donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

U18 vs Cristal Palace 3-3

di Paolo Cerioli

Dopo l’elettrizzante pareggio conseguito in trasferta contro i Wolves la scorsa settimana, oggi sabato 25 agosto a Melwood i ragazzi di Cooper affrontano il Cristal Palace in un match che sulla carta si dimostra importante quanto significativo per avere ulteriori risposte circa i progressi di una compagine dal rendimento tutt’altro che costante.

Cooper schiera il seguente undici (4-2-3-1): Belford; Quirk, Maguire, Jones, Williams; Baio, Lussey,  Peterson (Randall 60), Trickett-Smith, Gainford (Ojo 75), Sinclair (Dunn 65).

La partita vede sin dalle prime battute il netto predominio della squadra di casa, Baio e Lussey smistano palloni verso la trequarti con una semplicità disarmante, il centrocampo degli ospiti tolti i primi minuti non riesce a fare filtro e la difesa viene sottoposta ripetutamente alle scorribande degli avanti Reds guidati dal gioiellino Jerome Sinclair.

Ed è proprio il giovane centravanti al 34° a portare in vantaggio i Reds con una bel diagonale calciato dal vertice destro dell’area di rigore a seguito di passaggio filtrante di Smith. Passano pochi minuti ed è ancora una volta Sinclair a mettere a segno la doppietta che mette in discesa le sorti del match.

I Reds continuano imperterriti a imporre la propria manovra decisi a mettere in congelatore in match. Ci pensa Gainford a pochi minuti dallo scadere del primo tempo a portare il risultato ad un corposo 3-0 . Ora il match è davvero al sicuro, gli ospiti non danno segni di vita, colpiti duramente sotto il profilo del gioco e del risultato.

Quello che i giovani Reds non hanno annientato ai giovani Eagles londinesi è l’orgoglio, tipico di chi non si da mai per vinto nemmeno dopo un deprimente 3-0.

Inizia il secondo tempo dove il Cristal Palace sembra aver cambiato pelle, un reset generale dei primi 45 minuti. Gli Eagles iniziano ad attaccare a testa bassa mettendo a segno un bel goal solo dopo cinque minuti di gioco. Sulley Kai-Kai sulla sinistra punta Jones, lo salta e lascia partire un bolide dal limite dell’area, Belford quasi colto di sorpresa non può nulla.

I ragazzi di Cooper cercano di addormentare il gioco mantenendo il controllo della palla e a dir il vero ci riescono molto bene ma la musica cambia ogni qualvolta il Palace recupera palloni. Gli Eagles in tre passaggi riescono sempre a raggiungere l’area sfruttando le doti del loro esterno sinistro Johnson Cole, autentica furia incontenibile autore di pregevoli giocate.

74° – Da palla inattiva arriva la rete del 3-2. Quando sembra che i Reds siano riusciti a mettere la museruola agli ospiti ecco l’ennesima svista difensiva. Piazzati in modo disarmante (in ricordo del peggior schema a zona di Beniteziana memoria) sempre Sulley Kai-Kai in solitaria al centro dell’area insacca la rete che riapre l’incontro.

I Reds accusano il colpo e psicologicamente soffrono quella ventata di orgoglio che, unita ad una netta predominanza fisica, in questa fase del match hanno messo alle corde i padroni di casa.

Sembra segno del destino la rete del 3-3 messa a segno da Johnson Cole in un’azione caotica sviluppatasi in piena area di rigore. Cala la notte sugli uomini di Cooper che a dire il vero subiscono quasi immediatamente una quarta rete fortunatamente annullata per presunto fuorigioco (se c’era era millimetrico) di Sulley Kai – Kai. L’ultima fiammata è dei Reds che centrano in pieno la traversa a seguito di un bel tiro di Smith.

Termina così sul 3-3 un altro incontro elettrizzante, decisamente gradevole ma che purtroppo lascia l’undici Reds con l’amaro in bocca. Sul 3-0 si è ragionevolmente pensato di avere il risultato in tasca ma come gli stessi Reds avevano dimostrato nella prima giornata, nulla è impossibile, basta crederci.

Da segnalare l’ennesimo infortunio sofferto da Dunn al primo scatto effettuato. Il bravo esterno, autore lo scorso anno di una pregevole stagione con all’attivo otto reti, sembra perseguitato dalla sfortuna. Troppi alti e bassi per una squadra dalle grosse potenzialità. Cali di concentrazione preoccupanti si alternano a giocate degne di grandi club.

Appuntamento al prossimo incontro fissato per il giorno 01 settembre alle ore 12 italiane in quel di Manchester sponda City.

Comments

comments

Una risposta a U18 vs Cristal Palace 3-3

  • Mercato, stiamo puntando forte su Sturridge, prima però c’è da fare cassa con Joe Cole, Adam e Downing, ancora incerta la situazione di Carroll..

    Secondo me Andy andrà via il 31 al Newcastle, è una mia sensazione..

    Sturridge ragazzi mi piace, al Chelsea è stato accantonato ma ha sempre fatto bene, è giovane e può giocare sia da prima punta che da seconda, andrebbe a completare il reparto avanzato.

    Questa rosa a me non dispiacerebbe:

    11 titolare

    Reina

    Kelly Skrtel Agger Enrique
    Allen Sahin Gerrard
    Borini Suarez Sterling

    A disposizione:

    Jones
    Johnson, Carragher, Coates, Robinson
    Shelvey, Henderson, Lucas
    Sturridge, Assaidi

    Più tutti i promettenti giovani da lanciare che voi sicuramente conoscete meglio di me!

    Dempsey sinceramente non lo prenderei, 29 anni sono troppi per il nostro progetto, darei spazio a Shelvey che deve ancora crescere ma ha davvero delle ottime potenzialità (col City mi è piaciuto parecchio).