donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Due gol ma poco altro, si va al replay

 

Battaglia al New Meadow

 

Dopo l’importantissima vittoria sul campo dei Wolves, il campionato si ferma ma non il Liverpool. È tempo di FA Cup, con i Reds ospiti dello Shrewsbury, squadra di League One che nel turno precedente aveva eliminato il Bristol City. Come ampiamente prevedibile, Klopp concede un turno di riposo ai suoi titolari e manda in campo una formazione ampiamente rimaneggiata: Adrian in porta; Williams, Matip, Lovren e Larouci in difesa; Fabinho, Chirivella e Jones a centrocampo; Minamino, Origi e Elliott in avanti. In panchina si rivede tra gli altri Keita, di ritorno dopo l’infortunio rimediato contro lo Sheffield Utd.

La prima occasione della partita capita sul destro di Origi, che da fuori area manca il bersaglio non di molto. Al quarto d’ora altra occasione con un buon cross dalla destra di Williams, sul quale Minamino non arriva di un soffio. Con i padroni di casa che si preoccupano principalmente di chiudere gli spazi e ripartire in contropiede, i Reds gestiscono quasi completamente il possesso palla in attesa del varco giusto. E il varco lo trova Chirivella, che con un filtrante perfetto serve Jones, che entra in area e fa 1-0. Secondo gol in questa FA Cup per il n.48, dopo quello che aveva deciso il Merseyside Derby del turno precedente. Lo Shrewsbury però reagisce, e al 25′ Whalley si ritrova clamorosamente a tu per tu con Adrian, ma il portiere spagnolo allunga la gamba e salva tutto. Il Liverpool continua a rallentare i ritmi gestendo palla alla ricerca del gol della tranquillità. Nel finale di tempo altre due occasioni, una per parte: prima Minamino si ritrova un buon pallone in area ma calcia fuori d’esterno, poi ancora Whalley da posizione defilata strozza troppo la conclusione e non riesce a impensierire Adrian. Si va così all’intervallo sul 1-0 per il Liverpool.

Curtis Jones di nuovo a segno

Si ricomincia e dopo pochi secondi arriva già il 2-0 grazie a un cross dalla destra di Williams, che viene sfruttato alla perfezione da… Love. Il difensore dello Shrewsbury infatti interviene maldestramente e mette dentro l’autogol che vale il doppio vantaggio Liverpool. A questo punto, gioco-forza, lo Shrewsbury decide di accelerare i ritmi per cercare la rimonta, e al 57′ va vicino ad accorciare le distanze con Lang che, lanciato in campo aperto, impegna Adrian con un rasoterra a incrociare, ma lo spagnolo è bravo e devia in angolo. Tocca poi a Laurent provarci dal limite dell’area, ma la mira non è precisa. Il Liverpool adesso si è troppo “seduto” e soffre le iniziative degli avversari, il gol è nell’aria. E infatti al 65′ Larouci atterra fallosamente Laurent in area, ed è calcio di rigore per lo Shrewsbury. In realtà il contatto sembra avvenire appena fuori area, ma qui il VAR non c’è. Sul dischetto va Cummings, che spiazza Adrian e fa 2-1. Al 74′ ci prova Origi dalla distanza, ma il portiere O’Leary è attento. Un minuto dopo però Lovren pasticcia, Cummings ne approfitta e fa 2-2, punendo un brutto Liverpool. Klopp cerca a tutti i costi di evitare il replay, mandando in campo anche Salah e Firmino, ma è sempre lo Shrewsbury a cercare il gol con più insistenza. All’ultimo minuto O’Leary salva su Firmino, poi la difesa allontana. In pieno recupero doppia chance per i padroni di casa, prima Adrian quasi si fa sorprendere su un cross, poi sul successivo angolo Cummings ha la chance della storica tripletta, ma sbaglia.

Cummings rimonta e fa 2-2

Finisce così 2-2, e si dovrà andare al replay, esito che a Klopp non farà molto piacere.

di Walter Randazzo

Comments

comments