donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Firenze 2013 – Raduno O.L.S.C. Italy

16 11 2013Firenze 16 novembre 2013

Una bellissima giornata autunnale fa da sfondo al 5° raduno dell’O.L.S.C. Italy, la location non poteva rivelarsi scelta più azzeccata, il Ristorante Le Lance è accogliente, situato sulla collina di Fiesole con un panorama mozzafiato, ottimo cibo, buon vino e lo staff gentile e disponibile, a loro un particolare ringraziamento per averci messo la sala a disposizione senza nessun problema. E’ sempre bello ritrovarsi e conoscere nuovi amici, fratelli di fede, tanti di noi si sono sobbarcarti un bel po’ di km, ma quando è il momento che ci s’incontra … beh non vi è soddisfazione più bella. Un ringraziamento particolare a Gianpaolo Marlazzi per essersi adoperato a scovare il posto, agli amici fiorentini Simone Gimignani, Stefano Marchiani, Sacha Ippolito, Andrea Ceccherini e dil cugino simpatizzante Filippo Barucci, ad Alessandro Tulin e Stefano Mori, a Lorenzo Caslini con il figlio Mattia, Marco Zanga ed Evi Ciceri, a Massimo “El Masche” Mascheroni, Flavia Lopes e Vincenzo Aloisio, Andrea Ciccotosto, Maurizio Del Vecchio e Felice Senese, Nicola Nick Lambertini (non ci speravo), Luca Bonomi (peccato la distanza a tavola) ;), alla gradita sorpresa del tredicenne non appartenente al Branch Michele Zamagna, che con suo padre Paolo sono partiti da Cesena per venire a conoscerci, il mio grazie va a tutti voi. Tutti sono molto predisposti e curiosi di conoscersi, il clima è quello giusto, si ride, si scherza e logicamente si parla della nostra amata squadra, del Branch, di giocatori preferiti e di quelli che proprio con la maglia del Pool non ce la facciamo a vederli, ognuno racconta aneddoti ed esperienze personali. Si parla di Liverpool come se si parlasse della nostra città, quella che ci tiene uniti sotto un’unica entità, si abbattono i campanilismi, si scherza e ci si sfotte in modo simpatico, qui sono tutti fratelli Scouser. Dopo un ottimo pranzo si passa a discutere tra di noi e con enorme dispiacere da parte di alcuni di noi (ma non con sorpresa) accogliamo la richiesta di Stefano Mori e Felice Senese di lasciare il Branch. Punti di vista diversi ed episodi spiacevoli hanno portato i ragazzi a prendere questa spiacevole decisione. Ne abbiamo discusso a lungo e non poco, anzi si può tranquillamente dire che è stato l’argomento principale della nostra lunga chiacchierata, ognuno di noi ha espresso il proprio punto di vista, sono opinioni personali condivisibili o no, ma tutte degne di rispetto. Noi del direttivo facciamo mea culpa, ne prendiamo atto e ci impegniamo ad essere più rigidi e severi riguardo alcuni atteggiamenti. Nella mail di fine mese con un comunicato rimarcheremo alcuni punti fondamentali di cosa significa far parte di un gruppo, di una famiglia, lo si fa con il giusto atteggiamento, mentalità e lealtà l’uno con l’altro e non solo stando seduto comodamente d’avanti ad un PC per predicare bene e razzolare male. Non è così che si cresce, non è così che il Branch acquisisce un identità. Ho accolto lo sfogo di Stefano e Felice come una mezza sconfitta personale, il loro è un modo molto rigido di vedere la cosa e hanno le loro sacrosante ragioni. Verso le 18 arriva il momento di salutarsi, alcuni di noi hanno il treno, altri devono sobbarcarsi km di autostrada per tornare a casa. La classica foto finale è il suggello di una giornata passata insieme, una giornata intensa, che spero in ognuno di voi abbia lasciato un bel ricordo. Una piccola nota negativa è rivolta a coloro che malgrado tutto il nostro impegno non si sono degnati nemmeno di rispondere ad una mail, siamo nell’era dei telefoni, dei pc, dei social network in due secondi volendo si comunica … ma niente, è una pessima abitudine che non riesco a capire e ad accettare. Ma soprattutto a coloro che con un minimo sforzo avrebbero potuto farne parte e non ci hanno creduto, o avevano impegni talmente inderogabili da non potersi liberare, anche questo è rispetto verso il Pool e verso i soci del Branch.

YNWA

Nunzio “Koprule” Esposito

Comments

comments

Una risposta a Firenze 2013 – Raduno O.L.S.C. Italy

  • non sapete quanto mi è dispiaciuto non esserci,la prossima volta,ci sara’ una prossima volta…YNWA