donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Rosso di sera

La gioia di un ritrovato Salah

E’ la sfida. Quella che spesso decide. Quella che fa da trait d’union con il sogno. Quella che porta diritta diritta sul sentiero lastricato di gloria.  Arsenal  Liverpool. La partita entrata nell’immaginario popolare collettivo, quella che ha ispirato uno tra i più bei romanzi (ed un film, sanguinosi entrambi, sebbene splendidi, per chi tifa Reds) sul calcio, che ha segnato una generazione e non soltanto. Arsenal Liverpool, la partita che ha molte  volte squarciato il cuore dei tifosi in rosso con un epilogo che ha frantumato speranze. Londra è crocevia di suggestione, quest’anno. Piu’ che mai. Perché  sarà la terza volta dall’avvio della stagione che gli uomini di Klopp si esibiranno all’ombra del Big Ben; dopo Tottenham, vittoria per 2 a 1 in una delle migliori prestazioni della stagione, e poi Chelsea, con il favoloso gol di Sturridge che conservò una imbattibilità che ancora dura in Premier.

Rosso di sera…

E perché adesso i goonies sono di tutt’altra pasta rispetto alla formazione senza né capo né coda che aveva iniziato il torneo stentando in maniera penosa, ed apparendo come una squadra votata a soffrire le pene inimmaginabili del dopo Wenger. Invece Unai Emery, accolto a Settembre tra lazzi e fischi, ha saputo metamorfizzare in maniera ottimale il (tanto) materiale a disposizione, soprattutto nel reparto offensivo, trasformando l’Arsenal in una macchina da gol che sta scalando le vette della classifica inseguendo dappresso le tre sorelle gemelle che stanno galoppando velocissime davanti. Se Emery ha qualche problema, certamente questo abita il reparto difensivo, reparto tutt’altro che irreprensibile, e che se il Liverpool saprà interpretare la gara al meglio, potrebbe risultare la crepa nella quale affondare. Anche i reds hanno qualche grattacapo non da poco. Affrontano infatti la gara come un Giano bifronte del quale, nelle ultime sortite, non si e’stato capaci di discernere quale sia il vero volto. Vero che il Cardiff nell’ultima ad Anfield, è finito sepolto sotto un 4 a 1 roboante, ma è anche vero che per larghi tratti del match il Liverpool è apparso in difficoltà, e che due delle quattro reti sono maturate negli ultimi minuti di gioco. Eguale sciarada di complessa soluzione si era rivelata la partita della settimana precedente, quella di Huddersfield, vinta con il minimo scarto al termina di una partita di enorme sofferenza. Appare chiaro che, uscire indenni dallo scontro con l’Arsenal, rafforzerebbe in maniera assoluta la convinzione che potrebbe essere davvero l’anno buono. I gunners arrivano al momento giusto, alla vigilia della partita con la Stella Rossa in Champions, che potrebbe chiudere i giochi qualificazione, stante lo scontro tra Napoli e Psg, e sono avversario ideale da affrontare, dovendo i londinesi provare a vincere la partita per esigenze di classifica. La velocita’ letale degli attaccanti del Liverpool, Salah su tutti (l’egiziano sembra, finalmente, essersi lasciato alle spalle le indolenti giornate nelle quali ha morso il freno) è arma tattica importantissima.  Si gioca all’Emirates, Sabato alle 18,30, quando su Londra calerà il crepuscolo allargando le ali di una notte che speriamo favorevole. D’altronde, si sa, rosso di sera…

di Stefano Iaconis

Comments

comments