donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Lo stretto indispensabile, 2-0 e primo posto

 

Seconda vittoria su due in Champions

 

Torna la Champions ad Anfield, per la prima volta dalla sfortunata gara della scorsa stagione con l’Atletico Madrid. In questa stagione ancora più compressa del solito, è già tempo di seconda giornata dopo la vittoria con l’Ajax della settimana scorsa. Il Liverpool ospita i danesi del Midtjylland, che all’esordio sono stati sonoramente battuti dall’Atalanta per 4-0. Klopp mantiene la difesa delle ultime gare, anche perché costretto vista la situazione infortuni. A centrocampo la coppia inglese Henderson-Milner, mentre in attacco turnover totale: Salah, Mané e Firmino si accomodano tutti in panchina lasciando spazio a Origi, Minamino e Shaqiri, affiancati dall’unico superstite Diogo Jota.

La prima occasione è proprio per i danesi con Dreyer che riceve un lancio lungo e si trova a tu per tu con Alisson, ma il brasiliano è bravo a chiudere lo specchio della porta e si salva. È in verità un primo tempo deludente, con il Liverpool che cerca il gol del vantaggio ma senza troppa convinzione e il Midtjylland a difendersi senza troppi affanni. Da segnalare alla mezz’ora un’altra brutta notizia per Klopp, si fa male anche Fabinho. Problema muscolare per il brasiliano che è costretto a uscire e viene sostituito dal giovane Rhys Williams. Per il resto a parte un paio di mezze occasioni per i padroni di casa non c’è molto altro da raccontare, e si arriva all’intervallo sul risultato di 0-0.

 

Diogo Jota ancora decisivo

 

Il secondo tempo comincia con un altro cambio che vede Wijnaldum prendere il posto di Henderson. Il Liverpool aumenta un po’ l’impegno profuso fin qui e dopo dieci minuti trova finalmente il gol: bell’azione sulla destra orchestrata da Shaqiri e Alexander-Arnold, palla in mezzo e Diogo Jota si fa trovare pronto per il tap-in vincente. La prestazione rimane però deludente, e allora Klopp manda dentro i pezzi grossi Salah e Mané per cercare di dare una scossa e chiudere la partita. Le cose però non migliorano, anzi è il Midtjylland a prendere coraggio e ad andare vicino al pareggio al 75′ con Evander, che riceve il pallone in area, si gira e sfiora il palo alla destra di Alisson con un rasoterra a incrociare. Nel finale due grosse occasioni, una per parte. Prima Firmino, sub-entrato al posto di Jota, manda alle stelle quello che è un rigore in movimento su assist perfetto di Alexander-Arnold, e fallisce il colpo del KO. Subito dopo Dreyer salta Gomez e scavalca Alisson con un pallonetto che però finisce sull’esterno della rete. A tempo scaduto ci pensa allora Salah a chiudere i conti, prima procurandosi e poi realizzando il rigore del definitivo 2-0.

 

Salah chiude una partita rognosa

 

In una serata abbastanza incolore, la nota positiva è data sicuramente dai tre punti, che permettono al Liverpool di passare al comando del girone in solitaria in attesa del prossimo doppio confronto con l’Atalanta. Preoccupa ovviamente l’ennesimo infortunio, per una crisi difensiva che si fa sempre più grave. Il giovane Williams non ha sfigurato, ma Klopp dovrà sperare di recuperare almeno Matip visto il tour de force che attende a breve i Reds.

 

di Walter Randazzo

Comments

comments