donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

U18: Chelsea vs Liverpool 2-1

di Paolo Cerioli

Seconda sconfitta consecutiva per i ragazzi di Steve Cooper nel Campionato U18. Questa volta i nostri esecutori sono i ragazzi del Chelsea, formazione con un potenziale offensivo di tutto riguardo.

Chelsea 4-3-3: Beeney; Muleba, Conroy, Christensen, Mditi; Starkey, Swift; Mitchell; Dabo, Kiwomya, Howard.

Liverpool 4-2-3-1: Fulton; Quirk, Heaton, Williams, Maguire; Bayo, Lussey; Peterson, Trickett-Smith, O’Hanlon; Sinclair;

La partita è di quelle frizzanti, senza attimi di pausa, entrambe le squadre sono dichiaratamente votate all’attacco, lo spettacolo non manca, le occasioni fioccano. Nel Chelsea si mette subito in evidenza il centrocampista Mitchell, un vero portento, un furetto capace di dribblare il diretto avversario con una facilità impressionante, molto bravo anche sotto porta, insomma dribbling stretto e tiro in porta sono decisamente il suo repertorio migliore.

Ne viene subito a conoscenza il nostro estremo difensore Fulton autore di almeno tre parate strepitose oltre ad altri numerosi interventi degni di applausi. Il reparto offensivo del Chelsea non è uno dei migliori visti ad oggi ma lo scompiglio creato dal “coloured” dietro di loro basta e avanza per infierire su una difesa che sicuramente qualche problema da risolvere.

Le occasioni fioccano da entrambe le parti anche se per onestà di cronaca il Chelsea è decisamente più pericoloso, più audace, più determinato a portare a casa la vittoria.

I Reds nel primo tempo applicano una tattica di  gioco decisamente attendista, cercando di bloccare la manovre a centrocampo per ripartire sfruttando le leve di Peterson. Bayo e Lussey hanno il loro da farsi nel tamponare la manovra avversaria, ciò nonostante riescono ad imbastire delle buone giocate grazie sopratutto alle aperture di Lussey e all’estro di Trickett-Smith. In giornata no il bomber Sinclair.

Si decide tutto nel secondo tempo quando, tra le altre cose, i nostri riescono ad imporre la propria manovra ad un avversario mai tranquillo. Passano in vantaggio i Reds grazie ad una penetrazione verticale di Trickett-Smith, il ragazzo dribbla mezzo centrocampo avversario ed infila il giovane Beeney in uscita, grande azione personale del trequartista inventato da Cooper. Ed avrebbe anche realizzato la rete del raddoppio se l’arbitro non avesse fischiato un discutibile fuori gioco su cross dalla sinistra di Maguire.

Tutto bene quindi sino a quando arriva il primo black out difensivo. Corner dalla sinistra calciato sul primo palo, ebbene un giocatore del Chelsea è riuscito ad intrufolarsi tra ben quattro difensori, piazzati a quadrato, e deviare di testa in rete. Incredibile la dormita dell’intero settore. Mitchell a questo punto suona la carica, sulla fascia sinistra dribbla Quirk, elude l’intervento di Heaton, autentico disastro della difesa Reds, servendo Howard a tu per tu con il portiere. L’esterno Blues decide di fare l’altruista e appoggia sulla destra a Kiwomya, assente dal match sino a quel momento, che infila il povero Fulton evidentemente stanco di fare miracoli.

Cooper continua ad affermare che non ha nulla da rimproverare ai suoi ragazzi, ma è palese che qualcosa in difesa non và. Quando sistematicamente si subisce una rete su calcio piazzato qualche dubbio dovrebbe sorgere, speriamo solo non sia la litania della nostra stagione.

Prossimo appuntamento sabato 29.09.2012 ore 11.00 locali, avversario di turno il Fulham.

Comments

comments