donazioni

Iscrizioni Liverpool Italian Branch

Annunci

LFC Official Twitter
OLSC Twitter
This Is Anfield
I Nostri Articoli

Liverpool corsaro dopo la sosta

Settimo goal per Salah in Premier

Dopo la mai amata sosta per le nazionali, finalmente torna il week-end di Premier League con la 13° giornata che vede il Liverpool impegnato nel difficile campo del Watford: Vicarage Road. La squadra di casa, molto fisica e ben organizzata, sta disputando un bel campionato e, infatti, occupa il 7° posto in classifica avendo gli stessi punti (20) del più blasonato Manchester United di Mourinho e della rivelazione Bournemouth. I Reds, dal canto loro, non vogliono perdere il passo del Manchester City e, soprattutto, vogliono continuare il loro cammino ancora da imbattuti in campionato. Klopp si presenta a Watford con due cambi rispetto l’ultima gara vinta contro il Fulham: Gomez e Fabinho fuori, Lovren e Henderson dentro. Il Watford, reduce dal pareggio esterno 1-1 con il Southampton, deve rinunciare all’ex Roma Cholevas con Masina a prendere il suo posto. Javi Gracia, allenatore delle Hornets, inserisce anche Capoue al posto di Chalobah e Deeney per Success. Le formazioni:

Watford (4-4-2)

Foster; Kiko, Mariappa, Cathcart, Masina; Hughes, Doucouré, Capoue, Pereyra; Deulofeu, Deeney.

Liverpool (4-2-3-1)

Alisson; Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk, Robertson;  Wijnaldum, Henderson; Shaqiri, Firmino, Mané; Salah.

Pronti-via e la partita inizia con un ritmo molto alto, e che vede il Liverpool a prendere in mano le redini della gara con il Watford che risponde puntuale in ripartenza, ma la retroguardia dei Reds è sempre pronta e ben posizionata per respingere il pericolo. Al 18’ la prima occasione è per il Liverpool quando Shaqiri cerca con un gran lancio Salah in area ma Foster smanaccia in angolo. Al 23’ è ancora Shaqiri a servire un compagno da punizione, ma Wijnaldum manca il pallone di poco di fronte al portiere del Watford.

Alexander-Arnold dopo il suo bellissimo goal su punizione

Arriva la mezz’ora e la partita non cambia copione: Liverpool in controllo del pallone, a volte con un possesso quasi sterile, e il Watford pronto a far male in contropiede. Al 38’ Firmino, dopo aver recuperato palla alla sua maniera, impegna Foster in presa bassa con un bel diagonale ad incrociare. Sulla ripartenza, dalla parte opposta, Pereyra si trova  in ottima posizione per calciare verso la porta dei Reds ma trova una grandissima parata di Alisson che salva i suoi nell’unica sbavatura difensiva del primo tempo. Il Liverpool, forse scosso dal pericolo corso, preme sull’acceleratore e, sempre su assist di Shaqiri, prima Mané (39’) in sforbiciata e poi Salah (41’) di testa sfiorano il goal con Foster attentissimo in entrambe le occasioni. Il primo tempo finisce così, con la sensazione che la prima rete della gara non tarderà ad arrivare.

Torna al goal Bobby Firmino.

Al 56’, dopo un intervento dubbio di Robertson nella propria area che l’arbitro Moss reputa non falloso,  il primo cambio è per i padroni di casa, quando uno spento Deulofeu lascia il posto a Success. Ma la gara continua sulla falsariga del primo tempo: ritmo alto, Liverpool che attacca e Watford che riparte. Al 67’ la svolta: filtrante fantastico di Firmino sulla sinistra per l’accorrente Mané che puntualmente serve Salah in area; l’egiziano con un tiro sporco trova il goal facendo passare la palla sotto le gambe di un non impeccabile Foster. 1-0 Liverpool, settimo goal in campionato per Salah. Cinque minuti più tardi Klopp toglie un vivace Shaqiri per inserire Milner e dare più robustezza al centrocampo, mentre Gracia inserisce l’attaccante Gray per il centrocampista Hughes. Ma al 75’ i Reds raddoppiano: punizione conquistata da Firmino, sul punto di battuta si presenta Arnold che con una traiettoria imprendibile sotto l’incrocio dei pali batte Foster per il goal che sembra poter chiudere la partita. Bellissimo goal del terzino di Klopp, prodotto della Academy ormai titolare fisso sulla fascia. Il Liverpool, ora, sembra in totale controllo ma all’82’, un nervoso Henderson –già ammonito e reguardito dall’arbitro- commette un fallo ingenuo a centrocampo che gli vale l’inevitabile seconda ammonizione.

La gioia del boss.

Klopp corre ai ripari facendo entrare Fabinho al posto di Salah. Con il Liverpool in dieci, il Watford prova ad avere uno scossone di orgoglio e nervi, ma oggi Lovren e Van Dijk sono praticamente insuperabili.  Anzi, al minuto 89, uno straripante Robertson si invola con il pallone sulla sinistra in contropiede trovando Mané in mezzo. Il tiro del senegalese è parato miracolosamente da Foster che però non può nulla sulla ribattuta in rete di Firmino che chiude la gara definitivamente regalando ai Reds 3 punti importanti ottenuti su un campo per nulla semplice. Grande gara della squadra di Klopp che ritrova dopo la sosta ritmo e brillantezza e soprattutto un’altra vittoria (la decima su tredici gare) per prepara al meglio la sfida al PSG di mercoledì prossimo e il Merseyside derby di domenica contro l’Everton.

di Gabriele Kopite Ventola

Comments

comments