donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

When it’s not your night

 

Messi contro tutti

 

Al Camp Nou va in scena la semifinale di andata di Champions League tra Barcellona e Liverpool. Klopp schiera una formazione un po’ a sorpresa, con Gomez terzino destro, Milner e non Henderson a centrocampo, e Wijnaldum in attacco a sostituire l’acciaccato Firmino, che parte dalla panchina. Nel Barcellona partono titolari i due grandi ex Suarez e Coutinho.

I ritmi sono altissimi fin da subito. Al 3′ Rakitic duetta in area con Coutinho ma viene stoppato in extremis da Matip. Risponde il Liverpool con Manè, lanciato in area da Wijnaldum, ma Piquè lo ferma come può. Al quarto d’ora ci prova Coutinho da fuori area, ma il tiro è facile preda di Alisson. Al 22′ problema fisico per Keita che deve abbandonare il match, sostituito da Henderson. I Reds impiegano qualche minuto di troppo nel riassestarsi, e il Barcellona ne approfitta: palla filtrante di Alba dalla sinistra per Suarez, l’uruguaiano sfugge alla marcatura dei due centrali e anticipa Alisson, 1-0. Al 35′ la risposta del Liverpool: passaggio filtrante perfetto di Henderson per Manè che si ritrova a tu per tu con Ter Stegen, ma il n. 10 fallisce clamorosamente e manda alto.

Il secondo tempo parte subito col Liverpool alla ricerca del pari con Milner, ma Ter Stegen si distende e para. Poi è il turno di Salah con un bel rasoterra da fuori area, ma ancora Ter Stegen si tuffa e devia in angolo. Ancora Liverpool in avanti: lancio lungo di Van Dijk per Salah sulla destra, l’egiziano crossa basso in mezzo, velo di Wijnaldum e palla che arriva comoda a Milner, ma il tiro è centrale e Ter Stegen ancora una volta blocca e salva tutto. Valverde vede i suoi in difficoltà e cerca di porre rimedio mandando in campo Semedo al posto di Coutinho. Proprio nel momento migliore del Liverpool, il Barcellona a un quarto d’ora dal termine colpisce di nuovo con Messi, che a porta vuota dopo una traversa di Suarez, fa 2-0. Klopp a questo punto tenta il tutto per tutto e si gioca la carta Firmino. I Reds accusano il colpo al minuto 82′ vengono affondati da una punizione di Messi che si infila sotto l’incrocio e non lascia scampo ad Alisson. A completare la serata totalmente da buttare, l’ultima occasione clamorosa gettata alle ortiche, prima con Rakitic che salva sulla linea un tiro di Firmino, e poi con Salah che a porta vuota centra il palo. Nel finale, col Liverpool riversato in avanti, Dembelè ha addirittura la chance del 4-0 in contropiede, ma sbaglia.

Finisce 3-0, un punteggio troppo pesante per quel che si è visto in campo che si spiega esclusivamente col cinismo delle due squadre: il Barcellona ha avuto le sue occasioni e le ha sfruttate, il Liverpool le ha avute ma le ha sprecate. Al ritorno servirebbe un miracolo, e qualcosa in più.

di Walter Randazzo

 

Comments

comments