donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Cercando la strada maestra

di Paolo Cerioli

Cole urla dopo lo stop di braccio di Taddei

Roma e Liverpool ricordano momenti epici, indimenticabili. Al Fenway Park adattato ed addobbato a festa per il suo centenario va di scena un match tipicamente estivo, come vuole che sia una tournee che si rispetti. Mentre da una parte troviamo una Roma alle prese con i carichi di lavoro tipicamente Zemaniani, dall’altra ritroviamo un Liverpool in fase decisamente sperimentale. Gli spalti sono gremiti, ciò a significare la curiosità scaturita nel pubblico da parte della nuova società proprietaria del blasonato team della Mersey. Rodgers manda in campo in un classico 4-3-3 Gulacsi, McLaughlin, Skrtel, Carragher ed Enrique in difesa; Spearing, Aquilani e Shelvey a centrocampo; Cole, Eccleston e Sterling in attacco.

Le due formazioni, decisamente speculari, iniziano al piccolo trotto cercando di gestire il controllo di palla, quasi a garantire una buona copertura del reparto difensivo. Poche le verticalizzazioni, tipiche soprattutto negli schemi di Zeman, chiaro segno della fase post carichi di lavoro eccessivi.

La prima occasione vera si presenta sui piedi di Tachtsidis che sbaglia, a tu per tu con Gulacsi, un rigore in movimento. Bravo il portiere in uscita, ma grosso errore da parte del neo acquisto romanista. Qualche minuto dopo un clamoroso stop di braccio in area di Taddei fa urlare Cole incredulo della svista arbitrale. Poco male è solo calcio estivo.

E’ lo stesso Cole, imbeccato da un delizioso assist di Aquilani, con un lob ad eludere l’uscita di Lebont va a colpire la parte superiore della traversa. Shelvey, autore di un paio di pregevoli giocate, sfiora la rete del vantaggio. Il ragazzo è in crescita anche se talvolta è un tantino egoista.

Il primo tempo si chiude con un tiro per parte scagliati rispettivamente da Osvaldo e Cole parati senza eccessiva difficoltà.

ANALISI: in evidenza Aquilani per la sua manovra ragionata quando la stessa partiva dai suoi piedi, Shelvey per la sua intraprendenza, Sterling sempre pericoloso quando chiamato in causa, Cole per un paio di conclusioni. Il resto normale routine di gioco, con Spearing che non ha sfigurato davanti alla difesa a parte l’errore che ha dato il via alla prima grossa occasione della Roma.

Il secondo tempo vede l’avvicendamento continuo di giocatori ad iniziare da Jones tra i pali, Flanagan sulla destra per McLaughlin, Agger per Carragher, Wilson per Enrique, Lucas per Spearing, Adam per Aquilani, Adorjan per Shelvey, e così via i vari Suso, Pacheco e Morgan.

La partita prende decisamente un’altra piega, la Roma è decisamente più intraprendente. Shelvey calcia di poco a lato, prima della sostituzione, una punizione guadagnata da Adam. E’ di Bradley la prima rete giallorossa. L’americano con un bel diagonale infila Jones dal vertice destro dell’area colpendo la base interna del palo. Ottimo l’assist di Lamela entrato nella ripresa ed artefice della differenza sul campo tra le due squadre.

Suso di vede negata la gioia del goal grazie ad una grande parata d’istinto di Sneakauskas, subentrato a Lebont. Pregevole la manovra sulla fascia sinistra di Pacheco.

Molto bella l’azione che porta al raddoppio della Roma. Giocata tutta di prima dove Rossi, Bojan, Tachsidis e Lamela in veste di rifinitore, mettono il giovane Florenzio in condizione di insaccare con una certa facilità.

I Reds cercano di risvegliarsi con Pacheco e Suso, autori delle giocate migliori sin dal loro ingresso in campo. E’ Pacheco sulla sinistra autore di un paio di dribbling a mettere il pallone sui piedi di Adam che infila l’estremo difensore romanista con un diagonale raso terra.

Per il resto è ancora la Roma a creare ancora un paio di buone occasioni con Lamela ed a mettere in difficoltà una retroguardia Reds davvero lenta. Il triplice fischio dell’arbitro decreta la fine della partita ormai sotto il totale controllo della Roma.

ANALISI: secondo tempo decisamente condizionato dalla fase sperimentale, gli avvicendamenti hanno creato quel disaccordo tra i reparti tale da permettere alla Roma di prevalere tatticamente con una certa facilità. Meglio orchestrata la squadra nei primi quarantacinque minuti. Aquilani e Shelvey garantiscono maggior qualità questo è innegabile. La difesa ha visto i nuovi impieghi di McLaughlin (fascia destra) e Sama (centrale) oltre che quello di Wilson sulla fascia sinistra. Nessuno in particolare ha eccelso nel secondo tempo, Pacheco e Suso hanno dato anche se per poco quella creatività indispensabile per impensierire la retroguardia giallorossa. Poca roba comunque e di lavoro in attesa dei nostri beniamini ce n’è ancora tanto da fare.

Comments

comments

22 risposte a Cercando la strada maestra

  • Ti dirò Paolo, io pensavo sarebbe finita peggio. Vista la nostra formazione e il fatto che la Roma è partita una settimana prima nella preparazione (per loro quinta amichevole, per noi seconda) temevo una goleada. Alla fine possiamo essere soddisfatti. Secondo me il vero Liverpool lo vedremo solo con il Gomel. Pensa che avevo puntato i soldi in singola sulla Roma vincente, ti ho detto tutto.

    Detto ciò, ieri ho visto Suarez ricevere insulti di continuo dai tifosi del Man Utd. Speravo che almeno ai giochi lo lasciassero in pace. Cmq ha confezionato lui il secondo goal, ma non ha giocato un gran match. Così così Coates. Bellamy in gol con il Regno Unito, dove ha brillato Allen.

  • Steven Gerrard, capitano del Liverpool, è carico a mille per l’inizio della prossima stagione. Il centrocampista inglese, infatti, non vede l’ora di mettersi a disposizione del manager Rodgers il quale, stando a quanto riferito a un portale britannico, avrebbe colpito positivamente il capitano dei reds. Gerrard, infatti, si è detto molto felice della scelta fatta dalla società e che, nonostante fosse legato al vecchio allenatore, sente che Brendan sia l’uomo giusto per tornare finalmente ai fasti di un tempo. Al Daily Telegraph, il capitano della nazionale inglese, ha detto: “Io sono sicuro che noi arriveremo tra i primi quattro la prossima stagione. Sono un sognatore? Non credo, già da queste prime uscite si è vista la mano di Rodgers, e non fa nulla se ieri contro la Roma abbiamo perso. Le amichevoli sono dei semplici test per capire la qualità della squadra e il suo stato.” E poi ha continuato a ribadire che: “Noi siamo il Liverpool, mica una squadra di periferia. Non possiamo posizionarci in ottava posizione, non lo possiamo fare ai nostri tifosi; torneremo a sognare”

  • Paolo Cerioli (K.K.K.)Non possiamo posizionarci in ottava posizione

    Direi di no.

  • Premetto che sono quasi totalmente all’oscuro di come si sta comportando la nostra squadra in questo pre-campionato, le sole notizie le apprendo da voi e le sole immagini sono una striminzita sintesi del match contro la Roma (dove mi pare che, in entrambe le circostanze dei goal romanisti, la nostra difesa si sia segnalata per un’invidiabile capacità di immobilizzazione).

    Detto ciò, BR sta mandando in campo le seconde linee ed i giovani. C’è qualcuno tra questi che vedete realmente utile alla causa per la prossima stagione?

    Seconda domanda, capitolo acquisti: dobbiamo rassegnarci al fatto che avremo N.1 solo rinforzo (Borini) o stiamo concretamente acquistando qualcuno?

  • Nemmeno io sto seguendo le amichevoli o meglio, ho visto i primi 25′ con la Roma, mi sono addormentato e questo la dice lunga…..
    Giorgio: Il Gomel………..eh già, è questo il test per capire la forza dei reds………ho fatto una ricerca sul sito UEFA per capire chi sono e da quale pianeta arrivano…….Se queste sono le partite di riferimento per capire quanto vale ‘sta squadra direi che cominciamo male……. 😉
    Piuttosto mi soffermerei sulle solite, inutili, deprimenti, frasi di circostanza dei calciatori…… insomma, ogni giorno è sempre la stessa minestra. Ma se noi veramente siamo il Liverpool (e non squadra di periferia)…… perchè non dire, una volta tanto (caro mio capitano) puntiamo a vincere il campionato?. Perchè nauseare, i tifosi come me (E SONO 22 ANNI!!!!), tutte le sacrosanti stagioni parlandoci del quarto posto?. Cosa mettiamo in bacheca?……Non danno titoli i piazzamenti e se allora non siamo all’altezza di competere per la Premier, non sarebbe lo stesso bello arrivare anche quinti ma vincere almeno la Coppa UEFA?…….Ma guardate che siamo al ridicolo!. Che rottura di scatole!!!!! Mai una volta a tirare fuori gli attributi e dire: “giochiamo per diventare campioni d’Inghilterra!”……….MAI!!!!….. Personalmente se si arriva secondi, terzi o quarti e non si vince nulla sarà comunque una stagione fallimentare e spero che, nell’augurarsi di tornare ai fasti di un tempo, abbia preso come riferimento “quel” tempo, di quando lui non era nemmeno nei pensieri del padre…….no perchè, qualora si fosse rivolto al suo periodo, dove conta il posto Cemp….Ciamp….insomma, quella roba lì, mi preoccuperei e non poco……

  • Troppo presto per fare bilanci. Due partite o sgambatelle che siano utili solo per capire chi deve essere ceduto. Penso ad Adam, inguardabile al momento, penso a Carragher panchinaro d’obbligo, penso a che ruolo avra’ Henderson se a fine Olimpiade arrivera’ Allen o Dempsey. Eccleston e’ una chiavica, Pacheco idem in quanto eterno incompiuto. Su altri non mi sbilancio, ma la lista si allungherebbe di almeno tre elementi.

  • Renny: perchè non dire, una volta tanto (caro mio capitano) puntiamo a vincere il campionato?.

    Perchè è realista.

    La Premier League di oggi è un campionato assassino. Difficilissimo. La competizione è cosi enorme e accesa che per arrivare primi cè bisogno di enormi investimenti, tantissimo lavoro e anni di progetto.

    Ci sono sempre 5-6 squadre che lottano per le prime posizioni, + le varie outsider che rompono le palle(come il New Castle lo scorso anno). Le piccole squadre che a volte sono più forti delle grandi(per poco lo scorso anno il City ci perde lo scudetto, in casa, con una che lottava per la salvezza), e cosi via.

    Ti sembra che il Liverpool abbia anche una minima possibilità di arrivare primo in questa situazione? Io firmerei subito per un terzo posto, vorrebbe dire lasciare indietro squadre come Arsenal, Tottenham o Chelsea o Manchester United.

    Arriveremo primi? DI CERTO. Ma non è questo l’anno. Questo è l’anno in cui ci riprendiamo i palcoscenici europei. Questo è l’anno in cui lottiamo per la coppa UEFA, e l’anno in cui ci riprenderemo il posto che ci spetta, ovvero in Ciemp… in Ciamp…(in Champions League, lo dovresti sapere visto che ne abbiamo vinta una 7 anni fa e ne abbiamo 5 in bacheca).

    Ragazzi, un passo per volta. E umiltà. NOI NON SIAMO DA PRIMO POSTO IN PREMIER LEAGUE. Pensiamo ad arrivare in zona CL e a vincere la coppa UEFA. Se facciamo questo, allora l’anno dopo siamo pronti per quello che TUTTI qui sperano da anni: LA CORSA AL PRIMO POSTO IN PREMIER.

  • Tottenham su Allen, AVB ha scelto lui come sostituto di Modric in partenza per il RM. Speriamo di riuscire ad acquistarlo, mi piace troppo il giovane gallese.

  • Sono arrivate le sciarpe ufficiali del Branch, credo che sia stato fatto un ottimo lavoro, i commenti sono entusiasti, purtroppo speravamo di averle in consegna per la fine di giugno. Ma una serie di sfortunate coincidenze a fatto si che sono arrivate a ridosso delle partenze per le vacanze… Per cui vi chiedo di farmi sapere a stretto giro (parlo a tutte le persone che la hanno già pagata o che la hanno semplicemente prenotata con una mail) di farmi sapere se devo spedirla adesso o preferiscono a fine Agosto. Inoltre vi ricordo che il pagamento dei rinnovi è previsto da Giugno a Luglio, in automatico scatta l’esclusione del gruppo, dopo di che per rientrare bisogna rifare una nuova iscrizione.YNWA

    P.S. Entro lunedì partiranno le spedizioni per:
    Stefano Mori e Michele Nardi
    Salvatore Giaconia unico pacco con Giò Capodaglio,Gianluca DBowie Brestolli e Mario Djuninski.
    Pino LoGiudice
    Franco e Irene Porciani
    Ronny Membrini
    Riccardo Bonora x i ragazzi che la hanno richiesta a Massimo El Masche
    Paolo Cerioli
    Luca Sabatini
    Giovanni Marchio
    Claudio Franzina

  • Ho sentito voci pericolose su un passaggio di Agger al Barça…

  • Alessandro T9: Ho sentito voci pericolose su un passaggio di Agger al Barça…

    Io invece ho letto di un’ offeta di 13 mln del City, che tra l’altro per voce del suo boss “necessita” di 5/6 acquisti per essere competitivo.
    Spero che Danielone resti ovviamente, serve come il pane, anche perchè vedendo Coates in quest’ olimpiade non credo sia già pronto per un ruolo da titolare.
    Sto seguendo anche Allen e devo dire che sta subendo le idee tattiche di Pearce nella Gran Bretagna, mettere in campo una squadra come quella di ieri sera è inconcepibile, centrocampo intasato di centrali e conseguentemente palla che non girava se non per tocchi orizzontali di pochi metri; quando Psycho è rinsavito sono arrivati 2 gol in pochi minuti (Sinclar e Sturridge sono da prendere secondo me) e la manovra è diventata più ampia.

  • Aquilani alla Fiorentina…..non ho ancora capito se è un trasferimento definitivo o il solito prestito senza obbligo di riscatto.
    Spero vivamente nella prima ipotesi, mi sono stufato di stare sempre a sentire sto cialtrone che ci vuole dimostrare chi sia veramente ed ogni volta se ne torna in Italia per poi ritornare in dietro senza che nessuno ne senta la mancanza.

  • dbowie:
    Aquilani alla Fiorentina…..non ho ancora capito se è un trasferimento definitivo o il solito prestito senza obbligo di riscatto.

    Non è stato deciso ancora nulla. La trattativa forse cè ma è ben lungi dall’essere terminata.

  • Per Alberto hanno formulato un’offerta di 7 mil. di euro (pagato 20 !!), tratttiva in alto mare ovviamente, vista la richiesta. Sembra che uno dei fattori principale sia come al solito l’ingaggio di £100.000 a settimana.

  • Carroll in prestito al West Ham United per un anno al costo di 2 mil. di sterline con riscatto fissato a 17 mil. sempre il West Ham non retroceda. Fonte BBC.
    http://www.bbc.co.uk/sport/football/teams/liverpool

  • Paolo Cerioli (K.K.K.):
    Carroll in prestito al West Ham United per un anno al costo di 2 mil. di sterline con riscatto fissato a 17 mil. sempre il West Ham non retroceda. Fonte BBC.
    http://www.bbc.co.uk/sport/football/teams/liverpool

    Ecco la gran cazzata di BR.

    Lo scorso anno, quella di King Kenny fu di acquistare Henderson a una cifra esorbitante, e quest’anno quella di BR sarà quella di mandare via Andy per 3 lire.

    Siamo condannati a sorbirci una cavolata grossa all’anno nel mercato.

  • Ale io direi che la vera cavolata di Kenny fu quella di prendere Carroll a quella cifra. Potevi comprare con 10 milioni in meno almeno 10 attaccanti migliori di lui.

  • Riassumiamo.
    Giocatori che rischiano di partire: Carroll e Aquilani.
    Giocatori in probabile arrivo: Dempsey e Allen.
    Altre voci: Spurs 7,5m per Sterling. Ramirez vicino ai Reds.

  • Aquilani x me out, uno tra Dempsey e Allen in entrata lo darei per sicuro (fosse per me assolutamente entrambi). Carroll in uscita non so, certo che se Rodgers ha un’idea di gioco che non lo prevede (e possiamo discuterne quanto vogliamo) è inutule tenerlo.
    Sterling via sarebbe da pazzi anche al doppio di quello che si dice, certo bisogna buttarlo nella mischia più spesso quest’anno e già dal preliminare col Gomel, questo è leggerino e quindi sarà già in buona forma.
    Ramirez mi piace, bisogna vedere se e quanti soldi entrano da Aquilani e qualcun altro (io lascerei Cole).

  • Rifiutata l’offerta del city per Agger. Bene.

    Aquilani, Cole e Adam out, Dempsey e Allen in(o quantomeno uno dei due).

    E Carroll va tenuto… 23 anni, un fisico che probabilmente è il migliore della Premier, e negli ultimi mesi ha dato forti segnali di ripresa. Ed è stato un grossissimo investimento.

    Mandarlo via sarebbe la madre di tutte le cavolate.

  • WHU ha smentito l’affare Carroll. Allora a che gioco giochiamo?