispiacere uscire dall’Europa league. Non mi sento di dire che i russi sono stati più fortunati, sono i ns. errori che hanno deciso questo destino. Peccato perchè nonostante tutto, sul 3a1 la qualificazione era ancora possibile. A fine gara ho comunque applaudito i ns ragazzi perchè l’orgoglio, il cuore, e la prestazione in se è stata molto buona. Su Carragher posso solo dire che è stato e sarà sempre un grande per noi, sbagliare è umano. Mi ha solo un po deluso la prestazione di Shelvy, entrato per dare più spinta, ha avuto pure il tiro qualificazione, ma non è mai entrato in partita. Splendida la seconda di Suarez, la palla sembra uscire ma rientra quel tanto che ci ha fatto ancora sognare.

  • Alessandro T9: A questo punto la partita più importante che deve giocare il Liverpool nei prossimi mesi, è quella per trattenere Suarez.

  • E’ mancato poco che il sogno diventasse realtà,ma una squadra che mette in campo tutto quello che ha si può soltanto applaudire e ringraziare.Grazie ragazzi.Fieri di voi.YNWA