donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Manita europea!!!

Sadio Manè mattatore al Dragao.

Il momento tanto atteso è arrivato, quegli ottavi di Champions che a Liverpool mancavano da un bel po’ e che finalmente stasera tornavamo a riassaporare con la speranza di andare oltre, perché il Porto è squadra ampiamente alla portata dei Reds. Naturalmente eravamo tutti tesi, poiché sappiamo che del nostro Liverpool non ci si può mai fidare, soprattutto quando affronta avversari non proibitivi sulla carta. I Reds sono scesi in campo col seguente starting eleven: Karius tra i pali, coppia centrale Lovren-Van Dijk, terzini Arnold e Robertson, linea mediana con Hendo, Wijnaldum e Milner, trio delle meraviglie davanti. Inizia la gara e i portoghesi confermano le loro caratteristiche storiche: tatticismo, ritmi non elevati, attacco quasi mai pungente, ma pochi spazi concessi agli avversari.  Al minuto 9 prima occasione proprio per il Porto con Otavio, che dal limite fa partire un tiro pericoloso che rimpalla su Van Dijk e prende una traiettoria beffarda che, per nostra fortuna, termina alta, ma non di molto. Al minuto 21 bellissimo cross di Robertson in area per Firmino, ma il tuffo di testa in anticipo di un difensore è provvidenziale. Passano 4 minuti e i Reds passano: tiro di Wijnaldum rimpallato, la palla torna a Gini che serve Manè, il cui tiro immediato, ma per nulla irresistibile, non viene trattenuto dal portiere portoghese che fa la frittata!!! Il Liverpool ringrazia e porta a casa. Passano solo 4 minuti e troviamo il raddoppio: Milner conquista palla e dai 20 metri lascia partire un siluro che si stampa sul palo, ma la palla finisce a Salah, che addomestica il pallone prima con un tocco di piede, poi di testa e deposita in rete. Il Porto rialza la testa al minuto 43, quando Brahimi pesca in area Soares, che stoppa bene e tira quasi a botta sicura, ma la palla fa la barba al palo. Fortunato il Liverpool nell’occasione e primo tempo blindato sul 2-0. Il secondo tempo vede i Reds giocare sul velluto, perché il Porto offre spazi nei quali i nostri sono micidiali. Al minuto 52 la partita è chiusa dai magnifici tre, che con una ripartenza micidiale danno il colpo di grazia ai portoghesi: Firmino per Salah, palla di ritorno al brasiliano che impegna severamente il portiere, la cui respinta finisce sui piedi di Manè che insacca. Ormai non c’è più partita e i minuti che restano sono pura accademia. Al minuto 69 arriva anche la gioia personale per il sempre ottimo Firmino, che servito da un ottimo Milner, può insaccare in buca d’angolo per il 4-0. I portoghesi ormai non vedono l’ora di arrivare alla liberazione del fischio finale, ma al minuto 85 incassano anche il quinto gol, segnato ancora da Sadio Manè su assist del neoentrato Ings. Finisce la partita con una bella ed inattesa “manita” dei Reds, cosa graditissima perché ci consentirà di giocare una gara di ritorno con molte riserve e con un notevole risparmio di energie per il campionato. Essere tra le prime otto d’Europa è senza dubbio una discreta iniezione di fiducia per concludere al meglio la stagione, avanti così ragazzi, with hope in your heart!!

di Armando Todino

Comments

comments