donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

ONE STEP CLOSER

Senza l’apporto della KOP, di Anfield, si tenta il disperato aggancio al quarto posto.

La Premier League si avvia verso la conclusione, e la lotta per un posto in Champions League anima di luce propria le zone più borghesi della classifica. Il Liverpool è atteso dalla sfida contro i “Saints” di Hasenhüttl, reduci da una stagione particolarissima, fatta di alti e bassi. I biancorossi infatti hanno disputato un gran girone d’andata, arrivando a piazzarsi nella zona Europa; tuttavia la seconda parte di stagione ha sortito i risultati opposti, ed in questo momento il Southampton si trova a ridosso della zona retrocessione, ma con ben 10 punti di vantaggio sul Fulham terzultimo. La maledizione dei centrali difensivi continua ad aleggiare dalle parti di Anfield, e Klopp è costretto, di conseguenza, a schierare l’acerba coppia Phillips-Williams. Sugli esterni Arnold e Robertson sono confermatissimi, mentre a centrocampo ci sono i soliti Fabinho, Thiago e Gini Wijnaldum.

Sadio Manè apre le marcature.

Il fronte offensivo vede invece Jota al centro, preferito ancora a Firmino, con Salah e Mané accanto a lui. I Reds giocano meglio, tengono la palla e tentano di comandare il gioco, cercando di contrastare il rapidissimo 4-2-2-2 dei “saints” attraverso la giocata d’anticipo. Gli ospiti sono protagonisti di un’ottima partenza, e provano a far male sfruttando prevalentemente gli esterni, rendendosi pericolosi specialmente con la doppia occasione griffata Adams-Redmond, provvidenzialmente disinnescata da Alisson. Salah ha sui piedi diverse occasioni per portare i Reds in vantaggio, senza però riuscire a concretizzare. L’egiziano si fa perdonare però al minuto 32’, quando serve un assist pennellato per il vantaggio di Mané, bravo a svettare di testa ed a piazzare in rete per l’1-0. Poco prima della chiusura di tempo c’è un’altra importante occasione per Momo Salah, che salta il portiere e calcia in porta, venendo murato dalla difesa ospite.

Generosa la prestazione di Jota, avrebbe sicuramente meritato un gol.

La ripresa regala meno emozioni rispetto alla pima frazione, ma a ridosso del minuto 50’ Diogo Jota spara un potente diagonale, respinto prontamente in angolo da Forsters. I ritmi si abbassano ed il match diventa più fisico e duellato, soprattutto in mezzo al campo. Con il passare dei minuti i Reds prendono il controllo della palla e dei ritmi della gara, mentre gli ospiti si rintanano nella loro metà campo, provando a colpire in ripartenza. Al minuto 71’ Diallo rompe la quiete con una bella girata in area, ma Alisson respinge in angolo. Il portiere brasiliano rischia di combinarla grossa pochi minuti dopo, quando regala un pallone estremamente invitante ad Adams; l’attaccante scozzese non riesce a sfruttare l’occasione, e Alisson ha modo di rimediare respingendo in angolo. Poco dopo è Jota a divorarsi la rete da buona posizione, su invito di Salah da posizione defilata. Il Southampton sembra avere le batterie scariche, ed il Liverpool sfrutta la sua qualità per chiudere il match. Questa volta il protagonista è Thiago Alcantara, che piazza un colpo da biliardo dai venti metri, mettendo la partita in cassaforte.

La stoccata di Thiago Alcantara mette al sicuro il risultato.

Importantissima vittoria per i Reds, che avanzano in classifica e sperano sempre più in una qualificazione, vista la frenata del Leicester e la fase di calo del West Ham. Buona prestazione dei ragazzi, che meritano la vittoria e dimostrano di credere ancora nell’obbiettivo Champions. Da segnalare la prima rete di Alcantara con la maglia del Liverpool, e che possa fungere da buon auspicio per questo finale di stagione.

di Francesco Lionetti

Comments

comments