donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Buona la prima!

di Armando Maria Todino

Coutinho: la sua magia è valsa oggi i tre punti.

Coutinho: la sua magia è valsa oggi i tre punti.

Finalmente è finita l’attesa, finalmente è ricominciato ciò che egoisticamente non vorremmo mai che si interrompesse!!! Oggi avevamo una sola certezza: peggio dell’ultima volta era impossibile fare. Partendo da questa premessa, c’era un certo ottimismo su questa prima di campionato, pur sapendo che lo Stoke è un avversario ostico e temibile, soprattutto quando gioca nel suo stadio, ragion per cui siamo partiti già con un esame tosto. Brendan Rodgers sceglie la seguente formazione di partenza: Mignolet tra i pali, Skrtel e Lovren centrali, Clyne e Gomez laterali al debutto, Hendo e Milner davanti al trio Ibe- Coutinho-Lallana e Bentekè terminale offensivo. Il primo tempo è davvero bruttino e non fa segnalare nessuna occasione importante. I Reds mantengono il possesso palla con scambi corti, ma non trovano varchi e non riescono a creare pericoli. Lo Stoke, che mostra palesemente di non avere nessuna fretta, controlla con ordine e grinta e chiude bene gli spazi. Il gioco, inoltre, è spezzettato per i continui falli, non particolarmente cattivi, che costringono l’arbitro ad interrompere spesso il match. Si chiude così senza sussulti una brutta prima frazione di gioco bloccata (nel vero senso della parola!!!!) sullo 0-0. Inizia la ripresa e la situazione non cambia. Al minuto 46 ci prova Van Ginkel dalla lunga distanza, buona la conclusione che si perde a lato. Al 63 Emre Can sostituisce un impalpabile Lallana, assente ingiustificato oggi e pochi secondi dopo ci prova Lovren con un tiro dalla sinistra. Passano 5 minuti e Skrtel si rende pericoloso con la specialità della casa: il colpo di testa. Il Liverpool sembra voler accelerare nel finale e al minuto 78 Rodgers gioca la carta Firmino. Discreto l’impatto sulla gara del brasiliano, ma quando tutto sembra finito è l’altro brasiliano a tirare fuori l’ennesima magia dal cilindro. Coutinho, l’uomo della provvidenza, al minuto 86 spara un altro dei suoi magici tiri dalla media distanza ed insacca, facendo esplodere il popolo scouser. Non accade nulla fino al fischio finale e il Liverpool guadagna tre punti di platino in una gara che lo scorso anno si sarebbe persa al 90%. Due anni fa la cavalcata iniziò dopo una vittoria stentata e sofferta contro lo Stoke, ora stesso avversario, stesso inizio, stesso risultato. Che sia un buon segno? Lo speriamo tutti. C’è ancora da lavorare e forse c’è bisogno sia di una mente pensante in mezzo al campo che di un rinforzo in difesa. Speriamo bene, come on the mighty Reds.

Comments

comments

14 risposte a Buona la prima!

  • Buonissima la prima !!! Hold on !

  • C’è di che essere fiduciosi. La difesa ha mostrato ottimi progressi, non tanto nella qualità degli uomini (Skrtel è ancora incerto con i piedi, Lovren non è diventato Agger) quanto nella organizzazione, che finalmente si è vista. Molto bene i due terzini, Gomez a parte qualche errorino secondo me è fortissimo, Clyne una garanzia. Il nostro modulo è il 4-3-3 (e, data la refrattarietà di BR nel metter Cou, Markovic o Lallana tra i 3 dietro mi chiedo cosa succedesse se uno tra i tre titolarissimi Can, Milner, Hendo dovesse rompersi, forse servirebbe un puntello di mercato), in quanto con il 4-2-3-1 siamo incredibilmente sterili. Cou sempre magnifico anche se palesemente fuori forma, Lalls da rivedere in posizioni diverse e idem Benteke, a larghi tratti troppo isolato.
    Firmino un gran bel giocatore secondo me. Deve solo diventare un pò meno lezioso.
    Quest’anno attenzione che la Premier è equilibratissima. 3 punti con il Bournemouth nel monday night, se si crea quell’entusiasmo del 2013 e ci gira bene con gli infortuni..non dico altro. Dico solo che è possibile.

  • Buoni spunti da cui impostare la stagione, 3 punti VITALI in uno stadio da incubo.

    Coutinho…. che giocatore.

  • Oggi possiamo definire il Liverpool con una sola parola: pragmatico.Pochi rischi corsi,se si esclude il gol che si è mangiato il nostro ex Johnson,e gara nel complesso ben gestita,considerando anche la prevedibile condizione fisica.Concordo con Matt sui terzini: finalmente due soggetti degni di chiamarsi tali,soprattutto Gomez,il quale ha fatto un’uscita dall’area palla al piede all’ottavo del primo tempo che mi ha ricordato il buon Agger. Can irrinunciabile e Coutinho sempre grande. Nel complesso comunque servirà ancora qualche partita per esprimere un giudizio attendibile,perché per molti era il debutto in maglia Reds e,per Firmino,addirittura in Premier.Le basi ci sono e lasciano ben sperare.In ultimo non dimentichiamo una cosa: Clyne,Ibe,Gomez,Cou,Can,Firmino,Rossiter,Sinclair,Flanagan,sono tutti giovani,alcuni giovanissimi.Questo sarà il nostro futuro,e deve essere ben tutelato e cresciuto.

  • Britannia da sempre ostico, prima di campionato con grandi sorprese (vedi Chelsea e Arsenal), brutta partita, uno 0 a 1 striminzito…BASTA GIOCARE BENE E NON OTTENERE NULLA. VA BENE COSI’!!!! C’mon Pool YNWA JFT96

  • Bella Arma. Dunque secondo me Lallana è il più penalizzato di tutti dirottato sulla fascia sinistra, perché non è un’ala. Come giocatore è uno con le armi per far male all’avversario quando riceve palla sullo scatto e ha la porta dinanzi a sé nella fascia centrale. Credo che questo tipo di ruolo potrà interpretarlo con più efficacia in casa nostra, ad Anfield, quando gli avversari più intimoriti lasceranno un po’ di spazio in più a lui per voltarsi ed alzare la testa.

  • Prendiamo i tre punti, bene così: poi lo sappiamo che BR ci mette fino a dicembre per capire come giocare e quale modulo scegliere!

  • Un Liverpool ancora in cerca di un identità conquista tre punti importantissimi che fanno morale e fiducia. Tantissime le opzioni a disposizione del nostro BR che davvero ha l’imbarazzo della scelta, rosa che se ulteriormente puntellata a centrocampo davvero non ha nulla da invidiare. E adesso Bournemouth home con la stessa fame, e decisione, non esistono partite facili, tre punti sicuri… WGA

  • Infatti. Il Bournemouth mi fa paura.

  • Riccardo, tatticamente hai ragione, però Lallana fino ad oggi non è valso i soldi spesi per lui. Tecnicamente è bravo, però è il classico giocatore col piedino buono, una discreta tecnica, ma che non incide. La storia del calcio è piena di gente con ottimi piedi (vedi Recoba) che ha fatto carriere modeste (quella di Lallana ahimè lo è), mentre c’è gente che è tecnicamente mediocre, ma che ha inciso moltissimo (Pensa ad Inzaghi, a Gattuso, a Luca Toni). Ho l’impressione che Adam sia bravino, carino, bellino, ma con poca sostanza. Come riserva di Firmino può anche andare, può essere un buon rincalzo quando si fa turnover, quando giochi in coppa di lega con il Blackburn e fai riposare alcuni titolari, ma non di più.

  • Rispetto per tutti, paura di nessuno… 😉

  • Praticamente un solo tiro in porta e 3 punti in cassaforte. Ci metto la firma per ogni partita che viene.
    Considerando poi che si parla della prima, nel fortino dello Stoke, con diversi giovanissimi ancora al rodaggio, ancora meglio.
    Permettetemi però di entusiasmarmi per l’esordio di James Milner con la maglia Red… carico a pallettoni, un cagnaccio old school!
    M’è piaciuto moltissimo!

  • Un match fatto anche di tanta sofferenza, d’altronde in pieno stile Reds mi verrebbe da dire , ma l’importante era partire bene su un campo difficile e per questo va bene così. Ora mi viene una domanda però, anche se è presto per chiederselo: questa squadra ha ampi margini di miglioramento oppure sarà difficile tornare a vedere quel ‘Pool che domina in lungo e largo le partite? Comunque io sono oltre che fiducioso e più che positivo, molto contento per questo inizio di stagione. YNWA

  • Avanti così!!!