donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Ritrovare amicizia e spirito combattivo ad Anfield…

Salah, Henderson and Klopp, Anfield, Manchester City

Salah, Henderson e Klopp

L’impegno infrasettimanale in Champions League, ha confermato il trend non positivo dei reds nelle ultime tre partite. Il volto di Momo Salah in campo sembrava in apparenza triste, il suo body language globalmente negativo, così come la sua prestazione nel complesso: scarso movimento senza palla, poca precisione nell’ultimo tocco dell’egiziano, ed una carenza, insolita per lui, di quelle accellerazioni brucianti per i difensori avversari. Oltre che da Momo’, segnali preoccupanti in attacco sono giunti anche dal suo amico Sadio Mane’, ancora una volta poco incline a dialogare in campo con i suoi compagni. Non abbiamo visto mai quegli scambi rapidi, ed anche i cross rasoterra micidiali da fondo campo, vale a dire quelle giocate che costituiscono il marchio di fabbrica dell’esterno d’attacco del Senegal. Inoltre é la macchina del Liverpool nel suo complesso che non ha funzionato al meglio contro il Napoli: i reparti, in particolare centrocampo ed attacco, hanno giocato in modo troppo disgiunto, con pochi collegamenti. Se il tridente delle meraviglie é apparso privo d’intesa infatti, centrocampo ed attacco si sono mossi in campo senza armonia. Come nel primo tempo di Stamford Bridge infatti, il nostro pressing era più che altro improvvisato ed estemporaneo: troppo spesso durante la partita Momo, Bobby e Mane non accorciavano gli spazi in tempo mentre i nostri centrocampisti pressavano Allan ed Hamsik. Callejon e Verde nella ripresa hanno tempestato di attacchi Robbo ed Arnold, lasciati troppo esposti e vulnerabili nelle situazioni di uno contro uno rispettivamente da Mane e Salah. Nella serata del San Paolo il Napoli ha capitalizzato al meglio le nostre difficoltà, cogliendo così un successo pienamente meritato con una rete di Insigne all’89’. Adesso però é già tempo di voltare pagina per Jurgen e per i suoi giocatori, perchè il Manchester City di Pep Guardiola é in visita Domenica ad Anfield (kick off 17.30pm). Certamente é davvero troppo presto per parlare di titolo, però la sfida di Domenica rappresenta un’occasione davvero propizia più che altro per dimostrare le credenziali del gruppo, e soprattutto le capacità di reazione di questo Liverpool. Dopo la sfortunata sconfitta di Carabao Cup, il pareggio acciuffato per i capelli a Londra e la netta sconfitta del San Paolo, il L’Pool ha bisogno assoluto di ritrovare in un pomeriggio spirito di squadra e determinazione, umiltà ed organizzazione, intesa, condizione fisica, e soprattutto la qualità e velocità delle sue azioni d’attacco. Una grande prestazione, ed un risultato da tirar fuori ad ogni costo, per mettersi alle spalle questo periodo di strane frizioni e polemiche in campo tra i giocatori, atteggiamenti inusuali ed in generale, negativi. Il Liverpool ha l’obbligo di tirar fuori Domenica pomeriggio tutte quelle qualità che hanno reso indimenticabile la scorsa stagione.

Team News

Al San Paolo dopo 16 minuti, Naby Keita é uscito dal campo in barella, lamentando forti dolori e spasmi alla schiena. Il Senegalese, ricoverato d’urgenza all’Ospedale di Napoli, ma rilasciato subito dopo una serie di esami, è rientrato più tardi a Liverpool insieme al resto della squadra. Nella solita conferenza stampa del Venerdì Klopp ha spiegato di aver già discusso con i medici del Club al riguardo. Lo staff medico, in base a quanto riferito da Klopp, esclude almeno per adesso problemi seri per Naby, e se quest’ultimo dovesse allenarsi senza avvertire dolore oggi, oppure domani al massimo, potrà tornare a disposizione subito. Novità positive riguardo Lallana, il quale come annunciato proprio da Klopp nell’incontro con la stampa, è tornato ad allenarsi al 100%. A parte Ox, ancora impegnato nel suo programma di riabilitazione, e Mark Grujic, tutti gli altri elementi sono disponibili. Sul fronte Manchester City, Guardiola ha ricevuto una bella spinta dai possibili recuperi di Kevin De Bruyne, il quale addirittura potrebbe giocare dall’inizio ad Anfield, da un infortunio ai legamenti e Benjamin Mendy, alle prese con un problema al piede.

YNWA, Riccardo Leone

Comments

comments