donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Ennesimo stop.

Schar ci nega la gioia del gol.

Dopo l’orripilante pareggio casalingo contro la peggior squadra del torneo, stasera i Reds erano chiamati al riscatto, ma soprattutto alla vittoria, perché il margine sulle inseguitrici è davvero esiguo. Ormai il girone di andata volge quasi al termine e non ci si può più permettere di sbagliare, soprattutto contro avversari di media e bassa classifica, che hanno già tolto molti punti agli uomini di Klopp, che stasera ha schierato la seguente formazione: Alisson, Fabinho, Phillips, Arnold, Robbo, Hendo, Milner, Jones, Salah, Manè, Firmino. Inizia il match e il Liverpool è irriconoscibile, senza idee e con ritmi blandi. Dopo 12 minuti Wilson sulla sinistra si beve Phillips e arriva davanti ad Alisson, ma è provvidenziale il recupero di Fabinho. Dopo 22 minuti di nulla assoluto abbiamo una grande occasione per segnare alla prima azione degna di questo nome: lancio splendido di Hendo che pesca Salah solo in area, palla messa a terra e piatto sinistro a colpo sicuro, ma Momo si fa incredibilmente parare il tiro. Questa occasione sveglia un po’ i Reds, che a pochi secondi dalla fine si rendono pericolosi con un bel colpo di testa di Firmino su cross di Robertson, che impegna Darlow in una parata non semplice. Si chiude un deludente primo tempo a reti bianche, ma qualche segnale negli ultimi 10 minuti c’è stato. Nella ripresa si gioca meglio rispetto al primo tempo ma con poca lucidità. Nei primi 20 minuti si fa poco, ma negli ultimi 25 il Newcastle è messo alle corde e si salva anche con un pizzico di fortuna. La prima grande occasione è al minuto 65, quando Salah si mangia il secondo gol della giornata: bellissima palla di Firmino, dribbling su un difensore e piatto sinistro clamorosamente fuori. Due errori di Salah con il suo piede preferito, non è serata. Al minuto 78 rischiamo anche la beffa, quando Clark svetta sui difensori e costringe Alisson ad una parata pazzesca, che salva il risultato. Passano due minuti e sfioriamo il vantaggio, quando Darlow respinge un tiro di Arnold addosso a Mane, la palla carambola verso la rete, ma viene salvata sulla linea. Ultima occasione a tre minuti dalla fine, quando su un corner Firmino colpisce di testa, ma Darlow fa un’altra gran parata. Finiscono qui le speranze di vittoria per un Liverpool, che ormai ha dilapidato un patrimonio di punti, che fa una fatica enorme contro squadre scarsissime a cui basta solo chiudere i varchi per portare a casa un risultato positivo. Il Liverpool ha perso sei punti sanguinosi contro Fulham, West Brom e Newcastle, segnando la miseria di una sola rete in questi due ultimi match. La stagione è davvero tutta in salita, possiamo solo affidarci alla speranza che i nostri avversari per il titolo perdano molti punti, perché senza il loro “aiuto” la montagna da scalare sembra davvero molto alta.

Armando Todino

Comments

comments