donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

OLSC Twitter
LFC Official Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Rimanere davanti

Virgil Van Dijk, ex Southampton, si destreggia tra i pali in allenamento

Emozionarsi, esultare, vincere. Una triade di parole che hanno accompagnato una stagione meravigliosa che, finalmente, ha riportato il Liverpool a lottare per il titolo di campione d’Inghilterra. Un testa a testa straordinario contro il Manchester City, che ci ha permesso di vivere delle partite degne di entrare nella storia del club, notti, pomeriggi da ricordare. Ma quelle urla, quei salti di gioia, quelle amarezze, seppur poche, che ci hanno fatto soffrire fino al 90esimo minuto di ogni match, non possono restare come meri ricordi vani, come qualcosa che vorremmo forse dimenticare in futuro, perché il Liverpool deve vincere. E’ venerdì 5 Aprile e i Reds, reduci dalla roccambolesca vittoria contro il Tottenham per 2-1, possono tornare in testa alla Premier League, devono farlo. Si tratta della sestultima partita di campionato in casa dell’ ostico Southampton, battuto 3-0 all’andata, a rischio retrocessione, che sarà affamato di punti e farà di tutto per ipotecare una salvezza tutt’altro che scontata.

 

Joel Matip segna il gol del 2-0 contro il Southampton nella gara d’andata

Proprio il Southampton, l’ex squadra di molti giocatori del Liverpool, uno su tutti, Virgil Van Dijk, il vero punto cardine della squadra di Klopp di quest’anno, che ha subito appena 19 reti in 32 partite. Il manager dei Reds ha fornito notizie positive alla vigilia, confermando il recupero di Alex Oxlade-Chamberlain e Joe Gomez, infortunati da parecchi mesi e che potrebbero fare presto il loro ritorno in campo, e sottolineando la grande motivazione e forma di tutta la rosa, che sta dando il 110% per provare a riportare a casa il titolo dopo 29 anni. Sarà interessante capire chi schiererà Klopp a centrocampo, considerato il recupero di Naby Keita e la grande forma di Fabinho, ma si tratta di un “imbarazzo di scelta” nettamente positivo. L’obiettivo è sempre il solito: 3 punti. Non importa come. Bisogna rimanere davanti a tutti i costi e tenere il Manchester City sotto pressione, anche in vista dei quarti di finale di Champions League della prossima settimana, che potrebbero rappresentare un ostacolo decisivo per la lotta al titolo.

Salah festeggia il gol vittoria contro il Tottenham

Esattamente 4 mesi fa, il Southampton ingaggiava Ralph Hasenhuttl come nuovo manager del club, il quale ha portato entusiasmo e buon gioco, regalando soddisfazioni ai tifosi e ottenendo prestazioni e vittorie importanti, nonostante i soli 33 punti in classifica. Danny Ings, l’attaccante del Liverpool in prestito ai Saints, non potrà prendere parte alla gara viste le condizioni contrattuali, un bene viste le qualità ritrovate dal giocatore. Nessuna notizia di infortuni da parte della squadra di casa. Sarà un’altra battaglia, un’altra partita indimenticabile, un altro piccolo scoglio verso un sogno possibile e noi saremo sempre qui a tifare e a soffrire, ma serve rimanere davanti…

di Aldo Meola

Comments

comments