donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

LA PARATA DI STELLE A BERGAMO

Milner scalpita per un impiego da titolare

Doveva essere una serata speciale, diversa dalle altre. Commentare il mondo del pallone, con lo spettro della pandemia che torna a bussare alla porta di tutti noi, non è facile. Parlare di calcio serve anche per distogliere l’attenzione dalle ansie e le paure che aleggiano nel nostro vivere quotidiano. A Bergamo sarebbe dovuta essere una serata speciale perché un match del genere lo aspettavamo un po’ tutti. Noi, tifosi dei Reds avremmo avuto l’opportunità di osservare nuovamente da vicino i nostri idoli con la maglia rossa da Campioni d’Inghilterra. Sarebbe stata una serata da sogno anche per i tifosi della Dea che avrebbero visto la loro squadra fronteggiarsi tra le mura amiche contro una delle squadre più forti d’Europa. Atalanta e Liverpool si giocheranno una buona fetta del passaggio del turno martedi, al Gewiss Stadium (Atleti Azzurri d’Italia per i nostalgici). Due squadre che fanno dello spettacolo e del calcio offensivo un marchio di fabbrica oltre che un segno d’identità. Partita decisiva forse più per noi che per loro, visto che in caso di successo la qualificazione alla fase successiva andrebbe praticamente in archivio e potremmo dosare le energie per la Premier. Atalanta contro Liverpool sarà anche senza la cornice di pubblico, una parata di stelle. Perché definire la squadra Bergamasca una sorpresa sarebbe un errore. Da quando si è insediato Gasperini, il club ha fatto un vero e proprio upgrade tecnico e di mentalità. Anno dopo anno, hanno acquisito consapevolezza nei loro mezzi, sfiorando nella scorsa stagione l’accesso alle semifinali di Champions, svanito solo nei minuti di recupero per mano delle stelle del PSG. Vietato quindi sbagliare l’approccio perché sono una squadra molto aggressiva con delle ottime individualità; servirà una grande prestazione. Il Liverpool si approccia dopo 3 partite casalinghe dove oggettivamente non abbiamo brillato ma abbiamo portato a casa 3 vittorie molto importanti ottenute anche grazie ad alcune volti nuovi ed un po’ accantonati. La classifica in Premier adesso ci sorride visto che ci siamo ripresi la testa della classifica e il match di Bergamo è una occasione ghiotta per chiudere quasi definitivamente il discorso qualificazione. La partita del Gewiss arriva a pochi giorni di distanza da un’altra trasferta al cardiopalma visto che domenica i Campioni d’Inghilterra saranno di scena all’Etihad, ospiti del City di Guardiola che ha già un distacco significativo in campionato. La Dea invece dopo 2 sconfitte consecutive in campionato, è riuscita a ribaltare il match contro l’Ajax ottenendo un pareggio vitale ai fini della classifica ed è tornata a sorridere anche in campionato vincendo a fatica di misura a Crotone. Siamo sicuri che i ragazzi non sottovaluteranno l’impegno perché dovremo fronteggiare uno degli attacchi più prolifici della Serie A; la Dea davanti ha molte soluzioni offensive di buon livello. Sarà importante tirare fuori una prestazione da Liverpool per uscire dalla contesa con un risultato positivo. Importante il recupero di Joel Matip che dovrebbe tornare subito nell’11 titolare al fianco di un Joe Gomez che senza una spalla di livello, sembra soffrire il ruolo di leader difensivo. Speriamo che il recupero di Matip torni a dare fiducia al reparto che fin qui ha sofferto molto. Tra i convocati dovrebbe rivedersi anche Naby Keita che però difficilmente dovrebbe partire titolare. Thiago invece sarà ancora ai box e dovrebbe essere risparmiato per il City. Nei Reds probabile la conferma di Jones anche se Shaqiri scalpita dopo la giocata deliziosa che ci ha permesso di realizzare il gol da 3 punti sabato contro gli Hammers. Vedremo se sarà la partita del riscatto per Firmino che sta vivendo un periodo di appannamento ed ha alle spalle un Diogo Jota che trasforma in oro tutto quello che tocca.

Jota sempre più uomo match

 

Assenze pesanti anche per gli orobici che dovranno rinunciare a De Roon e Gosens. Pasalic dovrebbe prendere il posto dell’olandese in mezzo al campo mentre l’esterno tedesco dovrebbe essere rimpiazzato da Mojica che sarà bloccato per coprire nella zona di Salah. L’Atalanta è una squadra di solito molto offensiva che gioca con 3 difensori centrali che accettano l’1 vs 1. Sicuramente Gasperini studierà qualche contro mossa per limitare la velocità di Salah e Manè e per questo sarebbe decisivo ritrovare le giocate e l’estro del miglior Bobby che ci ha illuminato negli ultimi 3 anni. Si profila una partita ad alto contenuto tecnico a Bergamo e malgrado l’assenza del pubblico, siamo pronti a vivere una serata di Champions stellare.

Probabili formazioni

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer,Freuler, Pasalic, Mojica; Gomez, Ilicic; Zapata.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, Gomez, Robertson; Wijnaldum, Henderson, Jones; Salah, Firmino, Manè.

di Francesco Barbaro

Comments

comments