donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Il Diogo ritrovato

Diogo Jota “Giocatore del mese”

Travolto il Leicester, con una prova scacciapensieri, il Liverpool si riaffaccia alla Champions. Domenica il segnale inviato dai reduci di una rosa decimata da una serie di eventi negativi arrivati in fila indiana, è stato inequivocabile e chiaro: il Liverpool ha messo la barra a dritta sul mare del torneo inglese, ha aperto i portelli delle sue poderose fiancate, e spara bordate terrificanti contro le avversarie che navigano lo stesso mare. Per il bottino intero da predare. I campioni hanno spazzato via i ragazzi di Brendan Rodgers, apparendo assolutamente indifferenti a qualunque tremebonda paura germogliata nella mente dei suoi tifosi. Trent o non Trent, Virgil o meno e che Salah guidi l’attacco o lo faccia un altro, i reds comandano la Premier. Ritrovando Firmino, che ha assaporato il gusto  del gol, e confermando di avere un Diogo in più. Che gioca alla grande. Da veterano e leader di una formazione che si è aggrappata al suo immenso talento, come fosse la pozione magica di un druido distribuita per donare forza. Il Liverpool pare esserci caduto interamente, dentro quel paiolo dove bolle quella pozione. Tanta è la sicurezza mostrata nell’ uscita di Domenica.

Manè partner di Jota a guidare l’attacco dei Reds

Il Liverpool è tornato dunque a Diogare…alla grande. Parafrasando il suo golden boy. Arriva l’Atalanta. Rullata nella partita di Bergamo, anche in maniera inattesa. Attenzione agli orobici, però. Sono alla partita crocevia del loro girone, e perderla significherebbe per loro avere poi uno scontro contro l’Ajax da dentro e fuori. E sperare poi nella clemenza dello stesso Liverpool, altrimenti, nell’ ultima uscita dei rossi contro gli stessi olandesi. Sarà spettacolo. Perchè l’Atalanta gioca un calcio d’assalto folgorante, ed il ‘Pool sembra tornato una macchina da gol micidiale. Sarà un match che onorerà il football. Anche nel nome di Marco, che dal tetto di Anfield, in licenza libera dal paradiso, guarderà la partita della sua vita. Nel silenzio tutto per lui.                                                        

 di Stefano Iaconis

Comments

comments