donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Diamo al Brentford un bel boccone avvelenato…

Diamo al Brentford un bel boccone avvelenato…

La fame di football del Brentford e dei suoi tifosi é davvero grande.

Dopo un digiuno di “top flight football” durato ben 74 anni, l’appetito non può che essere vorace.

Fu in quel 26 Maggio del 1947 che il Brentford, già retrocesso, disputò un ultimo match di prima divisione, sconfitto 0-1 proprio da quell’Arsenal, che per una simmetria alquanto improbabile é il primo avversario di rango ad essere uscito sconfitto 2-0 dal Community Stadium nell’opening game di questa stagione di Premier League.

74 anni più tardi, identico film, ma stavolta con un finale completamente diverso.

8 punti nei primi 5 turni, un bottino che rappresenta la miglior di partenza di sempre di un Club neopromosso nella Premier League: i numeri del Brentford di quest’avvio di stagione, consegnano al L’Pool un avversario davvero insidioso, affamato e determinato.

Del resto la formazione del Manager Thomas Frank, coach danese ed ex allenatore del Broendby, pratica un football solido, bilanciato da un lato, ma anche piuttosto veloce e creativo dall’altro.

Il Brentford non solo ha battuto agevolmente l’Arsenal di Mikel Arteta, come già detto, ma é uscito vittorioso anche dalla trasferta del Molineux contro i Wolves (0-2), avversario di maggiore esperienza e caratura tecnica, fornendo una prestazione “specchio” del suo stile di gioco accorto ma sempre fantasioso ed estremamente rapido.

Virgil dovrà assolutamente prendere in consegna e tenere fuori dalla partita il temibilissimo attaccante Ivan Toney, autore di ben 33 reti sin dall’inizio della scorsa stagione.

In più, i due wing-backs R. Henry e Sergi Canos, ex Accademy del Liverpool e vecchia conoscenza dei Reds, rappresentano due pedine chiave del gioco del Brentford: hanno fantasia, sono entrambi bravi nel dribbling ed innescano le ripartenze del Brentford.

Alexander Trent e Sadio Mané, via Getty Images

La partita é complicatissima, mentre il piano tattico, il “blueprint” sulla carta ha connotati più semplici: per il nostro amato Liverpool sarà essenziale muoversi bene di squadra, collettivamente in modo aggressivo e con i tempi giusti per chiudere gli spazi molto in alto, evitando di creare dei “gap” di distanza pericolosissimi tra la linea difensiva ed i due “quinti” del Brentford.

Il Brentford infatti é abituato a prendere in controtempo gli avversari con palloni diretti verso i due esterni, che scavalcano la linea di difesa.

Se tagliamo ai nostri avversari le “distanze” necessarie a praticare questo gioco, con intelligenza, la nostra maggiore maestria e padronanza tecnica prenderà il sopravvento sulle Bees.

Alla vigilia del match di Sabato sera, Jurgen é il primo a tenere alta la guardia sulle qualità dei nostri avversari, con un’analisi in dettaglio più che lusinghiera: “hanno difensori difensori centrali molto alti e due quinti di centrocampo veloci e determinati – spiega il nostro manager, che poi si sofferma anche sulla fase difensiva – difendono come se stanno giocando l’ultima partita della proprio carriera e sono realmente impressionato da questo aspetto”.

In più, Klopp riserva un elogio particolare a Toney:”hanno trovato in lui la soluzione perfetta, lavorando come un’unità compatta, e dando ad Ivan fiducia e convinzione, sono riusciti a tirar fuori il meglio da lui”.

Cari fratelli e sorelle Reds, bisognerà farsi trovar pronti, e Jurgen lo sa benissimo.

In questa fase iniziale, “precoce” della stagione, bisogna guardare essenzialmente al sodo e macinare punti su punti, senza neanche badare alla classifica.

Domani é fondamentale domare tecnicamente e tatticamente un altro avversario determinato, carico e soprattutto, affammato.

Spazio ora, come sempre, alle team news prima del kick off di domani, 17.30 UK time, 18.30 in Italia.

Team News

Due passi indietro, poi due in avanti, per il Liverpool prima della sfida del Community Stadium.

In sintesi, Naby Keita e Thiago out, Bobby e Trent in.

Keita, dopo la fantasmagorica voleé che ha suggellato la vittoria finale contro il Crystal Palace, si é infortunato alla caviglia “zappando” l’erba del Carrow Road in EFL CUP, e ne avrà per un pò, mentre Thiago, come ha già annunciato JK, resterà fuori per un infortunio al polpaccio subito contro le Eagles, “almeno fino alla prossima pausa per le nazionali”.

Questo stop é un vero peccato per Thiago, il quale piano piano afferma la sua autorità tecnica e tattica in questo Liverpool, come l’uomo che cambia il ritmo della manovra a centrocampo.

Potrebbero però, é questa solo una mia supposizione, trovare spazio nel cuore del campo a Brentford Curtis Jones, che nel match infrasettimanale di Martedì a Norwich, oltre al suo talento tecnico purissimo e cristallino, ha messo in campo tanta voglia e spirito di sacrificio al servizio della squadra.

Bobby é pienamente recuperato ma un suo impiego dall’inizio domani é da escludere. Il brasiliano potrebbe invece rientrare per la sfida di Champions league Martedì contro il Porto.

Diogo Jota resta il favorito per partire titolare, ma viste le parole importanti che in settimana Jurgen ha speso nei confronti di Taki Minamino, dopo la doppietta e la gran prestazione di Norwich, un impiego dall’inizio del giapponese in attacco non costituirebbe una gran sorpresa.

Riccardo Leone, YNWA

Tutte le fonti dell’articolo:

Jurgen Klopp issues verdict on Brentford and Ivan Toney, George Dagless September 24, 2021 – Anfield Watch News

Brentford Vs Liverpool preview, 16:36, September 24, 2021 – BBC Sport Football

Liverpool injury latest as Jurgen Klopp confirms Reds without two stars vs Brentford, Charlie Gordon 14:56, Fri, Sep 24, 2021 – Daily Express

History is against Brentford as they return to top flight after 74-year wait, By Richard Foster for The Football Mine – The Guardian

Brentford vs Liverpool: Premier League preview, team news, TV channel, stats, prediction, kick-off time, Friday 24 September 2021 14:56, UK – Sky Sports UK

Comments

comments