donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Per aspera ad metam!!!

I Reds al King Power

L’arrivo dei Reds

Dopo il convincente inizio di campionato, il Liverpool era oggi impegnato al King Power, campo molto ostico negli ultimi 3 anni, nonostante la vittoria della scorsa stagione, non a caso sudatissima!! Sappiamo che vincere con il Leicester, orfano della bestia nera Vardy, sarebbe un bel segnale dato alle nostre avversarie. Formazione tipo per il Liverpool: Alisson, Arnold, Van Dijk, Gomez, Hendo, Milner, Wijnaldum, Robertson, Manè, Salah, Firmino. Inizia la gara e i nostri sprecano un’occasione incredibile dopo soli 3 minuti con Firmino e Salah, che riescono rispettivamente nell’impresa di calciare addosso al portiere un rigore in movimento e di buttare incredibilmente fuori la respinta. Peccato, un vantaggio dopo 3 minuti avrebbe messo la partita in discesa. Per fortuna i Reds impiegano solo 6 minuti per trovare il vantaggio: bella discesa del sempre ottimo Robertson e palla per Manè, che evita con freddezza il tentativo di recupero di Maguire e insacca. Il Liverpool ora sembra padrone della situazione e al minuto 20 ci prova anche Wijnaldum a sfondare, ma viene stoppato .Il Leicester, però, al minuto 22 crea una grande occasione con Ghezzal, che con una bella giocata pesca Gray che in area incrocia bene, ma Alisson risponde da par suo. Da questo momento in poi le Foxes iniziano a ricompattarsi, a prendere fiducia e a giocare meglio, costringendo gli uomini di Klopp a rallentare il ritmo. Il primo tempo sembra volgere al termine, ma al minuto 44 i Reds colpiscono spietati: Salah con un tiro a giro velenoso costringe Schmeichel alla parata, ma sul corner che segue Firmino schiaccia di testa ed insacca il gol del raddoppio. Liverpool che va al riposo con un doppio vantaggio.

Sadio Manè ancora in goal

Manè apre le marcature

Inizia la ripresa e il Leicester prova a spingere subito. Al minuto 51 Maddison si incunea in area, seminando il panico tra i Reds, ma un provvidenziale intervento di Gomez ferma l’avversario che ormai già pregustava il gol. Passano 5 minuti e corriamo un altro rischio con Morgan, che su una palla in area spizzata da Albrighton si trova il pallone tra i piedi davanti ad Alisson, ma si incarta e per nostra fortuna spreca. Al minuto 63 il Liverpool commette il primo suicidio dell’anno: Van Djik fa un brutto retropassaggio ad Alisson, che però cerca di dribblare un avversario e perde palla in modo fantozziano, Iheanacho ringrazia e mette al centro per Ghezzal che insacca. 1-2, tutto da rifare!! La partita inizia a farsi dura e al minuto 70 Klopp prova a correre ai ripari, fuori Hendo e Salah, dentro Keita e Shaquiri. Al minuto 81, Manè, sempre lui, si rende pericoloso anche su palla inattiva: Milner scodella in area, bello lo stacco di Sadio, palla fuori. Le Foxes sembrano decisamente più toniche rispetto ad uno stanchissimo Liverpool e i minuti finali, con un recupera da infarto di ben 5 minuti, sono una sofferenza inaudita, anche se di seri pericoli non ne corriamo. Arriva il sospirato fischio finale, quarta vittoria per i Reds, non accadeva dal 91. Ora ricarichiamo le batterie, perché tra due settimane inizia un ciclo terribile, ma esaltante: viviamo per provare queste emozioni, avanti ragazzi, be brave!!!

di Armando Todino

 

Sadio Manè ancora in goal

Comments

comments