donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Tranmere-Liverpool 0-6: let’s talk again about six, baby

 

Invasione pacifica dei nostri tifosi per festeggiare i ragazzi

Negli occhi e nel cuore ci sono ancora le immagini di festa per la Champions conquistata lo scorso 1 giugno, ma è già arrivato il momento di una nuova stagione. A Prenton Park, stadio gioiellino del Tranmere Rovers, come da tradizione il Liverpool ha giocato la prima amichevole della sua pre season.

“Let’s talk about six, baby” è la frase pronunciata da Klopp in un’intervista successiva alla vittoria sul Tottenham, che come un comandamento è stata stampata su magliette, bandiere, sciarpe, bicchieri e ogni gadget che possiate immaginare. Ironia dalla sorte proprio da sei è ripartito il Liverpool che ha travolto il Tranmere con il punteggio di 6-0.

Un clima di festa quello che si è respirato nel Wirral, con 14.500 tifosi assiepati sugli spalti, ovviamente in larghissima maggioranza Reds. Assenti tantissimi protagonisti della passata stagione, anzi praticamente quasi l’intero undici titolare (Alisson, Arnold, Van Dijk, Lovren, Robertson, Wijnaldum, Henderson, Keita, Salah, Firmino e Manè), il più acclamato dalla folla è stato Divock Origi, autentico idolo per i bambini presenti. L’atteggiamento del pubblico ha più che premiato la scelta della società di rinnovare il contratto al calciatore del destino, colui che fino alla sfida contro il Newcastle sembrava aver segnato i gol che avrebbero potuto regalare la Premier al Liverpool, e invece ha realizzato quelli decisivi per la sesta Champions.

La visuale dalla tribuna stampa

Il belga è partito però dalla panchina, insieme agli unici due titolari della finale di Madrid attualmente a disposizione di Klopp, Fabinho e Matip, entrati insieme a Origi nel secondo tempo. In campo, tra gli altri, spazio a Clyne, intenzionato a convincere Klopp nel trattenerlo a Liverpool, Milner (capitano della serata), i redivivi Lallana e Chamberlain, quest’ultimo per distacco il più indietro di condizione, ma ci sta, ma soprattutto giovani come Brewster, Larouci, Kent e Wilson.

Pochi minuti ed è stato proprio Clyne a sbloccare il risultato, sfruttando al meglio un assist al bacio di Brewster. Il Tranmere ha provato a reagire, Gomez è stato bravo a riparare a un suo stesso errore bloccando un tiro di Mullin, ma il pallino del gioco è sempre stato dalla parte dei Reds. Sulla sinistra Kent e Larouci sono stati un’autentica spina nel fianco della squadra di casa. Non a caso proprio dall’ex Rangers è nata l’azione del 2-0, con Wilson bravo a ricevere sul secondo palo e servire a Brewster la palla del 2-0. L’attaccante inglese ha poi segnato la sua doppietta personale nel finale di tempo, mettendo in rete una corta respinta di Davies su tiro da fuori di Milner. Brewster, stimatissimo da Klopp, che ha parlato di lui anche nel post partita, si è confermato attaccante bravo sotto porta, ma ha anche dimostrato di lavorare molto per la squadra, tornando spesso indietro alla Firmino per tenere il pallone tra i piedi e premiare gli inserimenti dei compagni.

Nella ripresa Klopp ha messo quindi dentro una squadra totalmente diversa, cambiando tutti gli undici giocatori in campo. Oltre a Origi, Fabinho e Matip sono entrati anche tantissimi giovani, tra i quali Bobby Duncan, cugino di Steven Gerrard. Sono passati appena pochi minuti ed è arrivata la quarta rete di Curtis Jones, bravissimo nello sfruttare l’ottimo cross dalla destra di Woodburn, giocatore un po’ scomparso dal radar di Klopp. Al 15’ i tanti bambini presenti hanno potuto esultare alla rete del nuovo idolo Reds, Divock Origi, bravissimo nell’infilarsi tra le maglie della difesa avversaria su un ottimo lancio di Matip, superare e battere Davies. Quindi un piccolo momento di storia, la prima rete di Duncan, cugino di Steven Gerrard, che da rapace dell’area di rigore ha realizzato in mischia. Nel finale spazio anche per il giovane portiere Atherton, entrato però in attacco per sostituire l’infortunato Glatzel.

Al fischio finale è partita la festa con una bellissima invasione di campo. Nonostante un calciomercato fin qui sonnolento, dalle parti di Anfield l’entusiasmo non è certo andato scemando.

TABELLINO

Tranmere – Liverpool 0-6

Primo Tempo

Tranmere (4-4-2): Davies; Caprice, Ray, Monthe, Ridehalgh; Blackett-Taylor, Perkins, Banks, Morris; Jennings, Mullin. All.: M. Mellon.
Liverpool (4-3-3): Mignolet; Clyne, Phillips, Wilson, Larouci; Chamberlain, Lallana, Milner; Wilson, Brewster, Kent. All.: J. Klopp

Secondo Tempo

Tranmere (4-4-2): Davies; Caprice, Nelson, Monthe (40’st Spellman), Woods; Ponticelli, Potter, Gilmour, Blackett-Taylor (23’st Walker-Rice); Miller, Payne. All.: M. Mellon.

Liverpool (4-3-3): Jaros; Hoever, Matip, Johnston, Lewis; Woodburn, Fabinho, Jones; Glatzel (33’st Atherton), Origi, Duncan. All.: J. Klopp.

Arbitro: M. Dean

Marcatori: 6’pt Clyne, 37’ e 44’pt Brewster, 9’st Jones, 15’st Origi, 22’st Duncan.

di Giorgio Capodaglio

Comments

comments