donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Tappa a London Stadium nella lunga corsa al titolo

 

Lunedì 4 febbraio, London Stadium, ore 21 italiane. Il Liverpool Football Club affronta il West Ham United per il posticipo della 25A giornata di Premier League.

I Reds sono chiamati a riprendere la lotta nei confronti delle inseguitrici, per una sfida al titolo al cardiopalma che si fa sempre più intensa.

La pressione è alta, inutile negarlo. In conferenza stampa Jurgen Klopp ha dichiarato: “Ovviamente c’è pressione su di noi, come c’è stata anche l’anno scorso in tutta la cavalcata in Champions League e nella lotta ad un piazzamento nelle prime 4 in Premier. Siamo in grado di reggerla”. Ma il peso di quest’anno è diverso. Ed è percepito anche da tutto il resto dell’ambiente. Lo stesso allenatore tedesco, infatti, ha aggiunto: “Tuttavia il club non vince questo trofeo da 29 anni. I tifosi chiaramente non possono vivere la corsa alla vetta come quelli del City, che hanno vinto diverse volte la Premier League negli ultimi anni. I nostri sostenitori vogliono disperatamente il titolo, e noi lotteremo il più possibile per ottenerlo. Ma senza nervosismo”.

Dal punto di vista della possibile line-up, anche stavolta bisognerà fare i conti con gli infortunati: Arnold è vicino al rientro, ma non è ancora disponibile per la sfida imminente, Lovren ha avuto una ricaduta, Gomez pare destinato a star fuori ancora per diverso tempo, dato che si dovrebbe operare nuovamente a breve. In difesa, oltre al solito Alisson, dovrebbe prendere posto a destra il rientrante Milner, in difesa gli unici centrali disponibili sono Van Djik e Matip (ma ci potrebbe essere la sorpresa Fabinho dietro) e a sinistra spazio al pendolino Robertson. Riguardo centrocampo e attacco, resta da definire se la formazione sarà un 4-3-3 o un 4-2-3-1. Nel primo caso, il centrocampo potrebbe essere formato da Wijnaldum, Henderson e Fabinho, nel secondo caso, spazio a Shakiri in luogo di uno dei tre. In attacco, il nostro classico tridente, apparso leggermente opaco nell’ultima uscita e alla ricerca della migliore intesa.

I padroni di casa, il West Ham, son reduci da un periodo di tre sconfitte consecutive tra campionato e coppa, venute a seguito della vittoria contro l’Arsenal. La squadra ha una buona tecnica generale e ottime individualità, ma d’altra parte risulta incostante. Tuttavia, è una squadra molto diversa da quella sconfitta per 4-0 nel match di esordio in Premier League. Dopo un inizio difficile, la squadra di Pellegrini ha raccolto ottimi risultati, tra cui una vittoria sul Manchester United. La compagine londinese è storicamente ostica quando gioca con il pubblico amico, e il Liverpool dovrà affrontare anche questa insidia.

Riguardo ai nostri, a casa degli Hammers occorrerà ritrovare quel ritmo “martellante” che in quest’ultimo mese si è visto poco. Il periodo più caldo della stagione sportiva è alle porte, e il pericolo più grande per i Reds sono loro stessi. Non ci si può rilassare un attimo, e neanche ragionare e fare calcoli sulle avversarie: occorre mettere il focus su di noi partita per partita, settimana per settimana. Gli avversari non ci faranno sconti e venderanno cara la pelle, sta a noi l’arduo compito di conquistarci ogni singolo punto che può aiutarci ad arrivare all’obbiettivo.

Anche a Londra, i nostri non “cammineranno mai soli”: sicuramente la travelling Kop sosterrà a dovere i ragazzi, e anche nei settori di casa ci saranno altri Reds sotto mentite spoglie. Sarà compito degli uomini di Klopp farli gioire e cantare a dovere. Come On You Reds!

 

di Gioele Putzolu

Comments

comments