donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Poor

di Walter Randazzo

 

Kuyt spreca l'occasione più ghiotta

Dopo gli impegni di coppa vittoriosi contro Oldham e Manchester City, torna il campionato ed Anfield arriva lo Stoke City, avversario sempre molto ostico. Formazione un po’ a sorpresa per Dalglish, con Carragher e Coates titolari e Kuyt unica punta di ruolo, Bellamy e Carroll in panchina, e Agger assente.

Il Liverpool comincia da subito a gestire il pallone, ma fatica a creare reali pericoli contro la solita rocciosa difesa dei Potters. La prima vera occasione capita dopo dieci minuti su un calcio d’angolo battuto da Gerrard, Skrtel spizza di testa e Adam da buona posizione non è abbastanza reattivo per approfittarne. Lo Stoke City si copre bene come sempre e prova qualche rara sortita offensiva in contropiede con Etherington, senza però impensierire troppo. E’ il Liverpool però che deve comprensibilmente fare la partita, e più passano i minuti più crescono l’ansia e le difficoltà, tutto già visto. Poco oltre la mezz’ora ci prova Johnson dopo una discesa di Downing, ma il tiro termina alto. Tra le difficoltà in attacco del Liverpool e il difensivismo dello Stoke non esce fuori certamente una partita per esteti del calcio, ma ai Potters ovviamente va bene così e si va all’intervallo sullo 0-0.

Le cose non cambiano nel secondo tempo, anche se in avvio Johnson potrebbe sbloccare il risultato, ma Huth si oppone col corpo sventando il pericolo. Il Liverpool prova a costruire azioni soprattutto sulle fasce con le discese di Enrique e Johnson, il problema è che i loro cross non trovano mai nessuno in area, Kuyt non è per niente incisivo e non può nulla contro i giganti dello Stoke. Arriva la mossa Carroll, mandato in campo da Dalglish dopo 58 minuti al posto di Downing, a fare a sportellate coi difensori avversari nella speranza di dare una mano alla squadra, e magari segnare anche. Le cose però non migliorano granché, non c’è movimento, le idee scarseggiano, e lo Stoke regge senza neanche faticare troppo. A poco più di un quarto d’ora dal termine allora Dalglish si affida a Bellamy, l’uomo probabilmente più in forma del momento. Di lì a poco il Liverpool ha la più grossa occasione della partita: Enrique scende sulla sinistra e mette il pallone in mezzo, il cross basso viene deviato da un difensore e il pallone si alza finendo proprio sulla testa di Kuyt, che completamente solo manca però clamorosamente il bersaglio. Si comincia a intuire che sarà l’ennesimo finale frustrante. Passa il tempo e la partita scivola via, fino a un ultimo sussulto a cinque minuti dal termine, con Skrtel che schiaccia di testa da calcio d’angolo, ma il pallone tocca terra e rimbalza alto sopra la traversa di Sorensen.

Niente da fare, 0-0. E ancora una volta i problemi sono i soliti, per una squadra che ha la seconda miglior difesa della lega ma al contempo uno dei peggiori attacchi con appena 24 gol in 21 partite, numeri abbastanza preoccupanti. Altri due punti buttati in casa, dopo quelli con Norwich, Swansea, Blackburn e compagnia. E’ addirittura il settimo pareggio in campionato su undici gare disputate in casa, sintomo che quando c’è da fare la partita contro squadre che si preoccupano prevalentemente di difendere le idee scarseggiano. This is Anfield? Non sembrerebbe.

 

Comments

comments

27 risposte a Poor

  • This is mediocrità purtroppo..

  • La cosa più preoccupante e che trova una difficile spiegazione è il ritmo bassissimo e la scarsa determinazione che la squadra mostra nei primi tempi delle partite casalinghe.Davvero inspiegabile per me!
    L’altra cosa che non ho capito è l’esclusione dall’undici titolare di Bellamy..valle a capire certe scelte!!
    YNWA

  • La cazzata che ha sputtanato la partita è stato partire con Kuyt come unica punta.

    Dovevamo mettere Bellamy, e casomai anche Carroll.

    Purtroppo senza Suarez, scardinare le difese di queste squadrette del cazzo è difficilissimo. E ALLORA METTIAMO 200 ATTACCANTI, E PRENDIAMOLI A PALLONATE.

    Tanto questi non hanno mai superato la metà campo, potevamo anche levare un difensore centrale per mettere un altro attaccante.

  • …pittoresco,ma efficace alessandro nella sua esplicazione…partiamo con mezzo quarto di punta che poi non e’piu’tale da tempo?(non per l’olandese volante che e’sempre,per me,tale)…oh mamma…parlavamo prima del match con matt,di come la formazione apparisse un 3-5-1-1-mascherato ma poi non tanto,pur volendo essere nella sua vestizione,un 3-5-2…ora..ci schieriamo con uno starting eleven del genere contro lo stoke che ha segnato 8 gol in trasferta appena che viaggia a medie sconsiderate fuori casa e che,si sapeva,viene ad anfield coperto come un congolese al polo???…dio mio,ma allora ce lo cerchiamo!!!..sette pareggi nella fortezza,5 contro il niente assoluto che poteva essere asfaltato modello superstrada a 6 corsie…oggi lo stoke ha fatto zero,ma noi,come sempre,abbiamo regalato un tempo,stavolta condendolo con l’ulteriore sparizione dal campo fino al minuto ’73 minuto nel quale abbiamo iniziato a capire che probabilmente ci sbattevamo il muso di nuovo…vabbe’che oramai e’chiarissimo l’obiettivo tentativo di double in coppa,(magari…pure una mi basta),pero’lo buttiamo via cosi il 4 posto…fatturato tiri,giusto per evitare imprecazioni di sorta,zero,e non sono manco d’accordo sul fatto che mancando suarez paghiamo dazio…oggi bastava bellamy da solo,ma proprio da solo solo la davanti dapprincipio….uffi….

  • I Potters hanno eretto un muro per 80 minuti, i nostri erano sulle gambe, si vedeva lontano un km, la partita con il City li ha praticamente dissanguati. Zero energie per una partita che ne richiedeva un miliardo.

    Non sono assolutamente deluso, non siamo attrezzati per i miracoli, non abbiamo tre squadra stile City, non abbiamo giocatori che fanno la differenza, uno a dire il vero lo abbiamo, ma è stato marcato a uomo per tutto il match da Delap, non essendo in formissima, pure lui ha pagato dazio.

    Dalglish ha messo in campo l’undici possibile, quello che rimane della battagli con l City, che vogliate o no, quella era la partita della settimana. Quando giochi certe partite, paghi dazio, con gli interessi come rimorchio.

    Sin dall’inizio i nostri hanno mostrato una cosa, tanta volontà, purtroppo gambe e polmoni stavano a zero, il risultato e l’impostazione tattica lo dimostrano in modo palese.

    Zero tiri in porta, questo mostra il tabelloni di marcia, Sorensen ha toccato solo palle che bene o male giravano dalle sue parti. Questo nonostante gli 80 minuti di inconfutabile dominio. Loro ci hanno aspettato, niente di più, hanno rinunciato a giocare sin dalle prime battute. Avete notato quanti secondi l’intero reparto difensivo, centrocampo annesso, impiegava per riposizionarsi di fronte a Sorensen? Ve lo dico io, senza timori, prendetevi un cronometro, riguardatevi il match e smentitemi. Ok se andava male ci impiegavano 9 secondi, capito? 9 secondi !! I nostri per salire o seguire l’azione erano ancora nella propria metà campo quando loro erano belle che schierati.

    Questa è la differenza sostanziale di oggi, non Adam che al 10° arriva con un nano secondo di anticipo sulla palla, no Kuyt che di testa ah sbagliato un rigore facile facile.

    Ancora un week end e poi ci aspettano City e Utd, tutto in una settimana, vero ci si gioca molto più che il campionato o il fatidico quarto posto, in quella settimana gli Unni di Mancini torneranno ad Anfield per vendicarsi dell’andata, lo Utd pochi giorni dopo cercherà di distruggerci come sua solita intenzione.

    Kenny ha tirato i remi in barca e fatto rifiatare i suoi giocatori, che sono undici non gli 8456 di Mancini o gli 11+1 dello Utd.

    A proposito del +1, bravino oggi l’arbitro in campo, chi era? Non l’ho mai visto prima. Ci fosse stato un altra terna, loro finivano in 9 ancor prima dell’ingresso di Carroll !!

    Casi della vita?

  • Come Paolo, non l’hai riconosciuto? Era WEBB, l’arbitro dello United.

    Cmq in generale hai ragione, a livello di energie, più di quello non potevamo dare. E che cazzo, abbiamo espugnato lo stadio degli UNNI non più tardi di 3 giorni fa.

    Dateci 5 minuti.

    Il problema era che questa partita richiedeva energie immani, visto che i Potters(vaffanculo loro e tutta Hogwarts) hanno eretto una “LINEA MAGINOT” non indifferente.

  • ahahahah gran sarcasmo Paolo..

  • Condivido il pensiero di Paolo solo in parte: i ragazzi potranno anche essere arrivati un pò sulla gambe dai vari impegni ma in campo avevamo 5/11 nuovi rispetto alla partita col city, non dimentichiamoci anche che questa è gente superallenata e abituata a giocare un giorno si e uno no quindi non penso sia una giustificazione il dire che eravamo stremati anche perchè questa storia si ripete per la 5 volta in casa.

    Per me Kenny ha voluto sperimentare, provare un modulo molto accorto per cercare di frenare il city nella partita di ritorno e ha usato la partita con lo Stoke proprio per testare contromosse da usare in Carling.

    Questo era un 5-3-1-1 altro che un 3-5-2 perchè se si voleva essere offensivi si metteva downing e maxi sulle fasce e bellamy o carrol con kuyt e non 2 difensori sugli esterni e un centrocampista a fare la seconda punta o meglio il trequartista, ruolo ricoperto da henderson che forse mi è sembrato uno dei più scarichi anche perchè sta giocando sempre e in panca c’è shelvey che potrebbe essere utilizzato un pò di più, ovviamente parere mio.

    Nota positiva: Anfield mi è sembrato risvegliarsi oggi, ho sentito un bel tifo cercare di sospingere i nostri seppur con scarsi risultati…peccato cmq mi sembra una buona notizia

  • Più che una nota positiva la vedrei all’esatto opposto, lo stadio ha iniziato a scaldarsi quando l’inviato speciale dello Utd. ha iniziato fare le sue solite stronzate.

    Nei vari replay si è potuto constatare come in almeno due interventi Carroll è stato fermato in modo molto suggestivo, vedasi la presa mortale al collo ed il reiterato abbraccio (presa) nonostante lui fosse già quasi a terra.

    Non mi piace piangere o recriminare sugli episodi, ma che ce l’abbia con noi quello stronzo di Webb è un dato di fatto.

    Dal mio punto di vista, se voglio essere critico, direi che giocare con una difesa a cinque e senza attacco è stato un non osare e il tabellino mostra in modo inconfutabile quanto sostengo.

    Carroll non sarà un fuoriclasse ma almeno siamo onesti, quando scende in campo si scatena una caccia all’uomo, viene bistrattato e malmenato, l’ultima volta che ha reagito si è anche beccato un giallo, questo se lo avesse fatto con Webb sarebbe andato negli spogliati immediatamente.

    Kuyt, ragazzi miei è il vero uomo in meno della squadra, mi spiace dirlo perché Iron Man è uno dei miei eroi, uno di quelli che da anima e corpo per la squadra. Ieri ha praticamente sbagliato tutto, recuperava un pallone per consegnarlo ad un avversario, sbagliava ogni singolo appoggio, non parliamo sotto porta, lo scorso anno un cecchino, quest’anno un becchino senza lode. L’occasione più lampante, un rigore di testa a porta vuota, non l’ho sbagliato io.

    Un Johnson fuori ruolo è da puro suicidio, già fa poco quando deve fare il suo compito, se poi lo metti tra l’inferno e il purgatorio questo non sa che pesci prendere.

    La difesa a tre è più che bocciata, non ci serve, Carragher ombra di se stesso.

    L’assenza di un mediano di ruolo ha costretto Kenny a mettere prima Adam poi Gerrard davanti alla difesa, impiegando Henderson in un assillante pressing a tutto campo, povero ragazzo!!

    L’attacco non c’era pertanto è inutile discuterne.

    Comunque, in generale, tutti sulle gambe, fiato zero, il risultato quindi è scontato.

  • forse una nota positiva è stata coates (a parte un fallo stupido al limite dell’area) che ha dimostrato sicurezza e più di qualche volta partiva da solo e scartava mezza squadra avversaria. Mi ha fatto una buona impressione.
    Concordo con paolo quando entra carroll viene sempre preso a cazzotti dai difensori (un rigore su di lui c’era, ma vabbè l’arbitro era webb). Purtroppo quello che ci manca è la continuità da quant’è che non vinciamo 5 partite consecutive? Son convinto che kenny e clarke cambieranno la situazione! keep faith

  • Ma ogni settimana si fa un gran parlare ovunque, tra giornali, forum, web sites e fans blog di attaccanti e dei goal che mancano, del fatto che si segna poco ecc ecc ecc.
    Per me francamente parlando ogni critica ed analisi è totalmente fuori strada perchè io noto altri problemi a dire il vero.
    Secondo me quando si segna poco è frettoloso e superficiale saltare sempre alle conclusioni che manca l’individuo isolato che la butta dentro.
    Il sistema è importante tanto quanto le individualità.
    Le individualità buone in vari settori e con specializzazioni differenti non mancano a questo gruppo, ma il sistema secondo me deve essere ancora completato ed onestamente parlando completarlo in una sola sessione estiva era roba da mandrake o capitan america.
    Per me sono tutti fuori strada: il Pool non manca per forza dell’uomo solo in area che la butta dentro, ma balza ai miei occhi che è del tutto privo di un’ala destra fantasiosa e di ruolo, che da’ profondità anche su quella fascia, ed in più una cosa che noto e che noi non abbiamo giocatori, centrocampisti soprattutto, che entrano in area di rigore sui cross, piazzandosi bene e creando superiorità numerica, oltre che problemi di posizione veri alle difese avversarie.
    Guardo le partite di Spurs, United e noto sempre sui cross almeno 3, 4 giocatori in area, attaccanti ma soprattutto centrocampisti.
    Noi abbiamo ottimi distributori di palla anche con il “clinical pass” che amano entrare palla al piede partendo da dietro (Es: Adam), ma poi spesso sbattono contro il muro avversario come capita ieri, o che vogliono cucire il gioco nella 3/4, tentando più che altro l’imbucata con un tocco filtrante (Henderson), oppure chi ama scegliere la traccia giusta per entrare in area partendo da lontano (Gerro), ma che poi sui cross preferisce appostarsi sul lato che ritiene giusto per sfruttare da fuori area una respinta.
    Per me stiamo parlando di ottimi giocatori (Hendo ed Adam) e NON DI MEDIOCRI, MA PROPRIO PER NIENTE (scusatemi), ma secondo me proprio per questi motivi Bellamy e Maxi sono troppo importanti, almeno adesso, perchè sanno entrare in area sui cross e far perdere riferimenti e posizione alle difese avversarie, ed ovviamente continuo a ribadire che un’ala destra naturale E’ FONDAMENTALE.
    Bisogna arrivare fino in fondo da entrambi i lati e riuscire a portare più giocatori in area.
    A quel punto lì Gerro, Adam o Hendo potrebbero dedicarsi a ciò che amano di più: tener palla, cambiare gioco, costruire o cercare il filtrante o l’imbucata.
    Io sono convinto che se appunto aumentiamo i nostri numeri in area di rigore avversaria, lo stesso Carroll potrebbe veramente fare un canestro di goal.
    Ma finchè è così sinceramente la vedo difficile, ed a dire il vero penso che questo gioco non è come Football Manager: se non segni, non significa automaticamente che per risolvere il problema ti devi andare a comprare subito Aguero a £50ml.
    Ieri Kenny ha parlato appunto dei problemi di cui ho parlato io, ossia mancanza di creatività, perciò sono convinto che sta già studiando qualcosa.

  • Ultimo post: PAROLE SANTE
    davanti siamo inconsistenti e questo a causa non solo del brutto periodo di carrol e kuyt ma del fatto che l’area avversaria è sempre e costantemente vuota: ieri in più occasioni johnson o chi per lui è entrata palla al piede in area e dei nostri attaccanti nemmeno l’ombra, soprattutto nel primo tempo con kuyt che si defilava sempre. Quest’anno ho visto palle vaganti in area, rimpalli etc. e i nostri “attaccanti”, se mai ne avessimo qualcuno, che erano fuori area.
    Altro capitolo: i cross. Andy sarà vero che palla al piede si lega da solo ma in area su 5 palle alte 4 le prende lui
    ma i cross dove sono??? johnson ormai è un libro aperto per qualsiasi difesa e un paradosso vivente; quando gioca sulla destra rientra sempre sul mancino per provare il tiro o altre giocate che finiscono costantemente male mentre quando gioca a sinistra va sul fondo e mette cross sbilenchi o rasoterra. Chi lo capisce è bravo.
    Enrique lo stesso, sul giocatore in fase di possesso o difesa si discute poco: è molto bravo. Ma arrivati all’altezza dell’area avversaria si rivela di un’inefficacia clamorosa, cincischia col pallone tre ore ( ieri ho sentito Carragher urlare pass fortissimo allo spagnolo che teneva il pallone da un tempo incalcolabile con gerrard la vicino pronto a crossare) oppure fa dei cross che definirli osceni è un eufemismo, l’unico cross che è diventato pericoloso infatti è stata un’unghiata finita sul tacco di un difensore che cambiando traiettoria è finita sulla testa di kuyt.
    L’unico crossatore è stato inspiegabilmente sostituito al posto di Carrol e allora…
    Poi però tutti a prendersela con Andy, il ragazzone ha i suoi limiti questo è indiscutibile ma le sue doti non vengono di certo esaltate.
    Spero che come ha fatto con la difesa, che con Benitez era un colabrodo mentre con Kenny è diventata solidissima il re si metta a lavorare non sull’attacco perchè detta così è limitante ma sulla fase offensiva dell’intera squadra.
    Continuo comunque a sostenere che è stata una partita test in vista del ritorno in Carling

  • Paolo eri te che avresti voluto Defoe?? i giornali sembra che ti ascoltino perchè ci vedono vicini proprio a lui

  • Ho detto che vorrei tanto vedere in attacco uno con le qualità e caratteristiche di Defoe, sarebbe geniale.

    Defoe è un ottimo attaccante ma ha qualche hanno più di quelli massimi imposti da Henry, non credo arrivi, o meglio credo sia da pazzi lasciare un treno in corsa per la Premier, per una squadra che ha fatto solo il primo passo verso la ricostruzione.

    Rick è dall’inizio di stagione che tutti dicono che ci manca un esterno destro. Se Kenny se ne è accorto solo ora mi preoccupo. Sicuramente ha pensato che Kuyt avrebbe ripetuto in parte la scorsa stagione, purtroppo il ragazzo sembra essere alla frutta, cosa che sicuramente Kenny non ha minimamente valutato. Inoltre l’esperimento delle prime giornate di Henderson sulla fascia a trovato esiti poco convincenti.

    Bellamy ha un’autonomia di 60 min. non di più e dopo tre partite di utilizzo costante, il ragazzo non ne ha più.

    Spenderei anche io lì i soldi, senza dubbio alcuno, ma ora chi vai a prendere, e poi, Kenny ha voglia di comprare? Henry si è dato disposto ad un esborso in tal senso, ma non credo che Kenny acquisterà qualcuno.

    Sono convinto che voglia testare per bene i suoi e a fine stagione dare un ulteriore sforbiciata alla rosa. Abbiamo sempre il problema “stipendi onerosi” derivati dai grandi ed incomparabili acquisti di Rafa, soldi a vagonate e contratti quinquennali fatti a giocatori a fine carriera. Purtroppo abbiamo anche questa cosa da non mettere nel dimenticatoio.

    Non basta battere i pugni sul tavolo e pretendere, bisogna essere saggi e spendere bene, sappiate che quando ci affacciamo sul mercato il valore dei giocatori inspiegabilmente raddoppia ed un esempio lo si è visto ieri con Cahill, 30 mil. di sterline sono un’esagerazione per un pur bravo difensore. Sappiamo che Mafiaman pur di dimostrare che la sua scelta di prendere AVB come allenatore al posto di Ancelotti gli costerà più di quanto ha speso con Mou, ma questo per lui è l’ultimo dei problemi visto e considerato che ne ha spesi 50 per FT solo per non vederlo più segnare contro la sua squadra.

  • Quoto Riccardo, a noi manca un’esterno destro, che supporti il gioco anche su quella fascia.

    Sulla sinistra abbiamo Enrique e Downing, che sono una rampa di lancio.

    A destra invece non abbiamo un’ala vera e propria, e Jhonson, come dice qualcuno, è prevedibile.

    Io farei giocare Kelly, tanto per incominciare, e andrei sul mercato per un’ala destra CON I CONTROCAZZI. Qualcuno che faccia arrivare centinaia di cross anche dalla destra. Qualcuno che permetta alla squadra di spingere su entrambe le fasce, e che, insieme alla fascia sinistra(già rodata) e che permetta a Suarez e a Carroll di andare a saturare direttamente l’area avversaria, e non di doversi andare a prendere il pallone a centrocampo, per poi doverlo portare da soli in area(contro 17 difensori, casomai)

  • Parentesi:

    http://www.express.co.uk/posts/view/295763/Gary-Cahill-will-come-to-Blues-aid

    siamo male informati…cahill è stato prelevato per 8 milioni di pounds…così si che è un grande acquisto

  • Quando ho visto la formazione ieri pomeriggio,mi sono cadute le braccia!5 difensori,nessun attaccante,perchè a mio modestissimo parere,Kuyt non lo è,ad Anfield contro uno stramaledetto Stoke?Ma allora abbiamo già issato bandiera bianca per le posizioni che contano in premier?Il discorso coppe,secondo me non è una buona giustificazione.Quando in tre giorni dovremo affrontare prima il City e poi lo United cosa facciamo?Spariamo tutte le cartucce la prima e andiamo al massacro la seconda?Mah!!!

  • Il nostro problema non sono le grandi squadre, che di norma massacriamo anche se schieriamo l’Accademy.

    Il nostro problema sono le squadrette schifose di fabbri catenacciari come lo Stoke.

    Difendono in 20 e picchiano come fabbri.

    Contro queste squadre dovevamo schierare Carroll, Bellamy, Kuyt, Maxi, con dietro Gerrard, Adam e Hendo.

    E in difesa chi veniva veniva(tanto non hanno mai superato la metà campo loro)

  • Ragazzi ormai c’è poco da fare, si è capito che con le piccole soffriamo di brutto, perchè quando dobbiamo fare la partita, abbiamo poche idee. Sono d’accordo sulla mancanza di un’ala destra, cosa evidentissima, ma oltre a questo c’è il problema di un attacco asfittico. Purtroppo Kuyt, uno dei miei idoli della storia del Liverpool, è giunto al capolinea, ormai è un pensionato; Suarez manca terribilmente, ma comunque quando c’è stato ha segnato con il contagocce;Carroll purtroppo non è all’altezza.Siamo d’accordo sul fatto che Big Andy non riceve cross, però lui non può pretendere che tutta la squadra giochi per lui e che gli metta 10 palle al centro per fargli fare un gol. Una squadra provinciale può permettersi di giocare tutta per il centravanti, come accade a Udine con Di Natale e a Bergamo con Denis, ma il Liverpool non è nè l’Atalanta, nè l’Udinese!!! Per fortuna che è arrivato Bellamy, altrimenti lì davanti era notte fonda.

  • Reina 6
    Le poche volte che interviene, deve utilizzare i piedi, quindi siamo più tranquilli rispetto a quando utilizza le mani.

    Skrtel 6
    Non sfigura, anche se talvolta lo si vede crossare, il che non è esattamente una gioia per gli occhi.

    Carragher 6
    Rientra tra i titolari dopo svariati mesi, e nonostante l’evidente impaccio in cui si trova, riesce a cavarsela.

    Coates 5,5
    Non mi è parso particolarmente convincente, specie nei rilanci. Fortunatamente non viene attaccato spesso.

    Johnson 5,5
    Schierato insolitamente sulla linea dei centrocampisti (almeno credo…), prova ad inventare qualcosa ma come al solito arriva sulla tre quarti avversaria e non sa più cosa fare.

    Henderson 5
    Continuo a non capirne il ruolo e oserei dire anche il senso di vederlo sempre tra i titolari, se poi l’apporto è semi-nullo.

    (dal 78′ Bellamy 6)
    Entra e porta con sé un po’ di vivacità. Perché non farlo entrare prima?

    Gerrard 6
    L’unico a salvarsi in un centrocampo disastroso. Ma spesso il Capitano si trova a predicare nel deserto.

    Adam 5
    Salvo un paio di lanci, altra prestazione senza arte né parte.

    Enrique 5,5
    Schierato leggermente più avanzato (anche qui…Non si è ben capito) prova a sfondare, senza grandi risultati.

    Downing 4,5
    Una buona azione e cinquanta minuti di nulla assoluto. Va fatto riposare almeno un turno.

    (dal 58′ Carroll 5,5)
    Entra e fa le solite sportellate con i difensori centrali di turno, ma di tiri in porta ancora non se ne vedono.

    Kuyt 4,5
    Quando io e Ronny abbiam visto a inizio partita che la nostra unica punta (UNA PUNTA contro lo Stoke, in casa!) era lui, abbiamo avuto il presagio di un pomeriggio difficile. E così è stato.

    Coach Dalglish 4
    Con tutta la stima e il rispetto che ho per il Re, spero che quando ha stilato la formazione sia stato completamente sbronzo. Diversamente, delle scelte quantomeno scioccanti ed una formazione impresentabile.

  • Si, Kenny ha fatto una formazione che non ha spiegazioni razionali.

    -Una sola punta
    -Quella punta è Kuyt e non Carroll/Bellamy
    -Mettere Downing che è sfinito
    -Non mettere 10 attaccanti(Lo Stoke non ha mai superato la meta campo, avevamo 6 inutili difensori)
    -Mettere Enrique e Jhonson cosi alti da pestare i piedi a Downing e Henderson.
    -Mettere Henderson in un ruolo di merda.

  • MirrorFootball.com

    EXCLUSIVE: Liverpool set to offer Spurs £10m for Defoe…

  • GIVEMEFOOTBALL.COM

    Liverpool set sights on £20m Spanish striker
    Liverpool linked with January raid on Spanish striker Fernando Llorente.

  • Anche Grobbelaar ha confermato che il Liverpool quasi sicuramente acquisterà una punta nel mercato di gennaio.
    Due cose: 1. non accontentarsi, perchè allora preferisco veramente andare avanti con quelli che ho invece di prendere le fregature in giro. Ricordiamoci che stiamo ricostruendo, e se quest’anno arriviamo settimi pazienza, ma è meglio non caricarsi sulle spalle un altro peso morto per fare 5-6 punti in più a fine stagione. Spero cerchino di essere lungimiranti.
    2. non si facciano spennare troppo (anche se un pò è fisiologico quando acquisti a gennaio), se comprano dovranno sicuramente pagare salato ma non si facciano far fessi con la scusa che tanto i soldi ci sono. Perchè, per esempio, se tocca spendere 24 milioni per bent aspetto quest’estate e provo a focalizzarmi su obiettivi di ben altro spessore.
    3. Spero più che altro che si consideri l’idea di prendere un’ala destra. Il sogno lo sapete, è sempre lui: Adam Johnson, risolverebbe tanti, tanti dei nostri problemi. Speriamo che non sia destinato a rimanere, appunto, un miraggio. Io più che su una punta mi concentrerei proprio sull’ala del City.

  • Le due cose in realtà erano 3 😉

  • Adam johnson oppure….james milner o dovrei scrivere JAMES MILNER ossia un signor giocatore chiuso dai vari tourè barry e de jong..ora sta trovando spazio per le varie assenze del city ma non è titolare nell’undici di mancini…lui ovviamente a gennaio non si muove ma se riuscissimo a strapparglielo a giugno sarebbe il colpo dell’anno…
    cmq aspettiamo e vediamo chi sarà la punta…io spero nel doppio colpo con un giovane di prospettiva e uno più affermato sempre che non chiedano l’ira di dio..sennò avanti così..abbiamo una signora academy possiamo buttare nella mischia qualche giovane scalpitante no?