donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

AVANTI ADAGIO

Milner di rigore...

Milner di rigore…

Dove era sbocciato il flirt con Brendan Rodgers, è di casa anche la consacrazione di Jurgen Klopp. Lo Swansea, città del Galles di 169.880 anime, portata alla ribalta dall’ex tecnico del Liverpool il 31 maggio 2011 con la promozione in Premier League, dà una mano ai reds per la stesura di nuovo corso, questa volta con il tedesco al timone. Dopo un primo tempo soporifero, seppur saldamente in mano al Liverpool, ci vuole un braccio birichino di Taylor nella ripresa (rigore solare, non c’è nessun dubbio) per consentire a Milner di calciare via dagli undici metri le incertezze e permettere ai suoi di rosicchiare punti un po’ a tutti, dato il pareggio dell’Arsenal e l’1-1 di Leicester-Manchester United. E’ presto per poter capire se questo Liverpool si trasformerà da brutto anatroccolo della scorsa annata a splendido cigno in un prossimo futuro, ma una Premier League tornata equilibrata grazie all’assenza del Chelsea (che giace a -8 dal Merseyside) può aiutare a sognare. Sei partite di Premier da quando Klopp ha sostituito Rodgers, esordio a White Hart Lane con un bugiardo 0-0 e tanto pressing, la vittoria da sbornia a Stamford Bridge e 6 punti alla ripresa dalla sosta, con il ritorno in zona Europa. Il tutto unito da un cammino moderatamente sicuro in Europa League, seppur con un girone non troppo impegnativo e un quarto di finale di Coppa di Lega alle porte con il Southampton. Non è stata una partita esaltante quella di Anfield, con lo Swansea che resta a zero nella casella dei tiri nello specchio se si eccettua una punizione dal limite ben respinta da Mignolet, Firmino di nuovo in ombra, un possesso palla sterile al quale manca la stoccata finale. Il Liverpool ha ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo, in attesa di sabati e domeniche più scintillanti. I gallesi, che non vincono in Premier dallo scorso 25 ottobre in casa del derelitto Aston Villa, sono ora attesi da un altro non semplice esame contro il Leicester o, per meglio dire, contro Jamie Vardie, che al “Liberty Stadium” punterà a gonfiare la rete per la dodicesima volta consecutiva. Inutile dire che è invece ghiotta l’opportunità di prendere altri tre punti a Newcastle, dove il Pool scenderà domenica 6 alle 17 italiane. E poi chissà…

di Stefano Ravaglia

Comments

comments

Una risposta a AVANTI ADAGIO

  • partita molto noiosa con squadre molto compatte e con il liverpool che fa la partita dove ibe spreca nei primi minuti un occasione limpida. Nettissimo il fallo di mano che ci fa procurare il rigore. negli ultimi 10 minuti di assedio swansea soffriamo poco. 3 punti importanti per risalire la classifica YNWA!!!!