donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Alzala al cielo, Hendo!

 

La coppa è arrivata a casa

 

Oggi è quel giorno. Nel cuore della Kop, squadra e staff verranno premiati e avverrà quel rito che lascerà noi tifosi senza fiato. Nonostante sia qualcosa di ampiamente previsto, dopo quasi un mese dalla vittoria matematica del titolo e dopo almeno 5 mesi dove il primo posto era già in cassaforte, la ritualità di tale gesto è sempre qualcosa di un’emozione unica.
Rimane, però, una sensazione agrodolce per chi, come il sottoscritto, aveva toccato con mano il sogno di essere in questa occasione a Liverpool, con decine di migliaia di altri tifosi ma soprattutto con gli amici del branch. Una festa sognata per mesi, che verso gennaio sembrava certa, ma che poi è stata inesorabilmente mutilata.
Già a dicembre era stato creato il gruppo WhatsApp “LFC v Chelsea”, dove una trentina di ragazzi del branch hanno gettato le basi per ripetere la trasferta fatta all’ultima giornata della scorsa stagione, nella famosa trasferta contro i Wolves. In quell’occasione, circa 60 persone legate al branch erano andate a Liverpool per vivere quell’emozione. Con o senza biglietto, l’importante era esserci. Come sarebbe dovuto essere questa volta, dove sono sicuro che avremmo toccato il centinaio di persone presenti. Sarebbe stata la chiusura del cerchio. Non soltanto per quanto riguarda il lato sportivo, ma anche per il lato personale, per tanti di noi. Nel 2014, tanti del Branch erano nella Kop durante quella maledetta sfida col Chelsea che ci costò il titolo. Uno di loro è Giorgio. Io e lui ci eravamo conosciuti di persona, guarda caso, proprio durante un Liverpool-Chelsea, quello dell’anno scorso. La speranza era che quella vittoria, impreziosita dalla perla di Salah dai 30 metri, sarebbe stata decisiva per quel titolo tanto agognato. Giorgio sarebbe dovuto essere su quegli spalti anche per questa partita, così come Nunzio, Stefano, Mario, Luca. Ragazzi che meritavano a pieno titolo di vedere Henderson alzare quel trofeo. Ricapiterà un’occasione del genere? Magari sì, però l’emozione del primo titolo dopo 30 anni sarebbe stata qualcosa di unico, soprattutto per chi tutte queste stagioni le ha vissute e sofferte. Ciononostante, è giusto apprezzare quello che ora si può avere, per quanto non sia allo stesso livello di quello che sarebbe stato se non fosse successo tutto quello che è successo.

 

A capitan Hendo l’onore di alzarla

 

Tralasciando gli aspetti celebrativi, oggi si gioca anche nel rettangolo verde di Anfield. Sarà l’ultima della stagione in casa, e l’obbiettivo non può che essere la vittoria. Le motivazioni non mancano, e, nonostante il Chelsea giochi per confermarsi nelle prime quattro posizioni, gli uomini di Klopp non gli lasceranno vita facile. E dopo, tutti attaccati alla TV per quelle immagini che ci rimarranno impresse nei ricordi, con i loro dettagli, le loro lacrime, le loro emozioni. Liverpool FC, Champions of England. Ta lads, YNWA

di Gioele Putzolu

Comments

comments