donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Riprendiamo a vincere

 

La stoccata mirabolante di Sturridge al minuto 89 allo Stamford Bridge di sabato scorso ci ha fatto alzare sul divano, esultare a squarciagola, perché si è trattato di un gol tanto bello quanto importante. Ci ha consentito di uscire indenni dalla tana dei Blues e conservare il primato in Premier League, seppur in coabitazione con gli odiati rivali del Manchester City. Ma ora è il momento di rituffarci in Champions League, la ‘musichetta’ sta per risuonare ed il Liverpool è chiamato a scendere in campo per difendere il primato del gruppo C. L’impegno è di quelli tosti, molto severo, in quanto Salah e soci saranno attesi dalla sfida di Napoli, al San Paolo, contro un avversario forte, che in Serie A sta dimostrando tutto il suo valore con a capo il nuovo condottiero Carlo Ancelotti.

Sarà un mercoledì da affrontare con le pinze, data la forza dell’avversario che è sotto gli occhi di tutti. Un mercoledì (si spera) da leoni, per ciò che riguarda i nostri colori. Una partita che mette in palio punti pesantissimi in ottica qualificazione. Espugnare il fortino napoletano, per Jurgen Klopp e la sua armata significherebbe mettere una grossa ipoteca sul passaggio del turno, considerando che i prossimi due impegni saranno con la Stella Rossa, ad Anfeld e poi nel ‘rumoroso’ Marakana, compagine serba etichettata da tutti come una delle più morbide dell’intero lotto delle partecipanti. Quello di mercoledì (calcio d’inizio alle ore 21.00) sarà il terzo incontro ufficiale tra Napoli e Liverpool: i due precedenti risalgono entrambi alla stagione sportiva 2010/2011. Al San Paolo la contesa terminò senza reti, un pareggio ad occhiali tutt’altro che noioso, mentre ad Anfield il Napoli dovette lasciare l’intera posta in palio ai ‘rossi’, un 3-1 a firma del nostro Capitano con la C maiuscola, Steven Gerrard, che realizzò una strepitosa tripletta in risposta al gol iniziale di Lavezzi. Che gara, una delle più intense, vibranti ed emozionanti degli ultimi tempi ammirate ad Anfield. Le due squadre si sono affrontate anche più recentemente, questa estate in amichevole a Dublino, e in quell’occasione è finita ‘tanto a poco’ per gli uomini di Klopp, 5-0. Si trattava però di calcio d’agosto, dunque allenamenti congiunti e poco più.

Il pareggio di Londra di sabato scorso, e la sconfitta sempre contro il Chelsea in Carabao Cup, ha interrotto una serie di 6 vittorie consecutive in casa Liverpool. Un rallentamento giustificabile, tenendo conto della portata dell’avversario affrontato ben due volte in una manciata di giorni. La squadra, però, gode di ottima salute, ed ha tutte le carte in tavola per tentare il colpaccio nel capoluogo campano. Jurgen Klopp ha qualche dubbio di formazione: Van Dijk può considerarsi recuperato, ma non è da escludere che il tecnico teutonico possa lasciarlo in panchina per far giocare Matip al fianco di Gomez. A centrocampo dovrebbe riprendere posto in mezzo dal 1’ Keita, con Milner, Wijnaldum ed Henderson a contendersi le altre due maglie. In attacco, Sturridge è carico a pallettoni dopo l’eurogol realizzato sabato, ma il suo destino pare segnato, per lui ancora panchina. Disco verde per Firmino, con ai lati Salah e Manè, liberi di arare il terreno e fare male alla difesa del Napoli.

Un’ulteriore gioia in Champions, per mettere in discesa la qualificazione agli ottavi. Questo chiediamo ai nostri ragazzi, e questo chiederanno i 2700 fans dei Reds che seguiranno la sfida direttamente dal San Paolo. La ‘travelling Kop’ è già pronta a riscaldare la voce, fateci vivere a noi tutti una serata da sogno, di quelle che potrebbero essere ricordate a lungo. You’ll never walk alone!

di Andrea Indovino

Comments

comments