donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

A FIERCE DRAW

 

 

Il primo big match stagionale è di quelli dal sapore epico. Il Rosso scarlatto del “Liverbird” si scontra con il Blu profondo di dei leoni di Londra, in una parata di stelle che trova in Anfield il teatro più affascinante possibile. A Liverpool si presenta il Chelsea campione d’Europa, carico di grandi aspettative e galvanizzato dall’arrivo di Romelu Lukaku. I blues di Londra sono decisi a candidarsi per il titolo d’oltremanica, forti di due trofei alle spalle ed una crescita di squadra a dir poco esponenziale. Dall’altra parte i Reds sembrano essere tornati gli schiacciasassi di due anni fa, in seguito ad una stagione al di sotto delle aspettative e carica di tante, troppe sfortune.

 

Salah pareggia i conti dal dischetto

 

Gli undici di Klopp entrano in campo con il solito e collaudato 4-3-3, in cui troviamo la piacevole conferma di Elliot come mezzala destra. Il tridente offensivo presenta Firmino dal primo minuto, mentre nel reparto arretrato prende posizione la difesa titolare al gran completo. Il Liverpool si conferma feroce ed in ottima forma, prendendo il pallino del gioco e tentando di ferire l’avversario sin dai primissimi minuti di gioco. Il Chelsea si presenta invece con la solita, straordinaria tenuta del campo, abbinata a delle transizioni offensive fulminee e di grande qualità. I padroni di casa si prendono la scena e attaccano, ma sono gli ospiti a portarsi in vantaggio al minuto 22’, grazie ad un colpo di testa di Havertz su corner di Reece James. Il Liverpool non si scompone, rialza la testa e continua ad attaccare costantemente, sfiorando clamorosamente il pareggio con Matip, che colpisce la traversa in seguito ad un tiro dalla bandierina. il marasma sotto la porta difesa da Mendy si conclude con un doppio salvataggio, uno dei quali si rivela essere irregolare a causa di un fallo di mano. Reece James viene espulso dopo il check del VAR, e l’arbitro assegna il calcio di rigore ai Reds. Dal dischetto Momo Salah è glaciale, e riporta il match in parità. Da segnalare l’uscita di Roberto Firmino al minuto 43’, che lascia il posto a Diogo Jota a causa di problemi fisici.

Nella ripresa Tuchel mette in campo Thiago Silva e Kovacic al posto di Havertz e Kanté, per sopperire all’uomo in meno ed alzare le trincee. Il Liverpool è una cascata rossa dirompente, che per tutti i restanti minuti di partita si infrange senza sosta sul possente muro blu. Diogo Jota e Van Dijk portano il Liverpool vicinissimo al vantaggio, ma in entrambi i casi le conclusioni non riescono a trovare la rete. Il Chelsea prova ad appoggiarsi sulle possenti spalle di Lukaku per ripartire, ed ai piedi di Jorginho per tenere la palla lontana dal prepotente sciame rosso. Il Liverpool ci prova fino a fine gara, ma gli ospiti sono compatti, ordinati e disposti magistralmente in campo. I padroni di casa non riescono ad infliggere il colpo del k.o, e la partita finisce con il punteggio di 1-1.

 

van Dijk e Matip, oggi tra i migliori

Ottima partita dei Reds, sia dal punto di vista mentale che da quello fisico. I ragazzi sono entrati in campo con la voglia di giocare e di dominare, contro un avversario molto forte ed in grandi condizioni psicofisiche. Unico neo del match è il non essere riusciti a sfruttare la superiorità numerica, ma quello che stiamo vedendo da ormai tre giornate è il vero Liverpool, famelico, forte e indomabile, e quest’ottimo inizio di stagione può far solamente sorridere.

 

di Francesco Lionetti

Comments

comments