donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Calato il tris!!

Debutto bagnato con una rete per Diogo Jota

 

Dopo il suicidio perfetto dell’Emirates a giugno, che ci è costato il record di punti, e la beffa del Charity Shield un mese fa, stasera ad Anfield si presentava l’Arsenal per la prima delle due sfide settimanali. Parlare di bestia nera in questo caso sarebbe errato, perché le ultime due sconfitte sono state solo colpa nostra, ma di certo è giunto il momento di finirla con i gentili omaggi ai Gunners!! Stasera, dopo l’importante e convincente vittoria di Londra, bisognava confermarsi e, per farlo al meglio, Klopp ha schierato il seguente starting eleven: Alisson recuperato in extremis, coppia centrale Virgil-Gomez, Arnold e Robbo terzini, Fabinho, Wijnaldum, Keita a centrocampo, Salah, Manè, Firmino. Il match inizia subito con il Liverpool in attacco e l’Arsenal che si difende come una provinciale. La prima occasione arriva dopo 15 minuti, quando Arnold mette una bella palla in area sulla quale si avventa Manè, il cui tiro di prima trova Leno pronto alla respinta d’istinto. Passano i minuti, aumentiamo la pressione, ma al minuto 25 arriva l’ennesimo regalo del 2020 per l’Arsenal: ripartenza dei Gunners, Maitland mette in area dove Robertson tenta un goffo rinvio, che si trasforma in assist per Lacazette. Il francese svirgola completamente il tiro, ma la palla rimbalza a terra e si impenna scavalcando beffardamente Alisson. Inizio a credere alla maledizione Arsenal, ma per fortuna non ho il tempo per molte imprecazioni, perché il Liverpool pareggia subito. Salah resiste con forza all’energico tentativo di contrasto di Tierney, si incunea in area e lascia partire un bel tiro, Leno respinge ma non può impedire il tap in di Manè. 1-1, tutto come prima.

Manè subito ristabilisce la parità

I Reds continuano a spingere e al minuto 34 Robertson si fa subito perdonare l’errore precedente: cross di Arnold (ancora lui!!) per Andy, che è bravo a metterla giù e a infilare Leno, che aveva tentato una disperata uscita. Grande reazione degli uomini di Klopp e vantaggio meritato senza ombra di dubbio. Chiudiamo il primo tempo con un brivido finale: ci facciamo sorprendere da un lancio lungo, ma per fortuna Maitland, solo in area, sbaglia il controllo e perde la palla. Inizia la ripresa e il tema non cambia. Ci prova subito Manè, ma il suo tiro finisce alto. I Reds hanno un possesso palla dominante, ma mancano sempre l’ultimo passaggio per liberare un uomo per la stoccata finale e al minuto 59 tremano, quando Lacazette, ancora lui, tenta di scavalcare (questa volta volutamente!!) Alisson, che però è reattivo e salva. Il francese si fa pericoloso ancora una volta dopo 4 minuti, quando si crea benissimo lo spazio in area e calcia a rete, ma Alisson, in versione saracinesca, lo disinnesca. Subito dopo il Liverpool si rende pericoloso con una bella combinazione Manè-Firmino ma, sulla bella palla filtrante di Bobby in area, Sadio non riesce a coordinarsi e perde l’occasione. Passa il tempo e il risultato è sempre in bilico. Al minuto 76 ci facciamo di nuovo sorprendere da una palla filtrante al centro, che lancia Nketiah, appena subentrato a Lacazette, verso la porta, ma Alisson è costretto ad uscire fuori area per sventare la minaccia. Klopp a questo punto opta per due cambi: dentro Milner e il debuttante Jota, fuori Manè e Keita. Il primo pallone toccato da Jota è quasi gol, bello il suo destro che esce non di molto. Passano due minuti e Salah confeziona una gran palla proprio per Jota, che da distanza ravvicinata non trova il gol al debutto, ma il destino è dalla sua parte e al minuto 87 Diogo segna. Cross dalla destra, respinge la difesa e Joto stoppa di coscia e insacca con un bel destro angolato che non dà scampo a Leno. 3-1 Liverpool ed esordio coi fiocchi dell’ex Wolverhampton. Nei minuti finali Reds in pieno controllo e partita che si chiude con la terza vittoria, avanti così, COYR.

Armando Maria Todino

Comments

comments