donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Massimo risultato minimo sforzo!!

La zampata di Lebron Benteke

La zampata di Lebron Benteke


Dopo la convincente e vittoriosa gara contro la prima della classe, i Reds stasera erano chiamati ad una vera e propria impresa: la continuità!!! Tante volte negli ultimi tempi ci siamo abituati a vedere una vittoria contro una squadra che ci precede in classifica, per poi ripiombare nel baratro contro le ultime della classe e il Sunderland è una di queste. Se il nostro campionato si fosse giocato solo contro le forti, oggi saremmo protagonisti. Vittorie in trasferta contro Chelsea e City, pareggio (ed anche sfortunato) all’Emirates, vittoria meritata contro il Leicester che aveva perso una sola volta prima di cadere ad Anfield. Giustamente qualcuno potrebbe dire: “logico, perché le prime ti lasciano spazi e le ultime no”, ma il Leicester è stato assai rinunciatario e lo abbiamo battuto, allora qual è il mistero? Difficile dirlo, forse è una questione tutta mentale, sulla quale Klopp deve lavorare ed insistere martellando psicologicamente i calciatori per fargli capire che la gara precedente non conta, ma solo quella presente. Sappiamo che la squadra non è in grado di giocarle tutte bene, tutte ad alto livello e con la massima intensità, ma bisogna trovare la via di mezzo, cioè giocare bene e vincere un po’ più spesso. La squadra, inoltre, si scoraggia facilmente, vedi gara col Watford, ecco perché è forse l’aspetto mentale quello più urgente da curare. Inutile parlare delle lacune tecniche, ormai le conosciamo tutti e sono talmente evidenti che non necessitano di ulteriori spiegazioni o analisi, ma si può fare meglio: si deve arrivare davanti a squadre  Watford, Palace e West Ham, si può competere con gli Spurs, il Leicester avrà un calo e Chelsea e United sono in enorme difficoltà.  Considerate tutte queste cose, si ha il dovere di lottare per un posto in Champions in attesa anche che arrivi qualche rinforzo a gennaio e che si recuperi al più presto qualche infortunato. Il numero di infortuni anche quest’anno è pazzesco, ma questo discorso forse merita un’analisi a parte. Tornando alla gare di oggi, Klopp ha schierato la seguente formazione: Mignolet, Sakho e Lovren centrali, Clyne e Moreno laterali, Henderson e Can a sostegno del trio Lallana, Coutinho, Firmino, Bentekè di punta. Il Liverpool prende subito in mano le redini del match: al minuto 7 Coutinho approfitta di un errore di un difensore e serve una palla d’oro a Firmino che spreca malamente l’occasione con un tentativo di stop fantozziano. Al minuto 15 ci prova il Sunderland con un gran tiro di De Foe che impegna Mignolet. Al minuto 25 Firmino si fa perdonare con un tiro fantastico dalla distanza che centra il palo alla destra di Mannone che sfiora con le dita, decisivo il suo tocco. Passano 10 minuti e Clyne crossa per Firmino che con un bel colpo di testa impegna l’attento Mannone. Al minuto 39 Hendo sembra destinato ad abbandonare per infortunio, ma poi rientra. L’espressione quasi terrorizzata di Klopp ci fa capire come l’argomento infortuni sia molto “sensibile” per i Reds. Sarà proprio Hendo ad avere l’ultima chance del primo tempo, ma il suo piattone viene respinto con affanno dai black cats. Si chiude la prima frazione con uno 0-0 che va stretto agli uomini di Klopp. Per fortuna la partita si sblocca alla prima azione del secondo tempo: Clyne serve Lallana, il cui stop sbagliato diventa un assist perfetto per Bentekè che da par suo infila Mannone. Al minuto 60 Hendo lascia il posto a Lucas Leiva, speriamo che sia solo una misura precauzionale. Il tempo scorre senza sussulti con il Sunderland che prova a reagire con forza ma senza qualità ed i Reds che controllano il match. Al minuto 77 rischiamo di fare la frittata: da un angolo nasce una serie di rimpalli e la palla giunge a Firmino che, nel tentativo di spazzarla via, alza un campanile che diventa quasi un assist perfetto per gli avversari: brivido!! Al minuto 87 abbiamo un’occasione colossale per chiuderla: Firmino serve  in piena area Ibe , che si libera dalla marcatura e poi spara altissimo un pallone d’oro. Nulla rispetto a quello che combina Bentekè nel primo minuto di recupero, quando lanciato in contropiede arriva solissimo davanti a Mannone e si divora un gol  che è quasi la fotocopia di quello mangiato contro il Leicester: imperdonabile!! Per fortuna anche questa volta la legge del calcio non ci punisce e al minuto 95 l’arbitro fischia la fine. L’importante erano i tre punti e sono arrivati, bene il primo tempo, opaco il secondo, ma prendiamoci la vittoria e guardiamo il bicchiere tutto pieno. Avanti ragazzi!!!                                                di Armando Todino

Comments

comments

3 risposte a Massimo risultato minimo sforzo!!

  • Continuità… Questa parola a noi sconosciuta… Chiudiamo il 2015 cercando di imprimere una svolta a questa stagione finora fatta di alti e bassi… Quale il vero Liverpool??? Il 2016 ci aiuterà a capire… Happy New Year all LFC fans!!!! YNWA & JFT96

  • Buon anno a tutti! E non festeggiamo troppo che sabato si torna subito in campo! Poi al mercato di gennaio non verrà nessuno, è sempre stato così: nemmeno l’anno in cui sfiorammo il titolo arrivó qualcuno, figuriamoci ora. E poi i top player a gennaio non si muovono per cui meglio aspettare questa estate!

  • Ciao ragazzi, viste le tante partite “gettate” negli ultimi minuti di gara, e visto che i gol sono contati sulle dite di una mano, in questo sali e scendi di risultati, con l’arrivo di Jurgen forse qualcuno arriverà a gennaio, cambierà anche per noi la musica prima o poi! Buon anno a tutti, we are Liverpool e YNWA!