donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

BLADES? TRAFIGGIAMOLI!

Fu Georginio Wijnaldum a mettere il sigillo nel match di andata

Buon anno a tutti! Finisce una decade, ne inizia un’altra, il colore è lo stesso, la passione è più grande, la voglia di vincere non conosce eguali. Dopo un 2019 da urlo per il Liverpool, che ha conquistato ben 3 titoli di valore inestimabile, ci si presenta con stile nel 2020, da campioni del mondo e da leader indiscussi della Premier League con ben 13 punti di vantaggio sulla seconda in classifica (Leicester City) e una gara da recuperare. I Reds stanno ottenendo dei risultati pazzeschi, con sole 5 sconfitte nelle ultime 87 gare di campionato e con un record casalingo immacolato in questa stagione. Dieci su Dieci. 

Questa sera arrivano ad Anfield le Blades di Bramall Lane, lo Sheffield Utd di Chris Wilder, che si sta comportando benissimo da neopromossa, nonostante la lunga assenza nella massima serie inglese durata quasi una decade. Lo Sheffield è una squadra compatta, che si sa difendere con tanti uomini ma sa attaccare a pieno organico e che ci ha creato non pochi problemi all’andata (ricorderete il gol rocambolesco di Wijnaldum). Gli uomini di Wilder daranno il 110% per uscire da Anfield con qualcosa in tasca. Il Liverpool non conta freschi infortuni alla vigilia dopo la gara contro i Wolves di qualche giorno fa e il mese di gennaio dovrebbe rappresentare l’orizzonte infermieristico per tutti gli acciaccati: Matip, Lovren, Chambo, Fabinho e Shaqiri. Il nuovo acquisto di gennaio, Takumi Minamino, arrivato dal Salisburgo per poco più di 8 milioni di euro, non sarà parte della gara per ragioni di regolamento, ma è già parte integrante del gruppo e lo vedremo con tutta probabilità domenica sera nel derby contro l’Everton in FA Cup.

Si attendono assist dai piedi di uno strepitoso TAA

Il resoconto fino a questo momento della stagione è strabiliante, non ci sono state falle in alcun settore del gioco, i sostituti hanno rimpiazzato i titolari addirittura migliorando le prestazioni della squadra e tutto sembra solo destinato a diventare qualcosa di indimenticabile. Non bisogna mollare la presa, non ci si può fermare neanche un secondo e le blades vanno trafitte col simbolo del loro stesso stemma. Lo scorso anno iniziò con una dolorosa sconfitta a Manchester, contro quella squadra che avrebbe poi vinto 17 delle seguenti 18 partite beffandoci per un solo maledetto punto. Da quel giorno il Liverpool non ha più perso in Premier League e mira a riprendersi ciò di cui è stato privato l’anno scorso. Ma stasera, trafiggiamoli!

di Aldo Meola

Comments

comments