donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Italian Connection, il racconto

di Noelle Giannone

dream team 2

 

Il 31 maggio è finalmente arrivato. Riparte la seconda edizione dell’italian connection e stavolta l’OLSC Italy vuole dire la sua e migliorare lo scialbo piazzamento dell’anno precedente. Il nostro è un girone niente male,ci vede impegnati con i cugini dell’Everton, già finalisti l’anno scorso, gli amici del Sunderland e il Leeds.

Nel girone portiamo a casa un pareggio contro i cugini, subendo un gol all’ultimo minuto, una bellissima vittoria al cardiopalmo contro i Black cats e un altro pareggio, ormai ininfluente contro il Leeds. Aver superato il girone ci regala una grande soddisfazione perchè ci da la certezza dell’ottavo posto e la possibilità di migliorarci ancora. Poi una pausa ristoratrice e qui si ringraziano i supporters per aver preparato piatti leggeri e gustosi per i nostri atleti…

Si riparte. Becchiamo i Villans, poi vincitori del torneo. La partita è ruvida quanto basta, un paio di decisioni contestate dal pubblico reds e prendiamo un gol abbastanza stupido. Poi la partita scivola via e nonostante i tentativi dei nostri di provare a ribaltare il risultato, arriva la sconfitta. Dopo l’iniziale scoramento, purtroppo, crolliamo a livello fisico e mentale e nelle ultime due partite contro Southampton e Ispwich Town non ne becchiamo mezza: ormai l’unico pensiero è quello di farsi una pinta!!

Arriviamo ottavi, felicissimi di aver lasciato il nostro quattordicesimo posto ai nemici di sempre, quelli della Red Army, che in realtà si rivelano ragazzi molto simpatici e disponibili. Personalmente è stato un piacere enorme conoscere persone come Davide Ghilardi, Marco Antonucci, quei pazzi dei Martelli d’Italia, vincitori assoluti sugli spalti…e ringrazio il mio Dream Team nella persona di Massimo Mascheroni, persona meravigliosa, sempre pacata che ha avuto il suo bel da fare per farci stare calmi; least but not last: un ringraziamento speciale a chi ha permesso di rendere questa giornata bellissima, lady Irma, Fabio Vinciguerra e tutto lo staff del portale Quelliche lapremierleague. Ci vediamo l’anno prossimo…la Coppa sarà nostra!

Comments

comments

Una risposta a Italian Connection, il racconto