donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Come un bambino …..

di Ronny Membrini

Ronny Membrini - alle spalle "The Home of Football"

Ronny Membrini - alle spalle "The Home of Football"

L’ eccitazione per quello che stavamo per fare cresceva a dismisura, ad ogni passo di avvicinamento, verso Anfield. Il pranzo all’Isla Gladstone aveva in qualche modo mitigato l’esplosione di emozioni che avevo vissuto quando il bus ci aveva lasciato proprio davanti allo stadio quando, armato di macchina fotografica, avevo scattato foto a tutto quello che potevo. Passo dopo passo mi stavo avvicinando al sogno di tutta una vita, il cuore batteva a mille ed io, volevo abbracciare tutti quei tifosi che, come me, erano lì per la partita. Scambiare due parole, ridere insieme su banalità. Istintivamente volevo andare dagli steward a stringergli la mano per dirgli che facevano un lavoro invidiabile. Volevo salutare i tifosi dell’Hull City che tranquillamente si avviavano, come noi quattro, a vedere e sostenere la loro squadra, fieri di portare i loro colori, tra tanti tifosi vestiti di rosso. Ormai c’eravamo, dovevamo solo trovare il nostro ingresso e tuffarci in quella emozione destinata a rimanere per sempre nei nostri cuori. Finalmente eccoci dentro. Lungo i corridoi di Anfield non potevo fare a meno di pensare ad un sacco di cose: da come sarebbe stata la prima visione degli spalti, a come avremmo giocato, a chi sarebbe sceso in campo, ai cori che avremmo cantato con gli altri tifosi, alla Kop, a tutti i ragazzi del Branch che per certo erano spiritualmente con noi. Alla mia ragazza, alla quale va una particolare dedica, che tra un anno sposerò e mi regalerà un altro giorno, per non dire una vita, diversa ma ugualmente importante ed emozionante. Lo stomaco ormai non reggeva più tutto questo misto di emozioni, paure, ansie. Camminavo, e continuavo a ripromettermi di non sbirciare verso il campo per non rovinarmi la prima visione totale di Anfield. Salto letteralmente i gradini, che nemmeno vedo, perché i miei occhi sono già pronti all’incontro con IL MIO STADIO… Ci siamo, davanti a me c’è tutto quello che fino a ieri era un sogno. Nemmeno un minuto e sono totalmente immerso, perso negli spazi di quello stadio. YNWA mi è chiaro come non mai qui dentro. Lo spirito di Anfield è una presenza che si fa sentire ed aleggia sul tappeto verde. La Kop tra poco si riempirà e saremo tutti pronti a spingere Stevie & Co. in gol.
Oggi ci siamo anche noi, four italian scousers, che hanno coronato il loro sogno!!!

Ronny

Comments

comments