donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

L’Avvento della prima vittoria in Premier

Di Christian Abbruzzese

Dopo la più che sofferta qualificazione ai gironi di Europa League nello spareggio contro gli Hearts, il Liverpool si rigetta a capofitto nella Premier. L’avversario di turno è l’Arsenal del sempreverde Arsene Wenger, abituato da qualche anno a questa parte a campionati con pochi acuti. Certo è che l’urna di Montecarlo non è stata molto benevola con i Reds che nel girone eliminatorio affronteranno l’Udinese, gli svizzeri dello Young Boys e l’outsider Anzhi dell’ex interista Eto’o.

Ritornando al campionato, il pareggio beffa contro il City di Mancini grida ancora vendetta per la mole di gioco e le occasioni create dalla banda di Brendan Rodgers: sono bastati due errori difensivi a mandare all’aria una vittoria più che meritata. Di contro, i Gunners non vivono di certo momenti migliori: zero alla voce goal fatti e goal subiti dopo due giornate, due pareggi a reti inviolate. Alla ricerca della prima rete, sperando che non arrivi domenica.

Si è concluso anche il mercato estivo. Negli ultimi giorni il Liverpool ha ceduto in prestito l’ariete Carroll al West Ham, Spearing al Bolton sempre a titolo temporaneo e, inaspettatamente, Charlie Adam allo Stoke City. In compenso sono arrivati Borini dalla Roma, Joe Allen dallo Swansea richiesto dallo stesso Rodgers, Assaidi dall’Heerenveen e, non ultimo, Nuri Sahin dal Real Madrid in prestito. Una netta sterzata rispetto alla scorsa stagione, una virata in cerca di una stagione da protagonista.

Anche l’Arsenal ha cambiato un po’ soprattutto in attacco con gli innesti di Giroud, Podolski e l’esterno offensivo Cazorla. Ha perso però Bendtner, ceduto in prestito alla Juventus e Song ceduto al Barcellona. Il solito Arsenal che punta sui giovani a cui manca quel poco per diventare grandi.

I Reds vogliono centrare la prima vittoria in campionato davanti al proprio pubblico. Rodgers è contento della rosa a disposizione, ma di certo un attaccante o un difensore avrebbero fatto fare il salto di qualità alla rosa. Lucas Leiva non sarà del match, per lui circa tre mesi di stop. Anche l’Arsenal in emergenza, con ben 7 calciatori ai box.

L’occasione è propizia per portare a casa i tre punti. L’entusiasmo dopo il match di giovedi potrebbe giocare a favore dei Reds che sembrano in rodaggio avanzato. L’Arsenal appare ancora poco concreto sotto il piano del gioco e poco incisivo in attacco.

Chissà se vedremo all’opera dal primo minuto il turco Sahin, vero botto di mercato. Sicuramente la vena realizzativa di Suarez e l’opportunismo di Borini faranno da padroni nell’attacco dei Reds. Ora si fa sul serio, come on guys!

Comments

comments

52 risposte a L’Avvento della prima vittoria in Premier

  • Allora, vio confesso che ieri sera dopo cena ho spento il pc ed ho guardato un bel film alla tv.

    Motivo? Semplicemente non mi aspettavo altri segnali dal Board dei Reds.

    Perché? Gli affari possibili erano fatti, pochi, tanti, graditi o meno, ma erano fatti.

    Troppi tasselli dovevano incastrarsi per poter arrivare agli obiettivi di Rodgers alle prese con delle disposizioni dall’alto, discutibili o meno, indiscutibilmente protratte all’assetto economico della società.

    Vero, leggo di sfoghi più che giustificati, ma ad Anfield non comanda il nuovo manager lo sappiamo bene, così come sappiamo che lui ha comunque accettato questo “nuovo corso”.

    Sturridge arrivava se …… Dempsey idem, e così via. Mercato deludente quindi? Non so, credo ce lo dimostrerà il campo. La bacchetta magica del Dio denaro non è nelle mani del manager dei Reds, lo sappiamo, ma cosa importante è che lo sapevamo sin dall’inizio.

    Soldi in entrata pochi, soldi da risparmiare molti. E così è stato.

    Non crocifiggo nessuno se non sono arrivate le due pedine che Rodgers voleva e fortemente a quanto pare.

    Dempsey e Sturridge sono più o meno rimpiazzati dalle giovani leve, abbiamo un Sahin a centrocampo che mi incuriosisce, abbiamo il giovane bomber Yesil, pagato una ciofega e che forse, magari diventerà il bomber del futuro dei Reds.

    Morgan, Sterling sono due innesti nel segno della speranza. Sul chi avrei ceduto o meno non conta, è e resta solo un mio impercettibile parere, perciò avanti con quello che abbiamo, impegniamoci al massimo e dimostriamo che siamo temibili anche con quello che passa il convento.

    Non demordiamo, non diamoci per spacciati, combattiamo sempre, anzi di più, per portare in alto il nostro simbolo, per ritornare ad essere sempre e comunque temuti, il tempo ci darà ragione.

    Siamo all’anno zero e non si può che migliorare. Con la fede nel cuore, sempre e comunque, ynwa.

  • Tutto vero Paolo,ma Carroll e’ Rodgers che non ha creduto in lui,e secondo me ce ne pentiremo.
    YNWA

  • Cody si tratta sempre di un prestito quindi possiamo riprendercelo…
    Odio ufficialmente il tottenham…si è inserito in qualunque delle nostre trattative soffiandoci pure due giocatori…ci si vede ad Anfield simpaticoni

  • Cody fammi capire una cosa. Se il manager dice che Aquilani deve fare panchina e Alberto vuole andarsene, Aquilani è uno stronzo. Se lo stesso succede con Carroll è stronzo l’allenatore? Lui ha chiarito la situazione all’inizio: non lo vedeva titolare. Carroll poteva accontentarsi di quello che aveva, 20 minuti. Giustamente, non lo biasimo quindi, Andy ha scelto di andar via e lo si capisce quando Rodgers dice “non posso tenere 35 milioni in panchina”. Io credo sia chiara la situazione Carroll. Ora, per me a Londra esploderà, ma è arrivato troppo presto a una grande squadra e deve crescere ancora. Non rimpiango un giocatore che ha segnato così poco. Per me sarebbe stato l’ideale averlo in rosa, una soluzione in più, ma giustamente Carroll non vuole essere una soluzione in più. A Londra giocheranno tutti per lui e segnerà anche più di 15 reti, ne sono certo. Ma sono anche convinto che Rodgers avesse avuto Torres, se lo sarebbe tenuto.

  • Altra cosa, per anni abbiamo massacrato i vari allenatori giunti a Liverpool, perchè non venivano lanciati i giovani. Ecco, quest’anno saremo un po’ come lo United di Ferguson quando lanciò i vari Beckham, Scholes, Neville tutti insieme. Venne massacrato, poi….
    Toccherà a Sterling, Morgan, Suso e Coady.

    L’unico errore del mercato del Liverpool è essersi tenuto Reina. Io avrei innanzitutto ceduto lo spagnolo per prendere Lloris che a 15 milioni è regalato. Ecco, quello è l’acquisto mancato.

  • Sì, Lloris è l’acquisto mancato, ma per il lustro del Club non puoi mandare via Reina l’ultimo giorno di mercato con la coda tra le gambe per prendere Lloris, sarebbe stata un’operazione da pensare con calma e da attuare durante l’estate. Poi tanto ce l’avrebbero rubato gli Spurs.

  • Cody capisco perfettamente il tuo disappunto, anche io non lo avrei venduto viste anche le oggettive difficoltà trovate nel mercato in entrata.

    Credo che i due abbiano fatto una bella chiacchierata prima di prendere una decisione così importante. I soldi investiti sono stati per così dire congelati per una stagione, inoltre il fardello dello stipendio è stato alleggerito per una stagione.

    Non vi sono e non sto cercando di giustificare l’operazione, sia ben chiaro, ma tanto ha deciso la società e ne tu ne tantomeno io ci possiamo fare qualcosa. Dico solo “speriamo bene” e sopratutto che ritorni più forte che mai.

    Auguro a Big Andy di fare 40 gol nella stagione in corso e visto il portinaio che abbiamo, segnerà pure a noi, questo è tranquillo.

    Che ci possiamo fare???

  • Dico solo “speriamo bene”….

  • Come qualcuno qui ha sottolineato, avere o non avere dei fenomeni in campo è irrilevante, se cmq continuiamo a giocare senza portiere.

    Il fallimento del mercato è stato principalmente uno: Il non arrivo di Lloris, o cmq di un qualsiasi portiere.

    Per quanto riguarda il mercato, il budget è quello che è, e tutti sappiamo il perchè. Fa male dirlo, ma il mercato di Kenny, ci ha mangiato. 20 milioni per downing, 20 per Hendo, 40 per Carroll, si parla di OTTANTA MILIONI spesi per giocatori che non hanno mai convinto, e che a distanza di 1 anno o fanno panchina, o se ne sono andati.

    Chi sperava che quest’anno, senza neppure la CL, la società investisse altrettanti soldi, è un folle.

  • Non riesco a capire la felicità di alcuni di noi, proprio non riesco a capirla!! In quanti siamo rimasti in Rosa … ci arriviamo a 20 giocatori … forse!!

    Spero che vada tutto bene, ovvio, ma non riesco a difenderli e non credo che siano difendibili … e se le cose dovessero mettersi male, la vedo molto brutta e purtroppo conosco molto bene questo tipo di situazioni e Presidenti.

    Consoliamoci, se dovesse mancare del “personale” per “lavorare” almeno con il Reading sale l’Italian Branch se il Mister vuole siamo a disposizione.

    Questa notte a lavoro un collega mi dice “Ultimi arrivi del Liverpool!?” Eeeeh nessuno dico io!! Con tutti quelli che avete dato via non è arrivato nessuno oggi … o con chi giocate ora!? Con la mi’ sorella gli ho risposto!! La vedo dura sono figlio unico!!

    Uno sforzo, magari minimo in più andava e doveva essere fatto ma questi in tasca mi sà che c’hanno le tagliole (trappole per topi) …. una rosa all’osso … una rosa della quale sono rimaste solo le lische … VERGOGNA!!

  • Immagino e spero che prima di decidere determinate operazioni di mercato manager e dirigenza abbiano discusso… Se sapevano di non voler spendere più di 7 milioni di pounds per Dempsey o chiunque altro perchè hanno deciso di lasciare andare Carrol? Ora la coperta è corta, possibileche non sene siano accorti?

  • …non so se capisco qualcosa di football,forse no…carroll e’stato ceduto perche’,dopo aver visto i reds all’opera fino ad ora,mi pare di aver notato la assoluta impossibilita’del troll di guadagnarsi un minimo spazio se non sullo 0 a 2 in casa a dieci dalla fine ed eguale dicasi in trasferta…rogers non e’che non lo vede semplicemente il suo modo di giocare non prevede la presenza in area di nessuno che abbia quelle caratteristiche…si gira molto la palla,si aspetta un varco,solo che si utilizzano le fasce ed ho visto spesso contro il city come ho scritto,spiovere di tutto nell’area senza un adeguato catalizzatore pronto da quelle parti a calamitare palloni…questo mi preoccupa,la mancanza probabile di una identita’che sopravviva anche ad un eventuale rovescio durante il match,l’integrita’di un pensiero che abbia sempre una logica…in questo caso la cessione di andy ci puo’anche stare,poi sul discorso del cosa sia stato preso a fare o di perche’si sia chiamato alla guida un tecnico che sta mandando via tutti coloro che non corrispondano rigorosamente al suo modo di vedere una disposizione sul terreno di gioco questo e’tutto un altro paio di maniche e riguarda l’incompetenza e la mancanza totale di un piano strategico di crescita che pare oramai da tempo immemore essere calato su anfield come un nefando destino…………

  • ..la partita di domani e’uno spartiacque visto anche cio’che sta accadendo in sede di mercato…se non si vincesse,e peggio ancora se si perdesse,sono certo che ci troveremmo di fronte ad una situazione assai italica…vedo una isteria dilagante,un crescente luogo comune che poggia la pietra angolare del suo modo di intendere una costruzione troppo simile a quella gia’in precedenza riscontrata…il clamore di quel che accade e’senza un ragionamento che abbia a che vedere con il tentativo di mettere su un pensiero vincente anche da qui a 3 anni…budget irrisorio,soldi di cessione sprecati,e giocatori mandavi via bellamente in maniera del tutto risibile dopo averli pagati uno sproposito….squadre italiane senza volerne nominare alcuna,hanno nel corso del tempo passato fatto medesimi errori ed a mia memoria non ricordo di una formazione inglese di rango vittima di tali e tante incomprensibili scelte reiterate che portano unicamente sulla strada di un’altra stagione senza alcun senso logico….la chiara discrasia che esiste tra guida tecnica e proprieta’ appare evidente…cambiamento vuol significare ridare al liverpool quella sua identita’integrale che da sempre permette al club di riconoscersi in scelte sagge e che abbiano una logica…nel passato si e’vinto senza spendere e spandere perche’anfield era abitato dal dio del calcio,quel dio conoscitore del gioco che permetteva sempre e comunque il guizzo magico che portava giocatori pure semi sconosciuti a divenire depositari del talento…qua si parla di una misconoscenza del gioco che ha dell’assurdo………

  • Houllier stava costruendo qualcosa poi il cuore lo ha interrotto.

    Benitez pur vincendo due trofei non riuscì nell’impresa di continuare il discorso in quanto dopo due finali di CL si è ritenuto titolare di uno spirito divino ed ha sfasciato tutto quanto in precedenza sotto di lui girava decisamente bene.

    Hodgson non ha fatto neanche in tempo a respirare l’aria di Anfield che era già sto belle che messo alla porta.

    Kenny ha tenuto insieme una squadra che per metà lo ha seguito e per metà lo ha tradito.

    Tralasciando tutti i punti e le virgole di ognuno di loro, in quanto non voglio ritornare a discutere o a mettere benzina sul fuoco di discussioni trite e ritrite, Houllier lo accosto a Kenny in quanto artefici di un ricostruzione interrotta. Benitez sembrava aver portato qualità e competenza nel primo periodo del suo regno per poi stile Nerone distruggere con gli interessi quanto fatto dai suoi predecessori. Hodgson rappresentava un pò il papà che doveva accudire e proteggere i suoi ragazzi.

    Tralasciano Hodgson tutti e tre hanno vinto qualcosa, ma non quella più importante a quanto pare.

    Ora siamo al terzo “anno zero”, voglio solo sperare che sia l’ultimo. Servirà tempo e pazienza certo, ma con i tempi che corrono e la bava alla bocca della gente del Mersey non so quanto potrà andare avanti anche se, parliamoci chiaro, questi ultimi non hanno fatto proclami di vittorie immediate e trionfi subitanei.

    Questi per prima cosa hanno pagato i debiti lasciati da una gestione direi allegra del trio Hicks & Gillet & Benitez evitandoci di finire in chissà quale categoria, hanno dato al loro manager diversi soldini, investiti non male, peggio, ed ora ci vanno con i piedi di piombo.

    Sbagliano? Giro la domanda a voi: se voi foste dei tycoons, avreste comprato il Liverpool? E poi, avreste dato una fraccata di soldi ad un allenatore, che poi così tanto non piaceva, il quale ha commesso gli stessi errori della precedente gestione?

    Non so voi ma io, da terzo e non tifoso dei Reds, ma desideroso di investire nel calcio inglese, non so se avessi scelto i Reds, viste le grosse beghe societarie oltre alle faide interne. Sono lì da vedere. Poi se la guardiamo sotto l’aspetto del tifoso allora vorremmo che ogni anno ci fossero a disposizione i petrodollari di quelli del City o peggio il denaro da riciclare del magnate russo.

  • ciao sono un nuovo iscritto e sono tifoso del manchester united per prima cosa sono contento di fare parte di questo branch per seconda cosa vorrei dire qualcosa su quella squadretta del liverpool sono proprio dei pezzenti mamma mia che campagna aquisti che hanno fatto ahaaaaaa
    ma dove vogliono andare poi quel allenatore che vuole far giocare la sua squadra come il barca ridicoli

  • o cazzo ho sbagliato branch ahaaaaa scherzavo raga come va mi siete mancati spero anche a voi a parte qualcuno che mi odia
    ho scritto il post di prima perche non mi sembra un sito del liverpool tutti contro squadra e societa allenatore ma quello che ha scritto paolo e la verità senza money non si va da nessuna parte

  • avanti con i giovani ragazzi io credo in questo allenatore saro matto e cosi che ci devo fare io

  • intanto carrol e uscito x infortunio colpa di br ahaaaa

  • DI GIOVANNI GIANLUCA(ENGLAND71):
    avanti con i giovani ragazzi io credo in questo allenatore saro matto e cosi che ci devo fare io

    DI GIOVANNI GIANLUCA(ENGLAND71):
    intanto carrol e uscito x infortunio colpa di br ahaaaa

  • a mio parere,il mercato in entrata non è stato male. sicuramente meglio dell’anno scorso,in rapporto ai soldi spesi…non mi spiego reina ancora a liverpool,così come non mi spiego carroll via (anche se il prestito non è un punto di non ritorno). anche tra di noi non si capisce bene se si abbia davvero la pazienza di aspettare una specie di nuova generazione,nuovo ciclo,oppure si sia cmq impazienti di vedere a tutti costi un trofeo. chiaro,a liverpool i trofei ci devono stare per natura,genetica,ma da un pò di anni non si riesce a costruire una squadra che duri nel tempo. ok,carroll se ne è andato per un anno: io non ho così tanta paura,perchè è l’occasione di vedere un morgan a giocarsi il suo futuro. idem per sterling ad esempio. preferisco provare a ripartire dal punto 0 con i giovani fatti in casa,che con i continui acquisti in giro per l’inghilterra,ogni anno,salvo poi dover sfoltire l’anno seguente la rosa.
    ditemi cos’ha in meno uno come sterling rispetto ad un henderson? io credo nulla,anzi.
    leggendo la storia dei reds,delle vecchie formazioni che hanno fatto la gloria del club,se si vanno a vedere le carriere dei giocatori,per la maggior parte,fino agli anni novanta,avevano una quantità di presenza, con la nostra maglia,incredibile! gente che stava dieci,undici,dodici anni nel club. questo è costruire una squadra. e oggi,l’unico modo per farlo,escludendo la possibilità di rifarti la squadra ogni anno con i top del mondo,fino a che arriva l’annata in cui ci azzecchi (inter,real madrid,man city,chelsea …),è crescere i ragazzi in casa. nel gioco e nello spirito. la cosa più difficile nel calcio di oggi,non è tanto tirare fuori un vero talento,ma fare si che questi talenti sappiano rinunciare a qualche soldo pur di capire che una squadra la si costruisce e la si porta ai trionfi,in un pò di anni,non in due stagione cambiando tre allenatori. saper dire di no ai soldi (o meglio a più soldi.perchè vorrei avercelo io il conto in banca di sterling o morgan) e restare attaccati alla maglia

  • se schiaccio quote succede questo spettacolo non lo sapevo per me ne vedremo delle belle quest anno con i giovani robinson stearling suso coates coady yesil

  • una cosa non capisco ma il nostro staff ha fatto la campagna aquisti per gli spurs ahaaaaa

  • grandi i canarini ahaaaaaa

  • intanto il wb 2 pappine all everton

  • Concordo con i post di Stefano
    Premessa: non voglio dare lezioni di calcio, non sono depositario della verità, e non insegno niente agli altri……..Ho solo voglia di intervenire perchè la discussione è oggetto di riflessioni e approfondimenti…….è solo la mia opinione la quale, come sempre dico, può essere condivisibile o meno……….
    Su Kenny non mi esprimo più…..dico solo che mi sono permesso di controllare un attimo la storia del sig. Damien Comolli e noto, con grande sorpresa, una nomina il 3/11/2010 a….. udite udite…..”Director of Football Strategy”…….mi fa paura solo a sentirlo……..In sostanza una parte del suo mandato è quello di supervisionare il reclutamento di nuovi giocatori per il club. Ho letto che è il responsabile dell’acquisto di Suarez e Carroll…….Tra una partita a “fifa” ed una a “pro evolution”, così tanto per verificare quale giocatore meglio si adatti all’ambiente del club, dopo essere stato nominato a “Director of Football at Liverpool” (direttore del calcio!) AIUTA il club alla campagna acquisti 2011/12. Mi ricordo tra l’altro che molti erano contenti delle scelte fatte…..Domanda: “se la compravendita dei giocatori viene fatta dalla società, con il consulto del mister, perchè non hanno mollato la presa nel momento in cui un Henderson (ad esempio) è stato valutato 20 milioni?. Quante volte le richieste di un allenatore sono state negate nelle società serie?…….Poi, Paolo dire se avessimo dato una fraccata di soldi ad un allenatore che poco piaceva, beh……..stona come cosa. I soldi non si danno in mano all’allenatore e si dice “ok, fai quello che vuoi”. Vuol dire che si è incapaci di gestire un club e ha avuto ragione Stefano a dire che questo presidente capisce di calcio come noi di hockey…..una cosa così è da stolti. Le parti chiamate in causa sulle responsabilità a questo punto sono tre: Kenny, il presidente e il “Mega Direttore Galattico”…….Giusto?. O di Kenny ne vogliamo fare il nuovo Fantozzi?.
    E per quanto mi riguarda….. da tifoso….. io non voglio che mi arrivino i dollari stile City o quelli riciclati dei russi. A me andava bene anche una proprietà inglese con quattro soldi, che investiva sui giovani (modello Barça) che chiedeva al signor Brown di firmare affinchè il suo ragazzo si diverta a giocare a calcio, e che fosse senza procuratori, consulenti e quant’altro e senza youtube che ci propone ogni secondo i nuovi Messi….
    A proposito……..Chi è ‘sto fenomeno che abbiamo preso? Yesil…..mah….Ovvio anche a lui chiedo che mi smentisca…….

    Houllier: Non è proprio così Paolo……Lui lascia non per problemi cardiaci ma per altro…..L’intervento al cuore lo subisce nel 2001 e a maggio di quello stesso anno era in panchina per la finale UEFA. Lascia nel 2004 tre anni dopo il fatto………..i rapporti con la società ed i tifosi si incrinano in seguito all’eliminazione contro il Leverkusen ai 4ti di CL 2002 e per aver provato maldestramente ad imitare il suo connazionale Wenger provando anche lui a portare in squadra africani di passaporto francese di dubbissime qualità (Cissè, Pongolle, Diao…..) e per aver toppato sulla scelta di prendere Diouf………Emblematica una frase in conferenza stampa, mi sembra il giorno dell’addio, in cui dice: “se vogliono tornare al Liverpool anni 70-80 facciano pure, ma non con me!”….frase che ancora oggi non ho capito (ci schifò?).

  • Detto in tono scherzoso …. Evviva almeno con gli altri tre c’ho preso !!

    Cissè non era poi così male Renny, era solo matto come un cavallo così come Diouf del resto. Pongolle era una scommessa su un giovane che da altre parti faceva bene, del resto se non rischi sui giovani su chi lo fai?

    Su Diao concordo pienamente.

    Sulla triade che citavi tu Kenny ha sempre confermato che ogni acquisto di Comolli aveva avuto il suo benestare

    Se poi Henry si fida ciecamente di Comolli, quello è un altro discorso ma è sempre legato al fatto che ogni proprietà scegli i suoi uomini di fiducia. E’ una cosa più che normale, se le azzeccano bene, se sbagliano ….. lui li licenzia non gli rinnova il contratto per altri cinque anni come fecero altri con Benitez ad esempio.

    Su Houllier mi riservo di approfondire su Wiki o qualche altro canale, ma credo lo abbia già fatto tu.

  • ..per me il liverpool di houllier quello per intenderci degli 80 punti (vado a memoria)quello di litmanen e l’ultimo grande fowler di owen,di babbel e cosi’via,gioco’l’ultimo grande football visto ad anfied…mi ricordo che anelka fece un torneo super che segnammo valanghe di reti e che perdemmo il titolo solo perche’lo united fece 2000 punti perse si e no mezza partita e teneva un ritmo impossibile perfino per l’odierno real madrid in campionato…se si fosse continuato su quella falsariga secondo me avremmo avuto nel giro di ancora uno o due anni una ottima chanche di costruire una squadra da titolo…d’altronde gerard,oltre che a lanciare in formazione il nostro capitano,vinse una uefa,una fa e come detto sfioro’di un niente il titolo..questo lo ottenne con un modesto sforzo economico,con una ottima competenza calcistica a mio modo e perfino provando a dare al ‘pool una impronta per nulla lontana a quella dei reds di datata memoria….poi tutti sanno come sia finita dopo il suo addio prematuro a mio modo e secondo me sempre,con lui,muore il progetto ed il tentativo quasi riuscito di portare ad anfield qualcosa che avesse il crisma del trionfo…per carita’non lo paragonate a benitez…il liverpool di houllier giocava a calcio,quello dello spagnolo no….

  • Vedo un sacco di commenti spammati a causa di termini sopra le righe, peccato ma il filtro blocca tutto quanto anche se vi è presente una sola parolaccia.

    Gianluca so che scherzi quando scrivi certe cose, ma il “censore del programma” non lo sa quindi ….

  • digli al censore che sono tornato ahaaaaaaaa

  • …gianluca,inviando il link della stagione cui facevo riferimento (a proposito,non ricordavo che fosse quell’anno la cessione di robbie gol al leeds,grazie per avermi rinfrescato la memoria…),mi ha fatto riandare con la memoria al 4 novembre di quell’anno…ad uno dei gol piu’memorabilmente impressi nel mio ricordo,uno dei gol che ancora,se lo rivedo con gli occhi della mente,mi fanno sobbalzare il cuore con un frullo d’ali nel petto…e chi non se lo ricorda!…chi non ricorda la punizione di Rijse contro lo united,il gol che inchioda il manchester alla croce della sconfitta,quella saetta di sinistro terribile,una folgore scagliata con una potenza inimmaginabile…rivedo ancora la palla che si solleva da terra velocissima nell’impatto con il piede del norvegese,e si infila dopo una traiettoria durata forse un nanosecondo,nel sette alla destra di Barthez…mi ricordo l’esultanza di John arne,con quel braccio mulinato in corsa,e l’espressione selvaggia sul viso mentre anfield deflagra alle sue spalle…mado’che ricordi..grazie gianluca…….

  • …e le sei o sette vittorie consecutive tra febbraio ed aprile con uno 0 a 6 in trasferta sul campo dell’ipswich poi preso a pallate anche nell’ultima di campionato ad anfield con anelka che fa i numeri…l’1 a 4 sul campo del leicester,il 4 a 3 con i rovers e lo 0 a 1 a manchester…una galoppata quell’anno,con una squadra frizzante,divertente,piena di talento e zeppa di giocatori che,oggi,ci servirebbero come un sorso d’acqua nel deserto di questo maledetto momento che non passa piu’…forza ragazzi….e che diamine,andiamo………

  • si parla di Owen, che essendo svincolato può essere aggiunto in squadra……….che ne pensate??

  • Io sarò scemo, ingenuo o giovane ma al 2 settembre non posso che essere strafiducioso per questa squadra e questo allenatore…
    domenica contro i campioni d’inghilterra freschi freschi di supercoppa abbiamo fatto una grande partita schierando in campo la squadra più giovane in non sò quanti anni ( 20 mi pare) con un’età media di 24 anni e con steven che ne ha 32 in campo per cui togliendo lui avevamo si e no 22 anni in media…
    ho visto un giocatore che sono convinto diventerà un grandissimo ossia joe allen
    ho visto un classe 1995 sfrecciare sulla fascia e mandare al manicomio un signor difensore come kolo toure
    ho visto un centrale di difesa del 1990 giocare con una sicurezza e una qualità disarmanti
    ho visto comperare un classe 1991, due 1988, un 1990 e un 1994
    io ho una grande fiducia

  • Stefano Iaconis: il liverpool di houllier giocava a calcio,quello dello spagnolo no….

    Concordo.

    Ma paradossalmente, è stato quello dello spagnolo, a regalare quella che forse è la più grande impresa della storia del club. Quell’immortale 3-3 a Istambul.

    Questo ci insegna che anche se non abbiamo il “team perfetto” col gioco perfetto, possiamo stravincere tutto, visto che lo spagnolo nella sua mediocrità, ci ha cmq fatto arrivare a 2 finali di CL di cui una vinta.

  • Siamo sotto di un goal al primo tempo, bilancio complessivamente negativo.

    Difesaccia. Sahin passeggia, inoltre. Sterling bravo ma un po’ troppo egoista, Gerrard volenteroso ma di un’imprecisione rara. Speriamo che il secondo tempo ci regali qualcosa di meglio, c’è un goal da recuperare…

  • Cè da dire anche una cosa:

    A prescindere dalla squadra con cui giochiamo, dalla competizione, o da altro, AD OGNI NOSTRO MINIMO ERRORE corrisponde un goal dell’avversario.

    Anche a sto giro, Reina poteva fare MOLTO DI PIU'(la palla gli è passata sopra la caviglia, e a 1cm dalla mano immobile.

    2 tiri del City = 2 goal, 1 tiro dell’Arsenal = 1 goal.

    Tutte le squadre sbagliano, e casomai prendono anche goal. Ma nessuno, e sottolineo nessuno, ha la certezza matematica, di prendere goal ogniqualvolta la difesa sbaglia anche il più minimo movimento.

  • Non è ancora finita, ma è evidente che non cambierà nulla. Purtroppo quello che molti pronosticavano si è dimostrato azzeccatissimo. Siamo una squadra limitata, ancora senza idee, senza velocità, senza orgoglio, senza alternative e senza elementi di qualità. Con una dirigenza impalpabile e distruttiva. addirittura abbiamo perso l’uomo in più in campo. Una KOP silenziosa e surclassata dai tifosi dei gunners. E questo è quello che mi rattrista maggiormente…
    YNWA

  • Siamo riusciti a resuscitare una squadra come l’Arsenal, non dico altro va…

  • Non è ancora finita, ma è evidente che non cambierà nulla. Purtroppo quello che molti pronosticavano si è dimostrato azzeccatissimo. Siamo una squadra limitata, ancora senza idee, senza velocità, senza orgoglio, senza alternative e senza elementi di qualità. Con una dirigenza impalpabile e distruttiva. addirittura abbiamo perso l’uomo in più in campo. Una KOP silenziosa e surclassata dai tifosi dei gunners. E questo è quello che mi rattrista maggiormente…
    YNWA con la speranza ovviamente che questa squadra e soprattutto il BOARD e RODGERS ci facciano ricredere
    http://www.liverpoolitalia.it (http://s.tt/1mfS4)

    davide.gilardoni: Non è ancora finita, ma è evidente che non cambierà nulla. Purtroppo quello che molti pronosticavano si è dimostrato azzeccatissimo. Siamo una squadra limitata, ancora senza idee, senza velocità, senza orgoglio, senza alternative e senza elementi di qualità. Con una dirigenza impalpabile e distruttiva. addirittura abbiamo perso l’uomo in più in campo. Una KOP silenziosa e surclassata dai tifosi dei gunners. E questo è quello che mi rattrista maggiormente…
    YNWA

  • Il portiere è il 60% di una squadra. Cosi mi hanno insegnato, cosi E’.

    Nella stessa maniera in cui mi hanno insegnato che una squadra basata sul possesso pala, NON CONCLUDE UN CAZZ0 SENZA UNA PUNTA.

    Siamo fottuti. Non facciamo goal, e ne prendiamo uno ad ogni tiro avversario. BR o non BR, Società o non società.

  • Senza portiere e senza attaccanti.Obiettivo di quest’anno : salvezza e sara’ dura…YNWA

  • LFC TEAM IN FULL: Henry, Ayre, Rodgers, vs Arsenal 0-2 e il tuo Tiki Taka mettitelo nel fondo schiena!!!!

  • A questo punto l’obbiettivo è arrivare a Gennaio cercando di assorbire quanti più danni possibili.

    Poi di volata un nuovo portiere, e una punta.

    La società ha sbagliato in questo calciomercato, in cui DA SUBITO, doveva essere cercato un sostituto per il pelato con la maglia da portiere. Ma non sono stupidi, penso che abbiano capito l’errore.

    Il problema, è che è troppo tardi. Alla mancanza di una punta puoi sopperire(seppur con difficoltà), alla mancanza di un portiere NO.

  • non lo hanno capito Ale, non lo capiscono ***** ***…. è poi c’è ancora qualche co****** che sventola la bandiera di reina nella KOP

  • pano quello e suo fratello che sventola la bandiera ahaaaaa

  • Ragazzi, ANCHE MARIANELLA, che di calcio ne capisce meno di mio nonno, si è accorto che Reina è diventato un flagello che sta condannando questa squadra.

    A fine partita, ha sottolineato che la mancanza di una punta ovviamente influisce, ma che il problema principale è Reina, che ogni partita fa ALMENO UNA PAPERA.

    Possibile che se ne sia accorto Marianella, ma a Liverpool, tifosi e società non capiscono che Reina va allontanato?

  • Carroll non è una macchina da goal,ma visto i grossi problemi che abbiamo davanti,bisogna essere dei geni per non tenerlo. Dello sciagurato spagnolo non parlo più.Silenzio stampa.L’argomento è troppo doloroso.GJ è inguardabile sia difensivamente che offensivamente. Non fa niente di giusto.

  • ho visto ora i goal…non ci sono più parole per quello preso su cazorla…niente,si gioca in dieci. ma allora quello che mi chiedo è: esistono i portieri di riserva? si,ben due. sotto loro. tanto,papere per papere,è giusto che anche gli altri giochino. se un attaccante non fa mai goal,in panchina ci finisce mi pare…io ci credo in questa squadra,anche se manca un bomber..credo che nelle prossime partite verremo fuori come squadra.
    e cmq,opinione personale ma,anche senza scomodare i mostri degli anni 70-80, le squadre da benitez in poi,non sono minimamente paragonabili a quelle di hullier: per cuore,per gioco,per aria che si respirava (anche dalla dalla tv) quando giocavano…murphy,berger,carragher,fowler,owen,redknapp,babbel,hyypia,il giovane gerrard,hamann..e anche le poche presenze di litmanen,hanno regalato gioe grandissime…
    o forse,essendo io abbastanza giovane,sono influenzato dal sentimento particolare e fortissimo che mi lega a quegli anni,quando esplose definitivamente in me,la voglio e assoluta convinzione,di essere un tifoso dei reds…
    non voglio fare quello pieno di rimpianti,ma io quel calore,quella forza che va ben oltre i limiti di un organico,non la percepisco più.e cosa più grave,non la vedo più in faccia ai giocatori. sembrano tutti di passaggio

  • Krupovieza:
    Tutto vero quello che dici! E poi … sembrano tutti di passaggio …. i prestiti lo sono di sicuro!! NON HA SENSO LA FORMULA DEI PRESTITI … qui da me “ci vivo”