donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

DUE SU DUE: LIVERPOOL CORSARO A LONDRA

 

 

Salah, mattatore di giornata

 

Dopo l’importante vittoria contro il Tottenham, il Liverpool va di scena di nuovo a Londra, questa volta contro il West Ham. La vittoria con gli Spurs ha permesso ai Reds di invertire il trend negativo dell’ultimo mese, contro gli Hammers ora cercano continuità. Gli uomini di Moyes dal canto loro sono in un gran periodo di forma venendo da ben quattro vittorie consecutive. Klopp deve fare i conti con la solita tragicomica situazione in difesa: agli ormai lungodegenti van Dijk e Gomez, si sono infatti da poco aggiunti anche Fabinho e Matip. Spazio quindi alla strana coppia Phillips-Henderson, che già aveva chiuso la partita di tre giorni fa. Anche in attacco diverse novità: Mané è costretto a saltare l’incontro per noie muscolari, mentre Firmino si accomoda in panchina. Al loro posto Shaqiri e Origi compongono il tridente offensivo con Salah. Le minacce principali, viste le ovvie difficoltà difensive, sono ovviamente Soucek e Antonio, che con le loro doti fisiche possono far male.

 

Il colpo sotto del 2-0

 

Il primo tempo è abbastanza chiuso con poche occasioni. Ci prova Origi in avvio, ma senza impensierire Fabianski. Il Liverpool gestisce il gioco ma non riesce a creare occasioni pericolose, mentre il West Ham si accontenta di aspettare l’episodio giusto. La prima chance per i padroni di casa è un tiro di Fornals respinto da Robertson nell’area piccola. Per aspettare altre occasioni bisogna arrivare al finale di tempo, prima con un colpo di testa centrale di Antonio, poi dall’altro lato con Origi che non riesce ad arrivare bene su una bella idea di Thiago. Si va dunque al riposo sullo 0-0.

Il secondo tempo è tutta un’altra storia. Prima mezza occasione in avvio per il Liverpool con un cross per Salah che viene intercettato all’ultimo da Cresswell. Poi è Antonio ad avere una buona chance per i suoi, ma il suo tiro a giro termina di poco a lato. Al 57′ entra Jones per Milner, e mentre quest’ultimo e Klopp discutono sulla sostituzione, il nuovo entrato lancia l’azione che sblocca la partita: prima duetta con Alexander-Arnold, poi serve Salah sulla fascia, che salta l’uomo, si accentra e fulmina Fabianski con uno splendido tiro a rientrare. Milner e Klopp, che fino a poco prima discutevano, ora ridono e si abbracciano. Il West Ham a questo punto deve osare qualcosa in più in cerca del pareggio, e sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il Liverpool mette in atto un contropiede eccezionale. Robertson allontana di testa, lancio lungo di Alexander-Arnold che trova Shaqiri sulla fascia opposta, cross chirurgico di prima dello svizzero per l’accorrente Salah, che controlla in modo delizioso e scavalca Fabianski con un tocco delicatissimo. Dopo aver fulminato in questo modo i padroni di casa, il Liverpool è ormai in controllo della partita, e a cinque dalla fine regala un’altra perla. I neo-entrati Oxlade-Chamberlain e Firmino dialogano in area con tocchi di prima e colpi di tacco, ne beneficia Wijnaldum che da solo in area fa 3-0 e corona un’altra azione magnifica. Nel finale c’è spazio per il gol della consolazione di Dawson. Un peccato aver perso il clean sheet vista l’ottima prova della solita rabberciata difesa, ma tutto è bene ciò che finisce bene.

 

Firmino e Wijnaldum la chiudono

 

Finisce 3-1 per il Liverpool, e finisce con sei punti questa doppia trasferta londinese. Grazie ai risultati delle altre, questa vittoria permette al Liverpool di risalire al terzo posto, a un punto dal Manchester United e quattro dal City. Fra tre giorni si torna ad Anfield contro il Brighton, per capire come ci si avvicinerà al big match della prossima settimana, proprio contro i Citizens.

di Walter Randazzo

Comments

comments