donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Tutto è possibile.

Rafa Benitez ringrazia i tifosi nella magica notte di Istanbul.

Mai come ora il Liverpool vive un periodo felice. Stabilmente attestato in alta classifica e con i quarti di Champions all’orizzonte, guarda con fiducia al prossimo incontro di Premier. Solo il City ha segnato di più in campionato e nessuno ha segnato più goal dei nostri in Champions. Salire la classifica si può, almeno di una posizione, del resto i Citizen sono irraggiungibili, ma si sa, a volte basta un nulla per perdere una partita e i nostri ora come ora devono sfruttare al meglio la buona sorte e tenere alta la guardia. Senza dubbio, attualmente, siamo tra i pochi, in Inghilterra, ad esprimere un calcio di alto livello. E’ forte e crescente lo spirito di fiducia e il consenso attorno alla squadra; l’ottimismo della tifoseria è alle stelle e anche coloro che qualche tempo fa dubitavano dell’operato di Klopp, hanno dovuto ricredersi. In effetti il Mister ha saputo creare nel tempo una rosa di giocatori di qualità e talento, coesa, potenzialmente vincente. Naturalmente, soddisfazione e ottimismo comportano responsabilità, le aspettative sono alte, come pure la pressione attorno alla squadra. Per ora gli obiettivi sono chiari davanti a noi : scalare la classifica, raggiungere il secondo posto e consolidare questa posizione. Sarà bene evitare errori banali o scivolate che troppo spesso il Liverpool si è concesso. Occhio poi alla Champions, se sapremo giocarcela bene potremo essere la vera sorpresa della stagione. Rafa Benitez, sabato, ritornerà ad Anfield con il Newcastle. Si è affrettato a dichiarare che, nonostante il rapporto speciale che lo lega ai Reds, verrà per vincere. Nessuno lo mette in dubbio. I Magpies devono lottare per risalire, per quanto possibile, la classifica. Perdere significherebbe precipitare in zona retrocessione e il loro asso nella manica è un allenatore di esperienza come Benitez.

Indimenticabile la sua vittoria nella finale di Champions League del 2005.

La squadra non brilla certo per talento e fantasia di gioco ma Benitez sa che può calare le sue carte giocando bene in difesa. Sta a noi precederli con astuzia e con azioni mirate a dissolvere il muro difensivo segnare anticipatamente. Il nostro momento è adesso. Dobbiamo con coraggio e determinazione sfruttare la situazione favorevole e far si che questa traiettoria vincente abbia continuità per proseguire e chiudere al meglio una stagione nel complesso a tutt’oggi positiva. 

Tutto è possibile, sta a noi che accada.

                                                                                                 di Federica Varotto YNWA

Comments

comments