donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Di necessità virtù

Alisson, prezioso il suo rientro

Si accendono le luci di Anfield per la prima casalinga dei Reds in Europa in questa stagione, seppur ancora senza tifosi sugli spalti. Dopo il sudato successo di Amsterdam della scorsa settimana, l’avversario di turno sono i campioni danesi del Fc Midtjylland, alla prima partecipazione in Champions League. Matricola del girone, questa squadra che fa base nella città di Herning, nella penisola di Jutland, non ha esordito nel migliore dei modi nella competizione; sono stati quattro infatti i gol rimediati a domicilio nella gara d’esordio con l’Atalanta. Far punti con i nordici è una tappa obbligatoria per chiunque abbia ambizione di passare il girone e per questo il Liverpool non potrà esimersi dall’ottenere l’obiettivo pieno. La squadra sembra in ripresa dopo la terribile notte del Villa Park e il folle derby del Merseyside; il già citato debutto nel girone di Coppa contro l’Ajax ha portato tre punti preziosi e la tenace vittoria ottenuta sabato sera contro lo Sheffield United ha rimesso in carreggiata l’andamento in campionato. In più, c’è stata la nota lieta del ritorno di Alisson tra i pali, tassello necessario per dar sicurezza a un reparto difensivo falcidiato dagli infortuni. Mancherà ancora Matip, quindi toccherà nuovamente a Fabinho e Gomez il ruolo di centrali difensivi, in assenza di reali alternative. A centrocampo ancora ai box sia Thiago, vittima della scriteriata entrata di RIcharlison, sia Naby Keita, alle prese col Covid. Due varianti quindi a dispozione di Klopp. Il centrocampo con due mediani bloccati visto con lo Sheffield e il conseguente 4-2-3-1 che darebbe spazio a Manè, Salah, Firmino e Jota nello stesso momento in avanti; o il classico 4-3-3 che sacrificherebbe uno dei quattro alfieri offensivi per una mezzala in più. Da considerare che, al netto degli indisponibili e di Fabinho sacrificato come difensore, i centrocampisti a disposizione di Klopp si contano sulle dita di una mano: Henderson, Wijnaldum, Milner e Jones. Invece, tra gli attaccanti, Diogo Jota è l’uomo del momento; decisivo nella vittoria con le Blades e sempre più a suo agio nei meccanismi della squadra, il portoghese rappresenta ad oggi una validissima alternativa al tridente titolare o, nella variante tattica descritta prima, una aggiunta. In ognuno dei due casi, sembra difficile pensare una sua esclusione contro i modesti danesi. La partita contro il Midtjylland rappresenta la seconda di tre partite casalinghe in una settimana. Nella prossima giornata di Premier, infatti, il Liverpool attenderà il West Ham. Un bottino di tre vittorie su tre renderebbe questa settimana più che lieta, unendo un primo posto riagganciato in campionato ad un un secondo passo verso la qualificazione agli ottavi di Champions. Ci sarà però bisogno di un Liverpool concentrato e predisposto al sacrificio, in grado di fare necessità virtù in attesa di recuperare gli assenti. E’nelle difficoltà che si vede una grande squadra. Andiamo.

di Dario Damico

N.d.R.

OLSC ITALY SPECIAL: FOCUS PRE-PARTITA

A partire da oggi vi proporemmo dei nuovi contenuti al di fuori delle nostre dirette post-partita.

Nasce “focus pre-partita”: presenteremo, di volta in volta, gli avversari del Liverpool, domestici e non, intervistando veri e propri esperti.

In vista della partita di UEFA Champions League di domani contro i danesi del FC Midtjylland 🇩🇰 il nostro Stefano Ravaglia ha intervistato Alessandro Musumeci, che gestisce la pagina Il Calcio Nordico.

Alessandro ci racconta le origini del club, la loro filosofia e le loro aspettative in vista della gara di domani.

Confermato, come sempre, l’appuntamento del post-partita: domani alle 23.

Buona visione!

https://www.facebook.com/watch/111766698854501/876877726179597/

Comments

comments