donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

E’ di Morgan il primo goal!

di Giorgio Capodaglio

Parte di 21 luglio al Rogers Centre di Toronto la nuova stagione del Liverpool. Si tratta naturalmente soltanto di calcio estivo, di partite che servono a preparare fisicamente i calciatori alla nuova stagione, come dimostra la formazione schierata dall’esordiente Rodgers. Per capire che è calcio estivo poi basta guardare il primo piano di uno Skrtel incredibilmente abbronzato e anche con qualche capello, cosa che rende quasi difficile riconoscerlo. Ovviamente i Reds si schierano con due undici diversi nei due tempi della partita. Il match terminato 1-1 non ha regalato molte emozioni, i ritmi sono stati bassi come ci si aspettava, ma alcuni spunti sui quali discutere li ha regalati. Innanzitutto il modulo con cui Rodgers ha intenzione di giocare, il 4-3-3. I due esterni offensivi sono anche chiamati a fare lavoro di copertura quelle poche volte che il Liverpool non ha il pallone. Già perché i Reds tendono a tenere la sfera tra i propri piedi con lunghi fraseggi e per chi – come il sottoscritto – non sopporta il tichi taca della Spagna e del Barcellona può soltanto annoiarsi. Però quando in campo, soprattutto davanti, ci saranno giocatori in grado di dare il cambio di ritmo, allora forse la noia lascerà spazio ad altro. È proprio il cambio di passo che Rodgers cerca dai suoi, soprattutto sulle fasce. A centrocampo invece la linea a tre deve essere composta da un calciatore che fa regia, un altro che ruba palla, mentre il terzo deve avere i piedi buoni e sapersi inserire nelle azioni offensive. Il mercato ci dirà quali saranno i tre titolari. Infatti se dovesse arrivare Allen, allora sarebbe lui il regista, con Gerrard incursore e Lucas chiamato a rubar palla. Se invece non dovesse arrivare nessuno, allora potrebbe arretrare Gerrard, giocando come con la nazionale di Hodgson, mentre come incursore agirebbe uno tra Henderson e Aquilani, quest’ultimo tra i più positivi finche il fiato ha retto.

PRIMO TEMPO. Rodgers manda in campo il seguente undici con il 4-3-3: Jones; Wisdom, Carragher, Sama, Enrique; Spearing, Adam, Aquilani; Ibe, Eccleston, Pacheco. Nei primi minuti il Liverpool comincia immediatamente a imporsi con un lungo palleggio (alla fine il possesso palla sarà del 75%), ma fatica a creare palle gol. A centrocampo molti palloni passano attraverso il piede di Aquilani, che gioca sotto ritmo, ma mostra la tanta qualità. Adam non convince moltissimo, mentre Spearing si sbatte come sempre e fa il suo. Qualche rischio la difesa lo corre, con gli attaccanti del Toronto che in un paio di occasioni si rendono pericolosi, ma Jones è sempre bravo a farsi trovare pronto. Poi si accende Pacheco, che è l’unico nel reparto offensivo a rendersi pericoloso e mettere in seria difficoltà i difensori canadesi. Purtroppo predica nel deserto, con Eccleston che continua a non dare mai l’idea di essere un calciatore dal futuro in Premier League, mentre Ibe non ha nemmeno 17 anni, anche se mostra un buon dribbling e sembra avere quel qualcosa in più. Sicuramente farà divertire coloro che seguiranno l’under 18 e la squadra riserve. Si va al riposo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO. Cambia completamente l’undici titolare, che sempre con un modulo 4-3-3 è il seguente: Gulacsi; Flanagan, Skrtel, Wilson, Robinson; Suso, Shelvey, Adorjan; Cole, Morgan, Sterling. I Reds fanno meno possesso palla, ma quando attaccano sembrano più pericolosi. Merito soprattutto di Sterling, che nonostante abbia solo 17 anni, fa il bello e il cattivo tempo sulla fascia sinistra, mettendo in seria difficoltà i difensori canadesi. Il ragazzino corre, forse esagera nel dribbling, ma dimostra chiaramente di essere quasi pronto per la Premier League. Forse la mossa più giusta sarebbe quella di mandarlo in prestito un paio di mesi in Championship per completarne la crescita e lanciarlo poi in Premier League. Anche Suso mostra, nonostante giochi fuori ruolo, le sue ottime qualità e con il suo ingresso in campo il centrocampo del Liverpool fa un passo avanti. Lo stesso non si può dire di Adorjan, che però giocava in una posizione molto diversa da quella abituale, lui giocatore molto offensivo. Malissimo Joe Cole, un fantasma che sembra non essere sceso in campo. La difesa qualche errore lo commette e subisce anche un gol, quando una respinta corta di Gulacsi favorisce Amarikwa, che da due passi mette in rete. La reazione è in una grande azione di Suso, con il suo tiro che viene però bloccato dal portiere. Passano pochi minuti e Sterling prende palla, si libera di un avversario, ne dribbla un altro, si allunga il pallone ma batte con un tocco astuto il portiere in uscita, Morgan da due passi manda in rete e i Reds pareggiano. Al 73’ poi la notizia più bella, il ritorno in campo di Lucas, che muove quindi i primi passi a sette mesi dall’infortunio dello Stamford Bridge. Per lui una buona sgambata.

CONCLUSIONI. Le assenze nei Reds e la diversa preparazione hanno condizionato la gara. Non c’erano i sei nazionali inglesi (Johnson, Kelly, Downing, Gerrard, Henderson e Carroll), oltre ad Agger, Reina, Suarez, Coates e Borini. Insomma nemmeno lontanamente l’undici titolare. Certo ci si chiede a cosa servano queste tournè se poi non si portano i giocatori migliori e si rischiano anche brutte figure, visto che la prossima settimana ci sarà la Roma di Zeman, più avanti con la preparazione e con gran parte della squadra titolare.

CHI SALE: Sterling, Pacheco, Spearing, Morgan e Suso.

CHI SCENDE: Joe Cole, Eccleston, Adam e Gulacsi.

Comments

comments

14 risposte a E’ di Morgan il primo goal!

  • Non ho visto la partita, ho visto solo qualche spezzone di video pubblicati su facebook..con le azioni salienti di Aquilani, Pacheco e Suso. Questi tre devo dire, da quel poco che ho visto, che potrebbero aver ben figurato..anche Sterling da quello che vedo, ma questa è una novità fino a un certo punto. Cole lo vado ripetendo da tempo: è solo un peso enorme per le nostre casse, va smammato as soon as possible. Eccleston mi sa che fa la fine di Ngog, quindi via anche lui a questo punto secondo me, mi affiderei molto di più a Morgan. Adam..vabè, non lo so, sarei combattuto se dargli o meno un’altra chance. Certo che se ce lo chiedono per Dempsey non ci penserei un mezzo secondo. Da quello che ho letto in giro c’è un certo entusiasmo, e l’embrione del gioco di BR si inizia a intravedere (senza praticamente 12 o 13 potenziali titolari poi eh). Se si prende Allen e uno tipo Dempsey senza cedere nessuno, con questi giovani e tenendo Aqua siamo a posto secondo me. Ah, Qualcuno sa perchè Coady non ha giocato?

  • Ho visto le azioni di Suso e Sterling: questi due hanno numeri pazzeschi e quest’anno devono essere lanciati; pure Morgan farebbe comodo…

  • Grazie Giorgio per il servizio, preciso e impeccabile come sempre. Largo ai giovani sembra essere il motto di Rodgers, testarli per capire su chi poter contare in futuro. L’assenza logica dei nazionali spinge i meno quotati e gli inconsistenti. Quando torno mi guardero’ il match per pura curiosita’. Morgan lo seguo da in paio di stagioni e secondo me fara’ parte della rosa dei 25, non ho dubbi, il ragazzo ha il fiuto del goal e lo ha dimostrato ieri anche se l’impegno non era da test o da esame di maturita’. Che dire, secondo me un centrocampo con Lucas, Alberto e Steve ci portera’ delle soddisfazioni, fino a quando non si avra’ la certezza fell’arriva di Dempsey o Allen. Avanti cosi’ con la selezione dei papabili oltre alla scrematura degli scarsi.

  • Sterling è roba di primissima qualità. Adam non mi è mai piaciuto, a prescindere da ieri e lo venderei insieme a Cole che il Chelsea ci ha dato quando era già putrefatto da tempo.

  • Suso in nazionale giovanile gioca a centrocampo, quasi alla Pirlo x capirci, ha piede raffinato e calcia pure le punizioni, è da aggragare alla prima squadra senza dubbio.
    Stesso discorso per Morgan, questo il cartellino lo timbra quasi sempre, alla Robbie Fowler, uno che era maestro nel fare i “gol stupidi” (e non solo quelli…), quelli che ci sono mancati troppo spesso nelle stagioni scorse.
    X Adam forse qui sono l’ unico a pensarla diversamente, secondo me può fare un ottimo campionato, credo che sia un buonissimo giocatore, opinione personale; certo se poi sarà la pedina di sblocco della trattativa Dempsey allora dico anche io di darlo via.

  • RONNY, quindi gioca fuori ruolo nella squadra riserve? Lì l’ho visto sempre tre-quartista. Vero che anche Hernanes fa la stessa cosa, in Brasile era regista o mezz’ala, alla Lazio tre-quartista.

  • Io lo butterei nella mischia, ormai e’ da qualche anno a Liverpool, testiamolo, mi sembra doveroso. Sterling e Morgan devono far parte della rosa.

  • Gio secondo me può fare entrambe le cose, è giovane quindi ha corsa ed ha la tecnica per stare sia sulla trequarti che un pò più dietro.
    Possiamo discutere sul fatto che sia più o meno sprecato in una delle 2 posizioni (io credo che debba giocare avanti), in nazionale ha fatto bene durante il torneo U19, ma poteva essere più utile subito dietro gli attaccanti

  • se arriva allen per la cifra che si legge (intorno ai 10-15 milioni di sterline), secondo me è necessario vendere qualcuno. io,nella lista, ci metto : joe cole, downing, hendo, adam. uno di questi avrebbe senso partisse…su allen non mi esprimo più di tanto,non avendolo seguito quasi per nulla,ma mi fido di coloro che tra di noi hanno espresso giudizi assolutamente positivi…

  • E per chi non lo sapesse ancora il Board ha stipulato un contratto quadriennale con la Chevrolet, non conosco i termini economici, vero è che un altro passo avanti nella politica economica di sviluppo negli States è stato fatto.

    Nel frattempo restiamo in attesa di una conferma ufficiale per quanto riguarda l’acquisto di Allen.

  • (ANSA) – BOSTON – Roma batte Liverpool due a uno al Fenway Park di Boston, nell’appuntamento clou della sua tournee’ americana. Gol di Bradley e Florenzi. Adam Macgan tenta una risposta per gli inglesi. Domani nuova amichevole per la Roma a New York, con la selezione di El Salvador.
    Ok, chi mi spiega chi è Adam Macgan? Vabè, a parte gli svarioni pseudogiornalistici nostrani (qua siamo messi sempre peggio, tra un pò il nostro Capitano diventerà Giorrard o qualcosa del genere), chi ha visto la partita? che impressioni avete avuto? E’ andato bene Suso? Ho letto di Shelvey che è andato molto bene..è non è che sia poi così tanto più giovane di Allen (2 anni), secondo voi varrebbe la pena di lanciarlo invece di comprare il gallese? Io per quanto stimi Jonjo non la penserei molto così, perchè forse Jonjo ha un pò più le caratteristiche offensive, mentre Allen è più arretrato, e di giocatori con le sue caratteristiche al momento, tra prima squadra e Accademy proprio fatico a vederne..voi cosa ne dite?

  • posso laciare un giudizio parziale perchè ho visto solo il primo tempo:
    * tra chi ha fatto bene sicuramente Shlevey, intraprendente, buone geometrie e gli unici tiri del primo tempo li ha fatti lui eccetto la traversa scheggiata da Cole; quel ragazzetto sulla destra, McLaughlin mi è piaciuto molto ed anche Gulacsi.

    * Cole e Aquilani per quel che ho visto non mi hanno entusiasmato, forse perchè mi aspetto di più da loro schierati in una squadra con ragazzini, troppo imprecisi, anche se ho letto in giro che invece Cole ha fatto bene, forse è cresciuto alla distanza; anche Sterling un pò anonimo, però non lo hanno cercato molto.

  • Ho visto la partita…

    Voldemort(Shelvey) buonissimo, questo è un giovane che dobbiamo tenerci stretto. Sterling non è stato cercato molto, ma quel poco che ha toccato palla, ha fatto vedere numeri da campione.

    Abbiamo giocato dando ampio spazio ai ragazzi dell’Accademy(anche perchè i titolari sono tutti indisponibili a parte 2 o 3).