donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Partita da dimenticare!

Marco nella Kop.

Nella KOP era presente anche la bandiera dedicata a Marco Zanga.

Questa partita per noi ha un sapore particolare, perché per tutto l’Italian Branch questo è il match del compianto Marco Zanga, tifoso di Liverpool e Atalanta, che per pochissimo non ha potuto festeggiare il titolo dei Reds e la cavalcata dei bergamaschi in Champions, che li aveva portati a pochi secondi da una storica semifinale. Per l’occasione è stato fatto uno striscione, che stasera è stato messo nella Kop, in ricordo di Marco, che in tempi normali sarebbe stato presente sugli spalti di Bergamo al 100%  e di Anfield al 90%. Il nostro ricordo di lui è stato presente in ognuno di noi stasera ed ha aleggiato sulle due squadre da lui amate. Tornando al match, stasera i Reds avevano la possibilità di chiudere il discorso qualificazione, cosa importante in un momento in cui siamo falcidiati dagli infortuni. Proprio gli infortuni hanno determinato qualche assenza sia per indisponibilità, sia per precauzione. Questa la formazione schierata da Klopp in cui spiccano i due Williams: Alisson, Manè, Williams, Williams, Tsmikas, Milner, Wijnaldum, Jones, Manè, Salah, Origi. Prima del match c’è il minuto di silenzio per Maradona e dopo poco vedo inquadrato lo striscione che ricorda Ray Clemence. Davvero una serata molto dura per il sottoscritto! La partita nel primo tempo è di rara bruttezza e le due squadre fanno registrare un’occasione a testa. La prima è dell’Atalanta, al decimo minuto, con Gomez, che dalla lunetta mira all’angolino destro, ma il pallone esce non di molto. Spingono bene i bergamaschi sul lato sinistro, ma non creano altri pericoli. Per vedere l’occasione dei Reds dobbiamo aspettare il minuto 43 quando, sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra, Salah raccoglie un pallone respinto dalla difesa e dal cuore dell’area spara alto. Finisce così 0-0 una noiosissima prima frazione. Nel secondo tempo la musica non cambia per un Liverpool irriconoscibile, che cede di fronte ad una discreta Atalanta, che non ha bisogno di fare una gara epica per batterci. Sulla scialba ed inconsistente prestazione dei Reds, una delle più brutte della gestione Klopp, vala in sipario in 4 minuti, dal sessantesimo al sessantaquattresimo. Prima un cross in area di Gomez, sempre dalla sinistra, pesca Ilicic, che davanti ad Alisson non fallisce, poi arriva il raddoppio di Gosens, che su un cross (indovinate da dove!) riceve un assist di testa che lo smarca solo, troppo solo, davanti alla porta. 2-0 per l’Atalanta e partita chiusa. Il Liverpool non crea praticamente nulla fino alla fine e gli uomini di Gasperini controllano senza nessun affanno fino al fischio finale. Non mi era mai capitato di dover scrivere in un articolo un solo tiro in porta del Liverpool in 90 minuti, ma questo 25 novembre evidentemente non è una giornata da incorniciare! Tre punti d’oro e meritati per l’Atalanta che si rilancia in ottica qualificazione, un brutto stop invece per i Reds, non tanto per la classifica, ma per la bruttissima prestazione. Speriamo che questa serata ci dia la giusta carica per il match di campionato dove sarà vietato distrarsi ed ancor di più sbagliare. Due partite contro l’Atalanta si chiudono con una vittoria a testa, probabilmente il nostro Marco sarà contento così!

                                                   di Armando Maria Todino

Comments

comments