donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

La corsa verso la Premier riparte dall’ostacolo Palace

Divock Origi

Terminata la pausa per le nazionali, i tifosi del Liverpool possono tornare a godersi la splendida squadra allenata da Jurgen Klopp. Una formazione, o meglio una schiacciasassi, che in questa prima parte di stagione a demolito ogni avversario. Solo il Napoli in Champions League e parzialmente il Manchester United in campionato sono riusciti a fermare l’irrefrenabile corsa dei Reds. Un cammino che ha avuto il suo culmine prima della sosta, con il netto 3-1 ai danni del Manchester City.

A 15 giorni da quella affermazione, la squadra di Klopp deve riprendere esattamente da dove aveva terminato, sia sul piano della determinazione che delle prestazioni. L’avversario di turno, al di là dei suoi ultimi risultati, non è dei più malleabili. Il Crystal Palace ha conquistato un punto nelle ultime 4 partite, ma in passato ha spesso regalato delusioni al Liverpool o comunque lo ha fatto soffrire. Impossibile dimenticare il 3-3 della stagione 2013/2014, con cui le Eagles hanno eliminato le residue speranze di titolo della formazione all’epoca guidata da Brendan Rodgers. Altre sfide tutt’altro che scontate tra i due club si sono susseguite negli anni, arrivando fino allo scoppiettante 4-3 del gennaio 2019.

Il Liverpool non deve abbassare la guardia, ma certamente non può spaventarsi. Le ombre del passato e l’assenza per infortunio di due giocatori fondamentali come Robertson e Salah non possono togliere il sorriso a Klopp. La sua squadra sta dimostrando di essere più forte di ogni avversità e, anche sabato contro i londinesi, avrà voglia di confermare la sua sicura leadership in campionato.

In una formazione che per 9/11 dovrebbe essere quella vista dal primo minuto contro il Manchester City, i due infortunati verranno rimpiazzati da valide alternative. Robertson cederà il posto al guerriero Milner, mentre Salah verrà sostituito con Origi (“deus ex machina” pronto a dare il suo contributo anche dal primo minuto) o con Oxlade-Chamberlain, pedina sempre più importante nello scacchiere di Klopp. La parola passa al campo: che i ragazzi in maglia rossa riprendano la corsa verso il ritorno alla vittoria del campionato.

di Paolo Lora Lamia

Comments

comments