donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Liverpool, Sahin per un anno!

di Giorgio Capodaglio

Sorriso beffardo davanti agli occhi di Podolski. Lo ritroverà contro l’Arsenal.

15 ottobre 2010, anticipo del venerdì sera di Bundesliga tra Colonia e Borussia Dortmund. La squadra di Klopp sta vincendo per 1-0 in trasferta, ma all’82’ Podolski con un gran tiro dal limite trova la rete dell’1-1. Il nuovo acquisto dell’Arsenal decide di esultare prendendo in giro Sahin, affrontato e battuto pochi giorni prima in Germania-Turchia 3-0, quasi un derby visti i moltissimi turchi che vivono nelle città tedesche. Passano pochi minuti, è il 90’, a centrocampo è ancora Podolski a intervenire da dietro su Sahin, il turco non ci sta e reagisce. L’arbitro interrompe una possibile rissa ammonendo entrambi.  Il nazionale tedesco poi, mentre il centrocampista corre verso l’area di rigore avversaria prima della punizione, gli ricorda il 3-0 di pochi giorni prima con un sorriso beffardo. Troppo per l’orgoglio di un ragazzo che, seppur nato in Germania nella piccola Ludenscheid, ha scelto di vestire la maglia della Turchia, piuttosto che cedere al calcio moderno e giocare per la Germania, come hanno fatto tanti altri. Sahin si butta in avanti, triangola con un compagno ed al 91’ realizza il gol del 2-1 per il Borussia Dortmund. I compagni lo abbracciano, lui riprende a correre e si getta in ginocchio davanti a Podolski con il dito puntato verso l’avversario.

Basta questo per descrivere il carattere di Sahin, orgoglioso delle sue radici, proprio come la gente di Liverpool. L’amore scoppierà, per forza, e non soltanto per le sue caratteristiche tecniche, ma per il suo spirito di appartenenza, quello che più difficilmente si vive nella multinazionale chiamata Real Madrid. Il centrocampista ritroverà ad Anfield quel clima che era abituato a vivere in quel del Westfalenstadion di Dortmund, dove risuonano – anche lì – le note di You’ll never walk alone e sugli spalti il tifo è caloroso come la Kop degli anni settanta e ottanta. Dovrà ritrovarsi, tornare quello di Dortmund, quando Klopp lo mise davanti alla difesa come regista basso, con la responsabilità di far partire la manovra del Borussia, che vinse il titolo giocando un calcio fantastico. Sahin si rivelò bravissimo anche in  fase di copertura. Ma il calciatore turco, può giocare anche come tre quartista e lanciare gli attaccanti. Un po’ quello che Benitez cercava nel Liverpool dopo l’addio di Xabi Alonso e che richiese – sbagliando – ad Aquilani. Ecco, finalmente i Reds hanno in rosa un giocatore con le caratteristiche giuste, quelle che a Melwood cercano da quel maledetto giorno del 2009 quando il centrocampista basco lasciò Anfield.

Sahin esordirà con la maglia del Liverpool proprio contro l’Arsenal, che tanto lo ha cercato nel corso del mercato e nel quale gioca Podolski. Chissà che i due non offrano un nuovo duello. C’è molta curiosità per capire come e dove lo inserirà Rodgers. Con Sahin il Liverpool potrebbe giocare con il 4-3-3 ma anche con un 4-3-1-2. In caso di centrocampo a tre Sahin e Gerrard sarebbero i titolari, mentre a seconda del match il tecnico nordirlandese sceglierà uno tra Allen e Lucas. Se invece dovesse cambiare modulo, la linea mediana sarebbe formata da Lucas, Sahin e Allen, con Gerrard dietro Suarez e Borini. Insomma un centrocampo vario, senza dimenticare che dalla panchina possono entrare sempre Henderson, Shelvey, Adam o Spearing. Forse i centrocampisti sono anche troppi e nei prossimi giorni potrebbe arrivare anche qualche cessione. L’importante è ora che i giocatori riescano subito ad abituarsi a giocare insieme, dal momento che il centrocampo dei Reds è rivoluzionato rispetto a quello della passata stagione, con Lucas fuori da dicembre e Gerrard spesso fermo. Vista la prestazione del centrocampo di giovedì, quello titolare in molte partite della passata stagione, si è capito perché il Liverpool abbia concluso ottavo.

La sensazione è che tra quindici/venti giorni vedremo un Liverpool diverso, una squadra molto competitiva e che terrà il possesso palla per gran parte del match. L’importante è che i Reds non perdano troppi punti in queste prime giornate, poi ci si potrà divertire e puntare alla Champions. Certo l’unico dubbio sull’operazione Sahin è legata al fatto che si tratti di un prestito senza diritto di riscatto, il che significa che a giugno il calciatore turco tornerà al Real. La Kop avrà un anno per gustarselo, nella speranza che come con il Borussia Dortmund (quando salutò con un boccale di Paulaner sotto la curva, prendendosi l’ovazione prima dell’addio da campione di Germania) possa andarsene dopo aver regalato al pubblico del Liverpool qualcosa di importante.

 

Comments

comments

14 risposte a Liverpool, Sahin per un anno!

  • L’ottimo articolo mi fa pensare:
    i tifosi del Dortmund li ho sempre apprezzati (grandi);
    l’episodio Sahin-Podolski carino (non lo ricordavo);
    Per me Sahin buon giocatore e ottimo acquisto che dà la possibilità di variare anche il modulo nel corso del match.

  • Bell’articolo … non sapevo nemmeno io di questo siparietto tra Sahin e Podolski, sarà bello rivederli nuovamente contro 🙂

  • giorgio quindi non abbiamo nessuna possibilità di riscattarlo a fine anno?

  • Per il momento l’unica cosa buona che ha fatto nella sua carriera è stato giocare per la Turchia………..Il resto, vedere su internet mentre gioca in un campionato piuttosto scevro di talento e con le sue rappresentanti spessissimo fuori ai gironi (si salva solo il Bayern) della competizione più importante, mi allarma……….Insomma, al momento non mi fa fare salti di gioia. Aspetto che mi smentisca……..Speriamo bene………
    Sui tifosi del Dortmund direi che ci vogliono anni luce per raggiungere la Kop anni 70-80.

  • Jarvis al West Ham, Adam Johnson al Sunderland.. Tutti eccellenti giocatori che a noi avrebbero fatto non comodo, di più. Perché non prendere qualcuno in sostituzione di quella chiavica di Downing? A questo punto spero che BR si orienti verso il 4312 e il Pool concentri il proprio gioco in mezzo al campo e non sugli esterni. Ciò vorrebbe dire rinunciare a Carroll, ma penso che la scelta sia già stata fatta.

    Ah, non si può dare Adam all’Everton, per come è Moyes lo fa diventare un fenomeno.

  • La prossima stagione, prima che lo facciano gli altri, tiriamo fuori un trentello e prendiamoci Jovetic!!!

  • Io ve la butto li … che ne dite se organizzo un torneo di Fantacalcio tra noi tramite FCM con asta online?

    Chi vuole partecipare mi mandi una mail così non intasiamo qui visto che non c’entra nulla 🙂

  • Bello Giorgio! Soprattutto averci raccontato, e farci vedere tramite youtube il siparietto tra Sahin e Podolsky, cosa che io ne avevo solo sentito parlare …. interessante sarà vederli di fronte la prossima settima. E poi quel “treno” (il battimani) della curva della Banda dell’Oro mi emoziona sempre … C’mon Dortmund!! E ora pensiamo ai nostri anche se manca ancora qualche ora sono pronto … mi sono svegliato pronto … come sempre!! YNWA

  • LUCA: in breve ti ringrazio per l’invito ma odio il fantacalcio!! Grazie comunque!!

  • Non voglio mai più vedere Skrtel in campo di qui fino al 2080.

  • Questo 2-2 spero sia la fine della carriera di Reina e Skrtl.

    Partita giocata PERFETTAMENTE, con i goal arrivati esattamente quando dovevano arrivare, e ovviamente pareggiata per l’incompetenza dei soliti noti.

  • Non ho parole per come abbiamo pareggiato sta partita, davvero, 5 goal li prendavamo in 20 partite prima un tempo, ora in 2 con 4 cappellate imbarazzanti, sono davvero dispiaciuto perchè i ragazzi hanno disputato un ottima gara e meritavano di vincere..

  • bah a me pare che sul primo la cagata l’ha fatta kelly (non buona partita) e infatti è stato sostituito poco dopo. Skrtel evita il linciaggio solo perchè ha fatto gol.
    Si vede che si sta cominciando a vedere la mano di rodgers, suarez, borini e sterling stanno cominciando a carburare bene. La difesa del city è andata più volte in difficoltà. A centrocampo secondo me serve sahin perchè nè lucas nè shelvey mi danno molte garanzie, allen discreto secondo me farà meglio con l’andare del campionato.

  • A livello di gioco sono soddisfatto. Giocavamo contro i campioni d’Inghilterra, non contro il Gubbio. La partita perfetta era irrealizzabile.

    Ma chi se ne frega sinceramente della partita perfetta… abbiamo dominato, abbiamo finalizzato, e avremmo pure vinto la partita, se in squadra non avessimo cancri come Skrtl.

    Cmq sono molto preoccupato. Dopo 4 anni, 5 allenatori, e 2 società diverse, nessuno si è ancora degnato di cacciare dal club certa gente…

    Skrtl rigore la scorsa partita, e autogoal oggi. A questo punto tocca a BR estrometterlo dalla rosa e relegarlo in panchina.