donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Bisogna passare il turno

di Gianluca Pusterla

Sarà il giorno dello scouser Rickie Lambert?

Sarà il giorno dello scouser Rickie Lambert?


È il bello della Premier League, o meglio, del calcio inglese: non c’è tempo di abbattersi per una partita terminata male, solo qualche ora più tardi è già il momento di tornare sul rettangolo verde. Il Liverpool, in questo avvio di stagione – e nessuno potrà obbiettare – non è brillante. Solo a tratti, purtroppo, si rivede il calcio spumeggiante, divertente e spettacolare mostrato nella passata stagione. I nuovi, gli innesti che ci dovevano far fare il salto di qualità, al momento stanno deludendo. Ci vorrà tempo per vedere il vero Liverpool, ma un aspetto non può che farci ben sperare: siamo ancora lì, a ridosso della “zona Champions”, il nostro – reale – obiettivo. A dire il vero anche le altre compagini, quelle con cui combatteremo per un posto nelle “top four”, hanno i loro problemi. Che questo possa essere per noi un sollievo nel percorso, difficile e tortuoso, che ci porterà ai livelli che ci competono.

Ciò detto, dopo i fiumi d’inchiostro del post-partita contro i Tigers, per il nostro amato Liverpool è il momento di tornare in campo. Dalla sfida con risultato ad occhiali di Anfield (i nostri beniamini ahanno potuto contare su una folta rappresentativa giunta dall’Italia) sono passate appena 48 ore e Gerrard e compagni torneranno, tra le mura amiche, a battagliare. Non si tratta di una partita come le altre, bensì di una partita secca, di Capital One, contro i gallesi dello Swansea. Una formazione che il nostro manager conosce alla perfezione, nonostante negli ultimi mesi, con Garry Monk al timone, stia cambiando pelle. Una partita che sicuramente sarà ricca di insidie, ma che il Liverpool dovrà far sua, per forza di cose. Le coppe nazionali sono troppo importanti e, come si suol dire, vincere aiuta a vincere. Il Liverpool vuole guadagnarsi un viaggio a Londra, a Wembley. Ricordate quanto erano state belle ed emozionanti le due finali con King Kenny in panchina?

È prevedibile che Brendan Rodgers cambierà qualcosa rispetto all’ultima gara di campionato. Il doppio impegno contro Real e Hull City impone al nostro Mister una rotazione nel nostro 11 titolare. Probabilmente la scelta di non schierare Jordan Henderson nel match contro i Tigers va proprio in questa direzione. Giocatori poco impegnati finora avranno una chance importante, non sfruttarla sarebbe un peccato mortale. Ci auspichiamo che il nostro attacco riesca finalmente a sbloccarsi, potrebbe essere l’occasione giusta per Rickie Lambert e per il “nostro” Fabio Borini. Lazar Markovic dovrà mostrare tutto il suo talento. Quel genio che ad oggi in Inghilterra non si è visto. Nella zona nevralgica del campo potrebbe tornare Lucas Leiva Pezzini, che in questo avvio di Premier League ha avuto un ruolo da comprimario. Per quanto riguarda la difesa, che finalmente nell’ultima partita ha mantenuto la porta di Mignolet inviolata senza particolari patemi d’animo, dovrebbero tornare Glen Johnson e José Enrique.
Una cosa però è fondamentale: non bisogna assolutamente sottovalutare l’incontro contro lo Swansea. Qualora il Liverpool non dovesse giocare al 100% i problemi mostrati nelle ultime gare tornerebbero a bussare alla porta. Ma se in campionato la situazione è ampiamente recuperabile, nella gara di domani non sono ammessi errori di nessun tipo, vogliamo andare avanti, l’occasione è ghiotta e vogliamo coglierla.

Appuntamento alle ore 21 (ora italiana). Di riffa o di raffa. In maniera netta, o con un risultato risicato – magari dopo 30 rigori come è stato il caso dell’ultimo turno – noi, insieme, dobbiamo passare il turno. Il tempo delle critiche, delle polemiche è terminato. Remiamo tutti nella stessa direzione, con e per il Liverpool.

Comments

comments

Una risposta a Bisogna passare il turno

  • Voglio crederci, credere che si possa alzare al cielo questa coppa, niente calcoli, giocare, giocare, giocare.